Infiniti cancella (o rinvia?) il progetto auto elettrica

Infiniti cancella (o rinvia?) il progetto auto elettrica

22 gen, 2015

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

20 Gennaio 2015. I titoli americani riguardanti le auto elettriche della settimana scorsa erano tutti mirati al Detroit Auto Show ed in modo particolare al concept Chevrolet Bolt, un’utilitaria elettrica da 200 miglia di autonomia.

Ma un’altra notizia ora viene alla luce. Un rappresentante del marchio di lusso di Nissan, Infiniti, dice che la casa automobilistica ha accantonato i piani per offrire un modello elettrico.

Secondo USA Today di ieri, il Vice Presidente di Infiniti per le Americhe, , ha detto che quest’orientamento è “pragmatico”.

Cancellare o posticipare lo sviluppo di una berlina elettrica di lusso consentirebbe Infiniti di concentrarsi sui segmenti di maggiore volume.

Il rapporto segnala che uno di questi segmenti è la coupé di lusso e proprio nel Salone di Detroit è stato fatto il nuovo lancio della concept Q60 del marchio, che potrebbe andare bene. Ma un altro segmento di volumi di gran lunga più elevati è quello delle berline di lusso compatte.

Infiniti attualmente nel mercato statunitense è a rivaleggiare con il grande successo della nuova Audi A3 e della Mercedes-Benz CLA quattro porte, e una modello al interno di questo segmento significherebbe probabilmente vendere in volumi di gran lunga superiori a quelli di una berlina di lusso elettrica.

Il primo indizio di una prossima macchina elettrica dal marchio di lusso di Nissan è venuto sotto forma di una concept car presentata al New York Auto Show nel 2012.

La è una berlina di linne curve, compatta a quattro porte dotata di cambio contrariamente alla più prosaica berlina Leaf.

Il concept presentato era caratterizzato dalla ricarica induttiva senza spina, attraverso un sistema di posizionamento automatizzato che permette la LE di spostarsi per assicurare di posizionarsi direttamente sopra la pad di carica sul pavimento del garage.

La LE Concept ha ricevuto buone recensioni per il suo stile e gli interni, ma poco di più è stato sentito fino a quando qualcosa è stato detto a metà del 2013, ovvero che il progetto era stato messo in attesa per consentire al marchio di concentrarsi sulle priorità.

, allora presidente di Infiniti, ha detto lo stesso allora di quello che Bartsch ha citato la scorsa settimana: Per crescere e prosperare a livello globale, Infiniti deve avere prodotti in segmenti ad alto volume, prima di poter guardare l’aggiunta di veicoli speciali come una berlina elettrica.

Il mandato di De Nysschen a Infiniti durò solo due anni ed ora gestisce Cadillac.

Poi arriva la notizia che la scorsa estate la Infiniti elettrica potrebbe essere di nuovo nei piano di prodotto, ma con un’autonomia molto maggiore dei 75 o 85 miglia, valori che sono quelli della Nissan Leaf.

Da allora, il capo di Nissan prodotto – un forte sostenitore del Concetto LE – ha lasciato l’azienda.

Ora è stato riferito che la Infiniti elettrica si allontana dal futuro piano di produzione.

Che sparisca in modo permanente o sia stata solo rinviata per lasciare Nissan lanciare l’aggiornamento 2017 della Leaf – che dovrebbe offrire almeno un modello con un’autonomia di oltre 100 miglia – resta tutto da vedere.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: andy palmer Infiniti LE Concept Johan De Nysschen Michael Bartsch

Lascia una risposta

 
Pinterest