Le idee dei dipendenti dell’Ovale Blu

Le idee dei dipendenti dell’Ovale Blu

9 nov, 2016

Le idee dei dipendenti dell’Ovale Blu per uno sviluppo innovativo della mobilità delle aree urbane

, una piattaforma elettrica guidabile con le dimensioni di una ruota di scorta, , una sedia a rotelle motorizzata elettricamente in grado di auto posizionarsi all’interno del veicolo, e TriCiti, un triciclo elettrico pieghevole, sono tra le idee finaliste della sfida lanciata da Ford ai suoi dipendenti per migliorare la mobilità delle aree urbane

• Ford ha raccolto più di 600 proposte di soluzioni innovative ideate da dipendenti dell’Ovale Blu in tutto il mondo, per la gestione della mobilità di persone e merci nelle aree urbane

• Il numero di invenzioni sviluppate da dipendenti Ford ha raggiunto livelli tali da prevedere che l’incremento registrato nel 2016 segnerà un ‘all-time record’

Fonte: Ford Italia

 

Aachen, Germania. 4 novembre 2016 – Un innovativo sistema di trasporto per persone progettato per adattarsi perfettamente allo spazio di solito occupato dalla ruota di scorta all’interno del bagagliaio dell’auto, è tra le idee finaliste della sfida lanciata da Ford ai suoi dipendenti per la creazione di soluzioni di mobilità per il futuro delle aree urbane.

Carr-E, sviluppata da , ingegnere sistemista che lavora nella sede di Colonia, in Germania, è stata tra le 633 proposte di soluzioni innovative di tasporto ideate dai dipendenti Ford all’interno del Global Last Mile Mobility Challenge, il progetto che l’Ovale Blu ha sostenuto per sviluppare dispositivi di assistenza che contribuiranno a migliorare la mobilità delle persone in aree inibite ai veicoli o comunque per questi ultimi poco pratiche.

Carr-E può trasportare persone o oggetti fino a 120 kg, ha un’autonomia di 22 km e una velocità massima di 18 km/h. L’innovativa soluzione di trasporto è nella rosa dei candidati per le finali del Global Mobility Innovation Challenge insieme a eChair, una sedia a rotelle motorizzata elettricamente in grado di auto posizionarsi all’interno del veicolo, e TriCiti, un triciclo elettrico pieghevole che può essere facilmente adattato e inserito in un carrello della spesa o un carrello portapacchi.

“Abbiamo davvero bisogno di reinventare la ruota, per esplorare nuovi approcci alla mobilità”, ha raccontato Vas. “Nello sviluppare Carr-E, sono stato ispirato dalla stessa trasformazione di Ford, che sta diventando un’azienda che si occupa sia di automobili che di mobilità in generale, oltre che dalla consapevolezza di quanto rapidamente le città stiano crescendo e di come muoversi nelle aree urbane diventerà progressivamente più complicato. Volevo creare un dispositivo che rendesse il pendolarismo più facile e più divertente”.

Per lo sviluppo di Carr-E, Vas ha collaborato con il collega e il manager , mentre per il design ha lavorato con gli stilisti di Ford Europa e con gli specialisti di prototipazione del centro di ricerca RHTW dell’Università di Aachen. Il dispositivo a 4 ruote è stato concepito per completare l’uso di un veicolo e per essere di supporto ai pendolari durante la parte finale dei loro percorsi, tra il parcheggio e la destinazione finale.

Carr-E, oltre che per il trasporto persone, può essere usato anche per il trasporto di oggetti di un certo peso, sotto il controllo di un telecomando nelle mani dell’utente. Anche il TriCiti, il triciclo elettrico pieghevole, sviluppato da , e , tutti appartenenti al team Vehicle Architecture di Ford Europa, è stato progettato con la doppia finalità della mobilità persone e del trasporto merci. L’innovativa soluzione di mobilità può essere facilmente ripiegata e trasportata a bordo di mezzi pubblici o inserita all’interno di un veicolo. TriCiti ha un’autonomia di 30 km e una velocità massima di 20 km/h.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: carr-e Daniel Hari echair James Neugebauer Kilian Vas last mile global mobility challenge Robert Spahl Torsten Gerhardt tricity Uwe Wagner

Lascia una risposta

 
Pinterest