La Papamobile diventa ibrida

La Papamobile diventa ibrida

21 giu, 2011

: Auto elettriche troppo lente, pronta la ibrida

di Nikki Gordon-Bloomfield

Fonte: All Cars Electric
 

Londra, Regno Unito. 20 giugno 2011. Lo scorso dicembre vi abbiamo detto che Sua Santità era interessato a cambiare la sua grande Mercedes SUV ‘papamobile’ di consumo elevatissimo per una vettura elettrica adatta.

Ora i funzionari del Vaticano hanno confermato i dati delle ultime auto di Papa Benedetto XVI: una Mercedes Benz Classe M ibrida plug-in basata sulla tecnologia sviluppata nella Vision Mercedes S500 ibrida plug-in svelata in anteprima al Salone di Francoforte 2009.

Perché non un veicolo elettrico puro, come il Vaticano ha accennato lo scorso anno?

Per questioni di sicurezza papale. In breve, il Vaticano non pensa papamobile elettrico perchè non potrebbe accelerare abbastanza velocemente per permettere Sua Santità di uscire fuori dai guai in caso di emergenza.

Fin da che il cecchino turco Mehmet Ali Agca ha tentato di assassinare Papa in Piazza San Pietro, Città del Vaticano il 13 maggio 1981; il Vaticano ha fatto tutto il possibile per mantenere la massima sicurezza del Papa quando viene trasportato.

Molto simile ad una bestia è la pesante limousine corazzata del Presidente degli Stati Uniti, mentre la papamobile è altamente sofisticata, pesantemente blindata e ovviamente molto più pesante rispetto alla Mercedes Classe M su cui si basa.

E’ la blindatura supplementare, con vetri ed attrezzatura di emergenza a prova di proiettili che dà la papamobile il suo peso in più. Più peso equivale a maggior consumo energetico.

Tuttavia, siamo in disaccordo con il Vaticano sulla valutazione di una papamobile elettrica pura.

Anche se ovviamente richiede una batteria molto più grande di quelle che normalmente si trovano nelle auto elettriche di produzione, pensiamo che sarebbe del tutto possibile mettere insieme una papamobile completamente elettrica con i furgoni blindati, trazione integrale elettrica, completa di una coppia sufficiente per accelerare e portare via Sua Santità da un’emergenza.

Mercedes-Benz offre una nuova papamobile

Pensiamo che la vera ragione per l’uso di una ibrida plug-in piuttosto che una papamobile elettrica pura non sia l’opinione del Vaticano, ma bensì di Mercedes, la casa automobilistica scelta per i veicoli Pontifici più recenti.

Il Vaticano non paga per i veicoli, il che significa che Mercedes deve pagare il conto per qualsiasi veicolo si sviluppa per il Papa. Dato questo, noi pensiamo che Mercedes sia riluttante a spendere soldi nello sviluppo di una sistema di trazione che semplicemente non sarà utilizzato in tutti gli altri veicoli.

Con una versione di produzione possibile di una Classe S ibrida plug-in, la costruzione della Papamobile ibrida plug-in è un gioco da ragazzi.

Né il Vaticano né la Mercedes hanno dato altri dettagli sulla Papamobile per motivi di sicurezza, ma hanno lasciato intendere che Sua Santità sarà in grado di viaggiare a circa 16 miglia (25 km/h) in modalità completamente elettrica.

Non siamo sicuri se questo valore si riferisce alla velocità normale su strada oppure durante la camminata a passo, andatura utilizzata negli impegni ufficiali, ma con il peso extra della papamobile certamente non sarà una velocità vicina a quella promessa di 85 mpg (137 km/) del Concept Mercedes Classe S 2009.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: benedetto XVI giovanni paolo II motore ibrido papa papamobile vaticano

Lascia una risposta

 
Pinterest