Salinas City e la lezione di bancarotta

Salinas City e la lezione di bancarotta

30 ago, 2011

30 Agosto 2011. E ‘una triste realtà di business che segnala come molte start-up falliscono entro i primi anni del lancio. Gli appassionati di auto elettrica sono abbastanza abituati a questo e anche le nuove aziende più promettenti che lottano per sopravvivere.

Una di queste è Green Vehicles, costruttrice di un’auto elettrica che ha ripiegato nel mese di luglio. Green Vehicles aveva creato una vettura a tre ruote elettrica nota come il 2,0 . Lo sgraziato EV è stato propagandato di avere un autonomia di 100 miglia e di essere pronto al lancio al prezzo di 25.000 dollari senza gli incentivi fiscali statali e federali.

Quando l’azienda si è piegata sono anche andati in fumo oltre 500.000 dollari di investimenti dalla città di Salinas, in California. Ora, gli avvocati di hanno presentato una querela contro l’azienda per recuperare parte dell’investimento perso.

Secondo la causa, “[Green Vehicles] ha violato ogni termine dei contratti e gli imputati sapevano al momento della stipula dei contratti di non intendere usare il denaro, come richiesto nella durata degli accordi”.
Il co-fondatore e presidente di Green Vehicles, Mike Ryan non ha commentato la causa, ma ha parlato della chiusura dell’azienda. “Il nostro sogno era quello di cambiare i mezzi per ‘gente normale’ e qualcosa di pratico, sostenibile, accessibile. Le mie più sincere scuse per non arrivare alla conclusione anche se abbiamo lavorato duramente per realizzarlo”.

Possiamo capire la frustrazione di Salinas City per il loro investimento perso, ma non possiamo vedere che loro ottengano gran parte dei soldi persi – e neanche abbiamo molta simpatia per loro.

Gli investimenti all’inizio sono e saranno sempre un investimento rischioso. A volte l’investimento si ripaga, ed era stato il caso che, Green Vehicles si aspettava con la loro impresa di contribuire al gettito fiscale di 700 mila dollari all’anno, così come la creazione di 70 posti di lavoro. Tuttavia, anche nei regolari start-up la possibilità di sopravvivenza è bassa.

Lo start-up delle auto elettriche sono ancora più di rischiosi in quanto il mercato stesso è ancora da decidere se le auto elettriche hanno un senso. Stiamo perdendo il conto del numero di volte che il costruttore svedese Think è andato sotto, e dalle norme inaudite dei responsabili di una società abbastanza grande. L’assorbimento è lento anche con i migliori veicoli elettrici.

Mettere 534.000 dollari in una start-up con un prodotto non provato, in un mercato difficile che si sta ancora riprendendo da una recessione economica sembra poco saggio, anche con il senno di poi.

Come sempre, storie come questa sono una lezione che si deve sempre investire saggiamente, soprattutto se hai a che fare con il bilancio della vostra città. La città di Salinas e Green Vehicles sono semplicemente due vittime in più di una nascente industria.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: salinas city triac

Lascia una risposta

 
Pinterest