Intelligent World Drive: Mercedes-Benz testa la guida automatica in Cina

Intelligent World Drive: Mercedes-Benz testa la guida automatica in Cina

30 ott, 2017

Sulla strada della guida autonoma: Mercedes-Benz test di guida automatica nella megalopoli di

Fonte:

 

Stoccarda, Germania e Shanghai, Cina. 27 ottobre 2017. Passaggi pedonali sull’autostrada, limiti di velocità diversi per ogni corsia, segnaletica stradale con caratteri cinesi – il traffico in Cina differisce da quello in Europa o negli Stati Uniti in molti aspetti. Ecco perché la Cina richiede che gli automobilisti stranieri debbano avere una patente di guida cinese. Anche i veicoli automatizzati e autonomi devono provare in anticipo la loro idoneità a questo mercato.

Nel mese di settembre, Mercedes-Benz ha avviato il “” al Salone Internazionale di Francoforte (IAA) per adattare le funzioni di guida più automatizzate alle pratiche nazionali di utilizzo e del traffico. Dopo l’avvio in Germania, il veicolo di prova basato sulla nuova Classe S di produzione è in fase di passaggio nei suoi test drive nel traffico pesante ed esposto alle speciali caratteristiche nazionali della megalopoli cinese di Shanghai. Il veicolo di prova dovrà affrontare diverse situazioni di traffico su cinque continenti fino al gennaio 2018 e anche valutare i limiti dei sistemi attuali in questo processo. L’obiettivo è quello di acquisire intuizioni globali nel traffico reale per l’avanzamento delle tecnologie.

Il traffico urbano è una delle sfide più importanti sulla strada della guida autonoma. Le funzioni di guida automatizzate devono essere in grado di capire situazioni di traffico molto complesse, che possono differire in tutto il mondo. Il focus della prova a Shanghai è sulla valutazione del comportamento di guida in un traffico estremamente pesante con i suoi diversi partecipanti, nonché sulle peculiarità delle infrastrutture.

Peculiarità nel traffico cinese

L’elevata densità di automobili, da due ruote, tre ruote e pedoni e il comportamento complessivo del traffico associato nelle città cinesi presentano requisiti diversi sulle funzioni di guida automatizzate rispetto l’Europa o gli Stati Uniti. Inoltre, ci sono segnaletica stradale con caratteri cinesi e segnaletiche di corsia, che in Cina hanno diversi significati o addirittura più di uno. Ad esempio, le linee bianche corte, conosciute in tutto il mondo come passaggi pedonali, possono essere trovate anche sulle autostrade. Tuttavia, essi non indicano un’incrocio pedonale, ma la distanza minima tra i veicoli. I sensori devono essere in grado di riconoscerle e di interpretarle correttamente. Lo stesso vale per i limiti di velocità, che possono differire da una corsia all’altra. Un’altra sfida: gli spazi di parcheggio vengono segnati in molte forme diverse e spesso sono pieni di ostacoli difficili da rilevare per i sensori.

Queste particolari caratteristiche nazionali mostrano quanto sia importante raccogliere le conoscenze a livello mondiale nel traffico della vita reale sulla strada della guida autonoma e adattare le funzioni di guida automatizzate alle particolari pratiche e condizioni del traffico. Negli ultimi sette anni, Mercedes-Benz ha condotto circa 5100 test drive in tutto il mondo con 175 test per la convalida di sistemi di assistenza guidata nel settore. La performance dei sistemi di assistenza ai conducenti è stata valutata in circa 9,5 milioni di chilometri in Europa, negli Stati Uniti, in Cina, in Australia e in Sudafrica, e sono state effettuate più di 1,2 milioni di misure in particolare nelle situazioni di traffico in continua evoluzione.

Centro Ricerca e Sviluppo in Cina – una componente cruciale della rete globale di R&S

La Cina è il più grande mercato automobilistico del mondo. Il centro di ricerca e sviluppo di Mercedes-Benz di Pechino è pertanto stato un componente fondamentale della rete globale di ricerca e sviluppo di Daimler AG per oltre un decennio.

“Le nostre attività locali di ricerca e sviluppo svolgono un ruolo fondamentale nella comprensione delle aspettative e delle esigenze dei nostri clienti cinesi”, afferma il dott. Hans-Georg Engel, . e responsabile della ricerca e sviluppo di Mercedes Benz, Gestione delle piattaforme e approvvigionamenti in Cina. “In questo modo, possiamo offrire loro prodotti su misura, dimostrando la nostra dedizione ed andare fino a quell’altro miglio specificatamente per loro. Stiamo battendo il nostro potenziale e mettendo i nostri clienti cinesi al centro del nostro future sviluppo del prodotto”.

Nel frattempo il numero dei dipendenti è cresciuto a circa 850.

Una parte importante delle attività della R&D China è acquisire ed elaborare le condizioni e le pratiche del traffico locale per lo sviluppo di funzioni di guida automatizzate. In questo processo, Mercedes-Benz collabora, tra l’altro, con un progetto di ricerca congiunto con l’, principale università tecnica della Cina.

Il sta lavorando a progetti pionieristici sullo sviluppo di soluzioni di traffico sostenibili in Cina dal 2012. Questi includono sistemi di sicurezza attivi e passivi, ricerca sugli incidenti, sistemi informativi di traffico integrati e l’esplorazione delle norme sul traffico e del traffico delle mega-città.

Intelligent World Drive – cinque continenti in cinque mesi

Con l”Intelligent World Drive’, Mercedes-Benz sta testando funzioni di guida autonoma su cinque continenti utilizzando un test sulla base della Classe S.

Durante un periodo di cinque mesi, la berlina affronterà situazioni di traffico di diverse complessità per raccogliere esperienze preziose sulla strada per guidare in modo autonomo.

La prima tappa si è svolta in Germania nel mese di settembre. Questa prova è stata incentrata sulla valutazione del comportamento di guida specifico sulle autostrade e nelle diverse situazioni, un elemento importante per lo sviluppo delle tecnologie future.

La seconda tappa nella megalopoli di Shanghai sarà seguita da test drive in Australia nel mese di novembre e in Sudafrica nel mese di dicembre. L’attenzione in Australia sarà in particolare sulla convalida degli ultimi dati della mappa digitale di HERE, mentre in Sudafrica il rilevamento pedonale in molte nuove situazioni giocherà un ruolo importante. La tappa finale del “Intelligent World Drive” sarà il CES a Las Vegas nel gennaio 2018. L’unità di prova a Los Angeles e successivamente a Las Vegas si concentrerà sulla valutazione del comportamento di guida nel pesante traffico urbano americano e in coda come così come quando il traffico sorpassa sulla destra sulle autostrade. La guida autonoma è una delle quattro aree strategiche per il futuro che costituiscono parte integrante della strategia aziendale di Daimler AG sotto l’acronimo .

CASE – queste lettere stanno modellando il futuro della mobilità. Essi stanno per la rete (Connected), la guida autonoma (Autonomous), l’uso flessibile (Shared & Services) e le prese elettriche (Electric).

L’obiettivo è quello di modellare la mobilità intuitiva per i clienti attraverso la sincronizzazione intelligente di tutti e quattro i campi CASE.

 

In English

Second leg of the ‘Intelligent World Drive’

On the road to autonomous driving: Mercedes-Benz on automated test drive in the Shanghai megalopolis

Source: Daimler AG

 

Stuttgart, Germany and Shanghai, China. October 27, 2017.  Pedestrian crossings on the motorway, separate speed limits for each lane, traffic signs with Chinese characters – traffic in China differs from that in Europe or the USA in many aspects. That is why China requires foreign motorists to have a Chinese driving licence.

Automated and autonomous vehicles also have to prove their fitness for this market in advance. Mercedes-Benz started the ‘Intelligent World Drive’ at the Frankfurt International Motor Show (IAA) in September to adapt more highly automated driving functions to national user and traffic practices. After the start in Germany, the test vehicle based on the new production S‑Class Saloon is now being put through its paces in test drives in the heavy traffic and exposed to the special national features in the Chinese megalopolis of Shanghai in October.

The test vehicle will face different traffic situations on five continents until January 2018 and will also gauge the limits of current systems in the process. The aim is to gather global insights in real-life traffic for the advancement of the technologies.

