Hyundai i40 “Stop&Go”

Hyundai i40 “Stop&Go”

25 giu, 2011

La nuovissima i40 guida Hyundai verso nuovi orizzonti

Fonte: Hyundai Motor Company Italy

Milano, Italia. 24 giugno 2011. Hyundai intende continuare a sviluppare la positiva percezione del brand in Italia ed in Europa: la chiave per continuare questo processo, già messosi in moto in passato e consolidatosi nel 2010 grazie a prodotti di successo come ix35 ed ix20, é rappresentata dalla dinamica i40 – presentata nel marzo 2011 al Salone di Ginevra. 

Sarà ordinabile in tutt’Europa (Italia inclusa) già da luglio, con il lancio sul nostro mercato previsto per settembre 2011. i40 è un’auto che eccelle nella qualità costruttiva e nelle prestazioni, con prezzi d’acquisto e gestione ragionevoli – grazie anche all’esclusiva garanzia “Tripla 5”; rappresenta la vera “Ammiraglia” europea di Hyundai, il “brand ambassador” dei prossimi anni. Come prima di lei in segmenti differenti sono state ix35 ed ix20, i40 é pronta a stupire quei nuovi clienti che entreranno negli showroom Hyundai, permettendo alla filiale italiana di entrare da protagonista nel settore delle flotte aziendali, generando un’ulteriore diffusione e positiva percezione del marchio a livello nazionale. 

La dinamica i40 vanta un’identità prettamente europea, sviluppata com’è nel Centro R&D Hyundai di Rüsselsheim (Germania); peraltro, rappresenta il più recente frutto del nuovo posizionamento di marca Hyundai “New Thinking. New Possibilities”. Lunga 4,77 metri, sarà all’inizio distribuita in Italia (a partire dall’estate) in versione wagon in ben 12 colori differenti – fra metallizzati e pastello. Nel prossimo futuro verrà affiancata anche da una versione berlina (presentata in anteprima mondiale al Salone di Barcellona del maggio scorso), in vendita già dalla fine di quest’anno.

Come le altre Hyundai commercializzate in Italia, entrambe disporranno della “Tripla 5” con chilometraggio illimitato (5 Anni di Garanzia, 5 Anni d’Assistenza Stradale e 5 Anni di Controlli Gratuiti), un “pacchetto” che solo Hyundai è in grado d’offrire sul mercato. Peraltro, l’azienda crede così tanto nella superiore qualità delle proprie vetture da permettere, se insoddisfatti, di restituire entro un mese dall’acquisto la propria nuova automobile ed essere rimborsati al 100% – grazie alla rivoluzionaria operazione “Impegno Hyundai”.

‘New Thinking. New Possibilities’

 

“La i40 esprime perfettamente quel che abbiamo inteso comunicare con il nostro nuovo claim “New Thinking. New Possibilities”. Esplicita la crescita di Hyundai nel recente passato e l’area dove intendiamo posizionarci in futuro – sia in tema di prodotto che di brand” spiega Allan Rushforth, Senior Vice President e COO (Chief Operative Officer) di Hyundai Motor Europe.

“Si può dire che la i40 sia la novità più significativa di questi ultimi anni – per Hyundai ma non solo. Nutriamo forti ambizioni per questa vettura, pur in un settore altamente competitivo come quello delle “segmento D”. Abbiamo dato la precedenza alla wagon, poiché questa configurazione rappresenta oltre il 50% delle vendite del segmento (70% in Italia); vogliamo infatti trasmettere fin da subito un segnale importante agli appassionati ed al mercato” ha aggiunto Rushforth.

Secondo le previsioni dell’azienda, il segmento D crescerà in Europa del 12,6% complessivo nei prossimi cinque anni; gli analisti del settore prevedono un volume di vendita di circa 890.000 unità a livello continentale entro il 2016. L’ambizioso obiettivo che si è posta Hyundai è così quello di raggiungere 60.000 i40 commercializzate già nel 2012, contendendo alle rivali un posto nella “Top 5” assoluta del segmento.

“i40 combina perfettamente i quattro elementi divenuti oramai valori fondamentali nel mondo Hyundai: praticità, prestazioni, efficienza e stile. Designer e tecnici hanno realizzato una vettura che incarna quel che davvero ricercano gli appassionati europei in una “segmento D”. Ed i40 ci fornirà la spinta necessaria per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati per l’Europa – nel 2011 e oltre” ha concluso Rushforth.

Le due versioni della i40 (wagon e berlina) saranno entrambe realizzate nello stabilimento Hyundai di Ulsan (Repubblica di Corea).

Styling e design

La nuova Hyundai emoziona a prima vista

Tracce del design originale della i40 si ritrovano già nella concept car Genus (presentata al Salone di Ginevra del 2006). All’epoca, Genus esplicitava la vision Hyundai di una esclusiva berlina di segmento D destinata al vecchio continente, pratica e dal design emozionale. Genus  contribuì a realizzare la nuova identità aziendale, portando al  debutto la griglia esagonale frontale, in seguito divenuta il “marchio distintivo” delle nuove Hyundai destinate al mercato europeo.

“Continuando a sviluppare la concept Genus, siamo giunti ad un’idea matura rappresentata dalla i40, che per noi rappresenta la vera auto europea” spiega Thomas Buerkle, responsabile del Design al Centro R&D Europeo della Casa.

“Il design di questa vettura rappresenta la più recente evoluzione del nuovo, originale linguaggio stilistico Hyundai della “Scultura Fluida”, che conferisce a questa wagon uno stile affascinante ed originale, senza compromessi in tema di comfort e capacità di carico. Mentre il look esterno si caratterizza per linee fluide e specifici elementi grafici, il design interno è stato “scolpito” – con l’obiettivo dichiarato di un’ergonomica integrazione di ogni funzione” conclude Buerkle.

Il grintoso stile si ritrova anche all’interno della vettura, che vanta un passo di ben 2,77 metri. Infatti, i40 stabilisce il nuovo primato della categoria per lo spazio riservato alla testa degli occupanti dei posti anteriori (1025 millimetri), alle spalle (1455mm) ed alle gambe (1170mm) dei passeggeri. Sono proprio i numeri a testimoniare come la i40 si presenti come la vettura più confortevole del segmento D. Anche grazie alla larghezza di 1815 millimetri, l’abitabilità è infatti elevatissima e permette a tutti di trascorrere a bordo momenti sempre piacevoli. Inoltre, i40 garantisce a tutti gli occupanti grande serenità a bordo (anche per lunghi tratti) grazie anche all’esclusivo schienale posteriore regolabile nell’inclinazione.

Anche in tema di capacità di carico la i40 può vantare numeri ai vertici della categoria, spaziando da 553 litri (quando i sedili posteriori sono occupati e con il bagaglio caricato fino all’altezza dei poggiatesta) fino a ben 1719 litri – quando i sedili posteriori sono abbattuti.

Da rimarcare la soglia di carico, la più bassa del segmento D e posta a soli 592mm da terra (oltre 4 cm meglio della VW Passat). Una pratica maniglia permette di reclinare in un attimo lo schienale posteriore (60/40). Significativamente più filante rispetto ad ogni precedente vettura della Casa, la i40 risulta la Hyundai con il miglior coefficiente aerodinamico di sempre (Cx 0,29), per migliori prestazioni e minori consumi.

Flotte

Con i40, Hyundai punta a crescere nelle flotte aziendali

La nuova i40 reciterà un ruolo strategico nel far crescere la presenza Hyundai nel competitivo mercato delle flotte aziendali in Europa, grazie al perfetto mix fra piacere di guida ed efficienza, all’esclusivo servizio “Tripla 5” e ad un vantaggioso TCO (Total Cost of Ownership). Si prevede infatti che almeno il 50% delle 60.000 i40 previste per il 2012 possano essere distribuite nel segmento flotte.

Per questo Hyundai ha posto particolare attenzione verso il TCO, dove i40 si distingue fra mille altre. Infatti, se si ipotizza il tipico ciclo di vita triennale di una vettura, il TCO della i40 risulta fra il 9% ed il 13% inferiore a quello di rivali di assoluto spessore quali la Toyota Avensis e la VW Passat: e ciò significa risparmiare fino a 900 € l’anno…

Uno dei fattori fondamentali nel calcolare il TCO della i40 è il valore residuo. L’agenzia indipendente tedesca DAT prevede per la i40 – dopo tre anni di vita e 90.000 km – un valore residuo pari a ben il 43,2% del prezzo d’acquisto.

Dati alla mano, la i40 si inserisce così davanti a dirette competitor come la Ford Mondeo (41,3%) e la Opel Insignia (41,4%), confermandosi la rivale più accreditata della Volkswagen Passat (43,4%).

Risultati d’assoluto valore che vengono confermati in Austria, dove EurotaxGlass inserisce la i40 direttamente al vertice della categoria, con il 36% del prezzo d’acquisto, davanti a tutte le migliori concorrenti – Opel Insignia, Toyota Avensis, Ford Mondeo, Mazda 6 (tutte al 35%) ed alla Citroen C5 (31%).

In Italia, anche i40 disporrà della “Tripla 5” con chilometraggio illimitato (5 Anni di Garanzia, 5 Anni d’Assistenza Stradale e 5 Anni di Controlli Gratuiti) un “pacchetto” davvero unico sul mercato: oltre a contribuire a contenere il TCO, dimostra sia la fiducia che la Casa ripone nella qualità produttiva delle proprie automobili che la volontà dell’azienda a recitare un ruolo di primo piano anche nella “Customer Satisfaction”.

Hyundai intende entrare efficacemente anche nel mercato flotte nazionale e, per centrare questi obiettivi, ha sviluppato un network di “Fleet Business Centers”, in continua via d’espansione. Si tratta di strutture, sempre più presenti nelle zone con la maggior densità automobilistica e commerciale, che avranno il compito di assicurare su base locale il servizio che la clientela si aspetta da un “respectable brand” quale é Hyundai, affermatosi recentemente come vero Costruttore europeo. Nuova showroom identity ed un’assistenza al cliente “Top Class” permetteranno a tutti di vivere una nuova, positiva Hyundai experience.

Comfort

Dotazioni di serie Hi-Tech

La ricchissima dotazione presente di serie sulla i40 (wagon) sarà uno dei fattori che la porteranno al successo – sia fra i clienti privati che fra quelli aziendali. Completissimo l’equipaggiamento già sulla versione Classic con molti elementi che, sulle competitor dello stesso segmento, vengono solitamente inseriti solo come optional.

Le tante caratteristiche Hi-Tech adottate sulla nuova Hyundai includono l’assistenza al parcheggio (Smart-Parking Assist) ed il dispositivo che aiuta il guidatore nel mantenere sempre la corretta corsia di marcia (Lane-Keeping Assist System), così come la connettività Bluetooth® con riconoscimento vocale e le mappe complete (europee) di navigazione. Ma c’è anche la telecamera posteriore, che si attiva una volta innestata la retromarcia.

In termini di comfort e praticità, tutte le i40 sono equipaggiate di serie con freno di stazionamento elettronico, sensore d’accensione e spegnimento delle luci, alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, sedili anteriori e posteriori riscaldabili, sedili anteriori ventilati, schienale posteriore reclinabile e riscaldabile. Nel segmento D, il volante riscaldabile (fino a 38°), il sistema antiappannamento automatico del vetro anteriore ed i sedili posteriori inclinabili (a 26 o 31 gradi) sono patrimonio esclusivo della i40.

Anche i gruppi ottici sfoggiano innovazioni, come le luci diurne sempre accese (di serie su tutte le versioni), in abbinamento ai fari allo xeno (di serie sulla Style) od alla strumentazione ad alta leggibilità, con computer di bordo e display LCD (Supervision cluster), di serie su tutte le versioni: nulla è stato lasciato al caso per issare quest’auto ai vertici europei della categoria e rendere i40 l’ammiraglia della gamma Hyundai e del segmento D in Europa.

Ad esempio, la “entry-version” per l’Italia, in allestimento Classic e cambio manuale a sei marce (sia con motore benzina 1.6 GDI che con propulsore 1.7 diesel CRDi da 115 CV), dispone d’una dotazione davvero completa, che spazia dai 9 airbag con ABS + EBD, TCS,  ESP, cerchi in lega leggera da 16”, climatizzatore manuale, HAC (assistenza alla partenza in salita), VSM (Gestione della stabilità), chiusura centralizzata con telecomando a distanza, fari di proiezione con illuminazione direzionale, fendinebbia anteriori, poggiatesta anteriori attivi, presa AUX+USB, volante regolabile in altezza e profondità, sistema audio integrato CD+MP3 con comandi al volante, specchietti esterni regolabili, riscaldabili elettricamente ed in tinta con il colore dell’auto. Il “cruise control” è invece di serie sulla Comfort e sulla Style.

Di serie sulla Style, i fari allo Xeno ad alta intensità (HID), diventano anche auto-adattativi al percorso se si opta per il pacchetto”Exclusive”, che include anche gli utilissimi Lane-Assist e Smart Parking System.

L’ampio tetto panoramico (con sistema anti-UV) é disponibile come optional nell’allestimento Style. Realizzato in due parti, si estende praticamente sull’intera superficie del cielo vettura, con la prima metà che si alza e scorre, mentre la parte posteriore rimane fissa. Ma, per esaltare la luminosità dell’abitacolo, si può anche solo spostare a piacimento la raffinata tendina superiore, senza aprire il tettuccio…

Il sistema IMS memorizza l’ideale posizione del sedile di guida – anche per due persone. Una volta parcheggiata la i40, si apprezza una piccola sorpresa; il volante si solleva ed il sedile prima si abbassa e poi scorre piacevolmente all’indietro per agevolare la discesa (o la salita) del guidatore.

I tecnici Hyundai hanno pensato anche a come migliorare la qualità della vita a bordo nelle giornate più fredde, con quattro differenti opzioni. Infatti, i sedili riscaldabili dispongono di una modernissima ed esclusiva tecnologia ecologica (rivestimento antibatterico) che protegge dai raggi infrarossi, in grado in soli tre minuti di abbassarne la temperatura di ben 3°C – oltre a ridurre l’umidità del 30% in poco più di un quarto d’ora.

Motorizzazione

Due motori benzina e due propulsori diesel, da 115 a 177 CV

La nuova i40 sarà commercializzata in Europa con quattro motorizzazioni Euro 5, due benzina e due diesel, per offrire a tutti una gamma articolata e competitiva. Propulsori di ultima generazione da 115 a 177 cavalli che, secondo le prospettive della Casa, potranno coprire il 97% delle esigenze degli amanti del diesel e l’80% delle necessità di coloro i quali preferiscono un motore a benzina.

Benzina o diesel che siano, tutti e quattro i nuovi propulsori vantano una coppia robusta che si estende lungo l’intero arco d’erogazione, per rendere la i40 piacevole da guidare sia in città che in autostrada. Il cambio manuale a 6 marce è di serie; inoltre, in abbinamento alle due motorizzazioni 1.7 CRDi da 136 CV e 2.0 benzina GDI da 177 CV si potrà optare anche per un moderno cambio automatico e sequenziale a 6 rapporti (versioni Comfort e Style).

In un segmento dove i diesel rappresentano circa il 77% del venduto, Hyundai ritiene che il nuovo propulsore “U-II” 1.7 litri CRDi, diesel da 136 CV, saprà risultare in breve la motorizzazione più popolare – sia fra i clienti privati che fra le aziende. L’elevato valore di coppia massima (325 Nm a partire da soli 2000 giri/minuto) assicura una certa grinta ed una notevole dolcezza operativa, confermata da un’accelerazione 0-100 km/h di soli 10.6 secondi (che diventano 12 sul modello con cambio automatico e 12,9 secondi sulla versione 1.7 CRDi da 115 CV).

Si prevede che gli appassionati dei motori a benzina opteranno invece in massima parte per il nuovissimo propulsore 2.0 litri ‘Nu’ GDI, interamente realizzato in alluminio. Debutta proprio sulla i40, elevando a livelli d’assoluta eccellenza i valori di coppia (per una migliore guidabilità), i consumi ed il contenimento delle emissioni, oltre ad un’eccezionale affidabilità ed eccellenti caratteristiche di isolamento acustico (NVH. Noise Vehicle Harness) – con livelli simili a quelli raggiunti dalle unità ad iniezione multipoint.

Propulsore ad iniezione diretta da 1999cc, il GDI 2.0 eroga ben 177 cavalli e raggiunge 213 Nm di coppia massima, inserendo la i40 al vertice del segmento D – sia a livello prestazionale che di contenimento dei consumi. Se equipaggiata con cambio manuale a 6 rapporti, da fermo raggiunge i 100 km/h in soli 9,7 secondi, con consumi record di soli 7,2 l/100 km (ciclo combinato) ed emissioni di CO2 poste a 169 g/km.

La gamma i40 per l’Europa si completa con il propulsore 1.6 benzina 16 valvole ‘Gamma’ da 135 CV, che permette alla vettura di raggiungere da fermo i 100km/h in 11,6 secondi.

Compatibilità Ambientale

In termini di ecosostenibilità, la nuova i40 sarà equipaggiata con tutte le più recenti tecnologie sviluppate nell’ambito del programma “™”, fra cui il dispositivo “Stop & Go” (), pneumatici con ridotta resistenza al rotolamento, l’innovativo sistema di gestione dell’alternatore (AMS) ed uno spoilerino anteriore inserito direttamente nella griglia esagonale frontale. Sul motore 1.7 CRDi diesel da 115 CV, la versione “™” riduce i consumi di carburante a soli 4,3 l/100 km, con le emissioni di CO2 che arrivano a segnare il dato record di 113 g/km, rendendo la i40 il modello più ecologico del segmento D. In Italia, la versione con ISG sarà abbinata unicamente ai cerchi da 16”.

Da sempre, Hyundai desidera inaugurare nuove strade per l’industria automobilistica in tema di sostenibilità ambientale; i40 dimostra ancora una volta l’impegno dell’azienda nello sviluppare modelli innovativi, che si inseriscono ai vertici della categoria in tema di ecologia abbinata alle prestazioni. Vi é una robusta coppia a disposizione del guidatore ai bassi e medi regimi, per una elevata guidabilità ed il massimo piacere di guida. Peraltro, a livello europeo, Hyundai si attende un rapporto di vendita 65/35 fra le versioni diesel e quelle a benzina, con in particolare il 50% delle i40 che dovrebbero essere preferite dalla clientela privata ed aziendale nella versione 1.7 CRDi da 136 CV – un rapporto che in Italia potrebbe ulteriormente innalzarsi fino ad oltre i due terzi del totale.

Trasmissione. Cambio manuale a 6 marce e cambio automatico / sequenziale a 6 rapporti

L’inedita i40 si presenta di serie in Italia ed Europa con un cambio manuale a 6 marce. Più leggero e robusto rispetto alle versioni già conosciute dal mercato, dispone di una sincronizzazione multiconica che ne aumenta l’efficienza e ne riduce gli attriti interni; la durata supera infatti tranquillamente i 300mila chilometri. La trasmissione, con olio viscoso a bassa densità, risulta completamente esente da ogni manutenzione periodica, mentre i rapporti interni (da 0,633:1 a 0,744 – a seconda del modello) sono stati appositamente sviluppati per contenere le emissioni, ridurre i consumi e mantenere un regime di giri ridotto e costante alle velocità “codice” stradali ed autostradali, italiane ed europee.

Realizzato nel Centro R&D europeo di Hyundai Motor Group, il nuovo cambio automatico / sequenziale a 6 rapporti che equipaggia (a richiesta) la i40 rappresenta una vera primizia tecnica. Il guidatore potrà infatti scegliere fra due differenti tipologie d’utilizzo, automatica o ‘Sport’. In città, la configurazione automatica tradizionale rappresenta forse la scelta ideale, mentre il cambio sequenziale permette di impegnarsi nella guida sportiva (e senza l’uso della frizione) sia con la tradizionale leva del cambio che sfruttando invece le pratiche “palette” posizionate dietro lo sterzo – che permettono di cambiare marcia mantenendo sempre ben saldo il volante. Con la leva posta sulla destra si sale di marcia, mentre con quella di sinistra si scala. Se si opta per la modalità ‘Sport’, il cambio di marcia risulta ulteriormente più rapido.

Sebbene la trasmissione disponga già di un convertitore di coppia automatico, questa versione adotta in esclusiva un altro convertitore ‘flat’ che velocizza la cambiata, oltre a semplificare ogni innesto a qualsiasi regime di giri. Da segnalare come, quando la i40 è ferma da più di qualche secondo, l’innovativo ‘Neutral Control’ porti la trasmissione in “folle”, aiutando a contenere i consumi (specie in città).

L’intera struttura, che rappresenta forse il cambio automatico/sequenziale più compatto oggi disponibile al mondo, pesa soli 78 chili – appena 20 in più di quelli di un tradizionale cambio manuale. 54 mm più corto e più leggero di 12 chili rispetto ad un cambio automatico a 5 marce, riesce a ridurre i consumi fino al 12%. Come il “fratello” manuale, é esente da ogni manutenzione periodica.

Inoltre, le i40 con cambio automatico distribuite in Italia (1.7 CRDi 136 CV e 2.0 GDi 177 CV) dispongono di serie dell’indicatore ‘Active Eco System’, che aiuta a contenere i consumi.

Manegevolezza e sospensioni

Agile e maneggevole, sempre ben bilanciata

I tecnici Hyundai che hanno sviluppato l’autotelaio hanno sfidato le convenzioni, al fine di realizzare una robusta struttura che potesse ospitare una vettura a passo lungo forte di uno sterzo molto diretto, per ottenere eccellenti doti dinamiche e di stabilità sia nel misto che sul veloce; e soprattutto con una qualità costruttiva almeno pari a quella delle competitor più blasonate.

In quest’ottica é stato sviluppato il nuovo servosterzo elettrico, che irrobustisce lo sterzo al crescere della velocità; richiede soli 2,88 giri del volante per una completa escursione, con un diametro di sterzata complessivo inferiore ad 11 metri (raggio 5,47). Preciso, diretto e leggero sia in manovra che nella guida cittadina, si sposa alla perfezione con la i40 – trasmettendo un immediato feeling al guidatore. 

Le compatte sospensioni anteriori con schema MacPherson dispongono di un assetto in grado d’assorbire ogni asperità e mantenere sempre elevato il comfort a bordo.

Posteriormente, i40 adotta sospensioni multi-link indipendenti, con ammortizzatori e molle elicoidali posizionate separatamente per attutire con successo ogni ostacolo, mantenendo sempre elevato lo spazio (posteriore) a disposizione degli occupanti.

La rumorosità del veicolo (NVH) è stata ulteriormente contenuta collegando entrambe le sospensioni (anteriori e posteriori) ad una struttura indipendente; ed anche i rivestimenti fonoassorbenti in gomma riescono ad isolare efficacemente l’abitacolo dalle risonanze e dal rumore proveniente dalla superficie stradale.

Ogni i40 Classic distribuita in Italia adotta un impianto frenante con quattro freni a disco (anteriori ventilati), supportati da ESC, ABS, ripartitore di frenata EBD e BAS (Brake Assist System). Dischi freno più grandi (320mm anteriori e 300mm posteriori) sono presenti sulle versioni Comfort (con cerchi in lega da 17 pollici) e Style (18”). 

Telaio e isolamento acustico

Struttura più rigida per un’eccellente silenziosità di marcia

Il cuore dell’eccellente comportamento dinamico della i40 é dato dal nuovissimo telaio, realizzato su una piattaforma totalmente inedita. I tecnici Hyundai hanno fatto largo uso di acciaio ultra-resistente, per ottenere grande robustezza ed una superba resistenza strutturale, migliore di quella della pur qualificata concorrenza. Hyundai ha inteso infatti preservare gli occupanti da ogni vibrazione – sia che provenisse dall’esterno o dall’interno della vettura.

Rispetto alla precedente “Segmento D” della Casa (Hyundai Sonica), la rigidità torsionale é stata aumentata del 109% e la resistenza alla flessione è stata migliorata del 19%: si tratta di risultati che superano blasonate rivali come Passat ed Avensis. Se si calcola l’efficienza strutturale (direttamente connessa con il peso complessivo), la i40 risulta più efficiente del 27% rispetto alla prima delle rivali. Si tratta di risultati che hanno permesso ai tecnici di contenere a livelli record la rumorosità di marcia (NVH), per la quale sono state sviluppate altre innovative soluzioni dedicate.

