Geely apre l’impianto produttivo dei taxi ibridi di Londra

Geely apre l’impianto produttivo dei taxi ibridi di Londra

27 mar, 2017

Lo stabilimento produttivo dei taxi ibridi plug-in di Londra aprirà in Gran Bretagna, di proprietà della società cinesi

di Stephen Edelstein

Fonte: GreenCarReports

 

22 Marzo 2017. Pochi i veicoli sono così iconici come il taxi nero di Londra, conosciuto in tutto il mondo per la sua forma verticale e ubiquità (anche se molti di loro non sono più neri).

Ma sotto la guida della casa automobilistica cinese Geely, il taxi nero è in procinto di avere un makeover green.

ha recentemente completato una fabbrica britannica che costruirà una nuova versione del taxi con un powertrain ibrido plug-in.

Situata nel a , l’impianto è costato 300 milioni di £ (373 milioni di dollari), e creerà più di mille nuovi posti di lavoro, secondo la BBC.

Il nuovo impianto sarà dedicato interamente alla produzione del nuovo taxi ibrido plug-in chiamato .

I Taxi dovrebbero iniziare uscire dalla linea di assemblaggio prima della fine dell’anno, con produzione a regime prevista nel 2018.

LTC prevede di mantenere la sua attuale fabbrica come un reparto di verniciatura, dopo che gli ultimi taxi diesel TX4 sono stati costruiti quest’estate.

Sarà anche possibile utilizzare il sito della fabbrica di Ansty Park per ospitare il reparto ricerca e sviluppo. La società aveva precedentemente indicato interesse in altri tipi di veicoli commerciali elettrificati, come un modo per aumentare il suo potenziale di mercato.

Precedentemente nota come London Taxis International, la società è stata in gravi difficoltà finanziarie nel 2013, quando fu acquistata da Geely.

La casa automobilistica cinese – che possiede anche Volvo – rapidamente ha annunciato i piani per un nuovo taxi, con un powertrain plug-in, e ha iniziato ad investire sia nello sviluppo di tale veicolo che nella nuova fabbrica in U.K..

Il TX5 è stato progettato nello studio di Geely a Barcellona, ​​e più o meno conserva l’aspetto tradizionale di un taxi di Londra.

Ma è dotato di una nuova carrozzeria con struttura in alluminio e un powertrain ibrido plug-in che secondo LTC avrà una significativa in modalità solo elettrica.

Tuttavia, l’utilizzo di tale autonomia elettrica dipende in gran parte della creazione di infrastrutture di ricarica pubblica a Londra e nelle città internazionali dove LTC prevede inoltre di commercializzare il TX5.

Senza ricarica normale, i benefici ambientali dei taxi diminuiranno in quanto coprono un minor numero di miglia alimentati da energia elettrica.

A novembre, il governo britannico ha annunciato che avrebbe speso 80 milioni di £ per le infrastrutture di ricarica, così come 150 milioni di £ per sovvenzionare l’acquisto di nuovi taxi e autobus elettrificati.

Londra ha recentemente aumentato le tasse sulle auto diesel più vecchi che entrano nel suo centro, in risposta ad un aumento dell’inquinamento atmosferico.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: coventry geely London Taxi Company Parco Ansty taxi london taxi londra tx5

Lascia una risposta

 
Pinterest