Urban traffic is one of the biggest challenges on the road to autonomous driving. Automated driving functions must be able to master highly complex traffic situations, which can differ greatly around the world to boot. The focus of the test drives in Shanghai is on assessing the driving behaviour in extremely heavy traffic with its different participants, as well as on infrastructure peculiarities.

Peculiarities in Chinese traffic

The high density of cars, two-wheelers, three-wheelers and pedestrians and the associated traffic behaviour in Chinese cities pose different requirements on automated driving functions than in Europe or the USA. In addition, there are road signs with Chinese characters and lane markings, which in China have different or even multiple meanings. For example, short white lines, known around the world as pedestrian crossings, can also be found on motorways. However, they don’t denote a pedestrian crossing, but the minimum distance between vehicles. The sensors must be able to recognise this and interpret it correctly. The same is true for speed limits, which can differ from one lane to another. Another challenge: Parking spaces come in many different shapes and frequently are full of obstacles that are hard to detect for sensors.

These special national features show how important it is to gather worldwide insights into real-life traffic on the road to autonomous driving and to adapt automated driving functions to the particular traffic practices and conditions. In the past seven years, Mercedes-Benz conducted about 5100 test drives around the world with 175 test mules for validations of driver assistance systems in the field alone. The performance of the driver assistance systems was assessed on some 9.5 million kilometres in Europe, the USA, China, Australia and South Africa, and more than 1.2 million measurements were made especially in real-life traffic situations for their continuous advancement.

Research & Development Centre in China – a crucial component of the global R&D network

China is the largest automobile market in the world. The Mercedes-Benz Research & Development Centre in Beijing has therefore been an integral and crucial component of the global R&D network of Daimler AG for over a decade.

“Our local R&D activities play a key role in understanding the expectations and needs of our Chinese customers,” says Prof. Dr. Hans-Georg Engel, Senior Executive Vice President of Daimler Greater China Ltd. and Head of Mercedes‑Benz Research & Development, Platform Management and Procurement China. “In this way, we can offer them tailor-made products, proving our dedication to go that extra mile for them. We are tapping our potential and putting our Chinese customers in the center of our future product development.”

Meanwhile the number of employees there has grown to around 850.

An important part of the activities of R&D China is to capture and process the local traffic conditions and practices for the development of automated driving functions. In this process, Mercedes-Benz cooperates in, among others, a joint research project with Tsinghua University, China’s leading technical university. The Tsinghua-Daimler Research Centre has been working on pioneering projects on the development of sustainable China-specific traffic solutions since 2012. These include active and passive safety systems, accident research, integrated traffic information systems, and the exploration of traffic and traffic regulations in mega-cities.

Intelligent World Drive – five continents in five months

With the ‘Intelligent World Drive’, Mercedes-Benz is testing automated driving functions on five continents using a test vehicle based on the S‑Class. Over a period of five months, the saloon will face traffic situations of different complexities to gather valuable experiences on the road to autonomous driving. The first leg took place in Germany in September.

This test drive focused on assessing the specific driving behaviour on motorways and in tailback situations, an important component for the development of future technologies. The second leg in the Shanghai megalopolis will be followed by test drives in Australia in November and South Africa in December.

The focus in Australia will be in particular on the validation of the latest digital map data of HERE, whereas in South Africa pedestrian detection in many new situations will play a major role. The final stop of the ‘Intelligent World Drive’ will be the CES in Las Vegas in January 2018. The test drive in Greater Los Angeles and afterwards on to Las Vegas will concentrate on evaluating the driving behaviour in heavy American urban traffic and in tailbacks as well as when traffic is overtaking on the right on highways.

Autonomous driving is one of the four strategic areas for the future which form an integral part of the corporate strategy of Daimler AG under the acronym CASE.

CASE – these letters are shaping the future of mobility. They stand for networking (Connected), autonomous driving (Autonomous), flexible use (Shared & Services) and electric powertrains (Electric). The aim is to shape intuitive mobility for the customers through intelligent dovetailing of all four CASE fields.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: case Centro di Ricerca di Tsinghua-Daimler daimler ag Hans Georg Engel Intelligent World Drive mercedes autonomous drive senior vicepresidente esecutivo di Daimler Greater China Ltd Shanghai Università Tsinghua

Lascia una risposta

 
Pinterest