Su quest’auto infatti, la silenziosità della vettura (specie nei dati rilevati dall’esterno) è notevolmente migliorata grazie all’adozione di “Olografie Reciproche” (che hanno permesso di visualizzare l’effettiva riduzione della rumorosità ad una determinata frequenza) e dell’innovativo algoritmo diagnostico ADNA (Advanced Diagnostic Network Algorithm) per classificare le specifiche fonti di rumore. L’equipaggiamento così adottato comprende tappetini permeabili all’aria, rivestimenti fonoassorbenti all’interno del cofano motore ed efficaci passaruota in materiale tessile, per assorbire l’eventuale rumore proveniente da motore, strada e terminale di scarico. E’ stato così raggiunto un significativo calo del 20% della rumorosità nell’abitacolo rispetto all’indice di categoria, ed una conseguente diminuzione della rumorosità percepita esternamente quando, ad esempio, si sosta al semaforo in folle a motore acceso.

In pratica, ogni acquirente della i40 diesel si gioverà di questo “pacchetto” NVH, apprezzando una guida più silenziosa – un aspetto particolarmente importante per la clientela aziendale, portata a coprire giornalmente lunghe distanze alla guida dell’auto.

Sicurezza. Nuove tecnologie per la Sicurezza  “Attiva” e “Passiva”, per una guida più sicura

La i40 adotta le più recenti tecnologie di sicurezza “attiva” e “passiva” per garantire la massima protezione degli occupanti. Di serie in diversi paesi continentali vi saranno così ESP, ABS (antibloccaggio freni), HAC (assistenza alla partenza in salita), VSM (Vehicle Stability Management, che gestisce la stabilità del veicolo), ripartitore di frenata (Brake Assist System) oltre all’ESS (Emergency Stop Signal) collegato alle “quattro frecce”.

Sulla i40 debuttano però anche tante altre nuove tecnologie “attive”, appositamente sviluppate da Hyundai per elevare il livello di sicurezza dell’auto. Ad esempio il VSM, inserito nel più completo ESP (di serie sulle vetture distribuite in Italia), aiuta a mantenere stabile il veicolo anche quando il guidatore utilizza troppo (o troppo poco…) il volante in curva o durante una brusca sterzata. Oppure l’ESS, che attiva un lampeggio veloce delle “quattro frecce” quando si effettua una (brusca) frenata d’emergenza.

Sulla versione Style, il raffinato “Exclusive Pack” comprende, oltre ai fari auto-adattativi al percorso, anche il Lane Keeping Assist System (che avvisa del superamento involontario della carreggiata, riportandone automaticamente la vettura al centro), e lo Smart Parking Assist System (SPAS), un vero e proprio “assistente intelligente” che pilota  automaticamente la i40 dentro (e fuori) l’area scelta per parcheggiare. Basta solo trovare uno spazio che sia circa un metro più ampio, ed il parcheggio della i40 diventerà semplice come bere un bicchier d’acqua…

Peraltro, nell’allestimento Style la i40 dispone di serie della telecamera posteriore con lente grandangolare, che invia allo schermo LCD da 7” un’ampia visione (130°) dell’area retrostante, per facilitare la retromarcia od ogni altra manovra (optional presente anche nel pacchetto “Advanced Pack” sulla i40 Comfort).

In termini di sicurezza passiva, per precisa scelta strategica di Hyundai Motor Company Italy, ogni i40 distribuita nel nostro paese sarà equipaggiata con nove airbag – frontali, laterali, a tendina, laterali posteriori e quello dedicato alle ginocchia del guidatore.

Peraltro, grazie alla nuova, robustissima piattaforma tecnologica sviluppata appositamente per i40, l’azienda intende continuare la propria “striscia positiva” di “5 stelle” di sicurezza (ottenute dalle ultime quattro vetture presentate: i30, i20, ix35 ed ix20), e raggiungere anche con la i40 il massimo risultato nei test Euro NCAP.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: blue drive hyundai i40 isg stop&go

Lascia una risposta

 
Pinterest