Intervista a Francois Bancon di Infiniti

francois-bancon

10 gen, 2012

Video-intervista a , Infiniti Divisional General Manager for Advanced Product Planning, sulla nuova concept car di un’auto sportive che Infiniti lancerà al Salone di Ginevra 2012

Fonte: Infiniti

Q1. Quali sono le principali sfide da affrontare nello sviluppo di un sistema di propulsione alternativo?
FB: La sfida è sul fronte della tecnologia. Quando ci si avventura in un territorio inesplorato, ci si mette alla prova. In questo caso, però, abbiamo avuto, allo stesso tempo, una libertà grandissima di espressione sul fronte del design e molto ampia nel modo di costruire la vettura. E, non da ultimo, abbiamo assicurato benefici tangibili per i futuri clienti.

Inoltre, siamo nel mondo Infiniti e abbiamo sempre tenuto a mente la filosofia del marchio nel fare le cose in modo nuovo, nello spingere le prestazioni al limite, ma sempre in modo responsabile, restando fedeli all’idea di cosa Infiniti deve rappresentare oggi e nel futuro.

Come designer di concept, ero molto interessato a sperimentare questa nuova tecnologia. Non è l’unica soluzione, ma è sicuramente tra le più promettenti.

Q2. Quali sono i benefici che un sistema di propulsione alternativo può dare?
FB: Qual è il motivo di attrazione dell’autonomia estesa? E’ il potenziale, la capacità di combinare la potenza della combustione interna con le batterie di un veicolo elettrico. E’ qualcosa di molto interessante e su diversi livelli.
In primo luogo, ci permette di costruire un’auto sportiva senza compromessi in termini di prestazioni, una vera sportiva. Oltre a questo, ci permette anche di offrire un’auto a emissioni zero in città. Questa forte contraddizione, questo mistero, sono molto espressivi del marchio Infiniti.

Q3. Cosa farete per costruire un’auto del genere?
FB: Abbiamo deciso che il sistema ad autonomia estesa – che combina un motore a combustione interna da 1.2 litri con un motore elettrico a batterie disponendo l’insieme in posizione centrale nel veicolo – è la soluzione più razionale per distribuire il peso in maniera ottimale e garantire elevate livelli di maneggevolezza, prestazioni e una guida esaltante.

Q4. Quali opportunità offre un veicolo ad autonomia estesa nel momento in cui le normative sulle emissioni di diossido di carbonio si fanno sempre più stringenti, soprattutto nelle città?
FB: Infiniti ha sempre offerto motori a combustione interna, questo è un ambito in cui vanta una forte competenza. Inoltre è ora presente sul mercato anche con una soluzione ibrida.

Ora è tempo di cambiare le regole del gioco. Sono sempre di più le città che, soprattutto in Europa, stanno bandendo i motori tradizionali e definendo i livelli di emissioni accettabili. Con l’auto che stiamo progettando sarà possibile circolare a Londra o in qualsiasi altra città, senza doversi sentire in colpa, perché si viaggerà a emissioni zero. Allo stesso tempo, però, se ci si vorrà divertire in pista lo si potrà fare, sperimentando livelli di prestazioni decisamente esaltanti. Questo è il nostro nuovo approccio all’auto sportiva del futuro.
Quindi, vi diamo appuntamento a Ginevra, dove esporremo – per la prima volta al mondo – questa nuova concept car al Salone dell’Auto all’inizio di Marzo!

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Francois Bancon salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest