Il Commissario Europeo per il Clima in visita alla Ford

Il Commissario Europeo per il Clima in visita alla Ford

13 mar, 2012

Il Commissario Europeo per il Clima visita l’impianto Ford dove nasceranno i prossimi veicoli ecologici

Il Commissario Europeo per l’Azione per il Clima ha visitato l’impianto Ford di Colonia, in Germania, dove sarà prodotta la Fiesta ECOnetic Technology da 87g/km di emissioni di CO2

La Hedegaard ha anche provato tre versioni ecologiche della Focus: la 1.6 diesel TDCi ECOnetic Technology, al vertice del segmento per consumi ed emissioni, la 1.0 EcoBoost a benzina, e la Focus elettrica, la prima auto completamente a zero emissioni di Ford

La visita sottolinea l’impegno di Ford nel fare la sua parte per raggiungere l’obiettivo europeo del contenimento delle emissioni di CO2 a 450 ppm

Fonte: Ford

Roma, 12 marzo 2012 – Connie Hedegaard, Commissario Europeo per l’Azione per il Clima, ha visitato la settimana scorsa l’impianto Ford di Colonia, dove ha potuto osservare i grandi passi in avanti compiuti in direzione della riduzione delle emissioni CO2.

La Hedegaard ha visitato la fabbrica di Colonia-Niehl dove viene assemblata la Fiesta e dove nei prossimi mesi vedrà la luce la Fiesta ECOnetic; il Commissario ha anche guidato tre versioni ecologiche della Focus: la 1.6 diesel TDCi ECOnetic Technology, al vertice del segmento per consumi ed emissioni, la 1.0 EcoBoost a benzina, e la Focus elettrica, la prima auto completamente a zero emissioni di Ford.

“Siamo contenti di aver ospitato il Commissario, che ha potuto apprezzare di persona come le auto a zero emissioni di CO2 non compromettano il piacere di guida tipico di una Ford,” ha dichiarato , Vice Presidente Sviluppo Prodotti di Ford Europa. “Il DNA Ford è sempre la componente attorno alla quale costruiamo i nuovi progetti,” ha aggiunto, “per questo anche i veicoli che fanno della riduzione della CO2 una caratteristica chiave, mantengono le qualità che rendono i nostri veicoli così apprezzati.”

Il badge Ford ECOnetic Technology caratterizza quelle vetture che si posizionano ai vertici del proprio segmento per emissioni ridotte e bassi consumi, come l’Auto-Start-Stop, la Ricarica Rigenerativa Intelligente, l’Active Grille Shutter e l’Eco Mode. Il range delle tecnologie ECOnetic include anche soluzioni particolarmente avanzate, come la trappola per gli ossidi di azoto (NOx), e il raffreddamento a liquido dell’aria, elementi chiave per abbassare le emissioni a livelli al top del segmento.

Entro la fine del 2012, metà di tutte le auto Ford, più di 30 modelli, saranno dotate del badge ECOnetic Technologies, che le identifica per efficienza dei consumi; questa percentuale crescerà a oltre due terzi nel 2013.

“L’interesse del Commissario Europeo per l’Azione per il Clima nei confronti del nostro lavoro ci lusinga, e siamo soddisfatti dei passi in avanti che stiamo facendo in Europa,” ha dichiarato , Vicepresidente affari legali, istituzionali e ambientali di Ford Europa. “La diminuzione costante delle emissioni di CO2 dei nostri prodotti è il risultato dell’impegno di Ford nel fare la propria parte per raggiungere la stabilizzazione della presenza di CO2 nell’atmosfera a 450 ppm, secondo le policy europee, per contenere il riscaldamento globale.”

I rappresentanti Ford hanno osservato con il Commissario l’importanza della nuova Focus EcoBoost 1.0, che gioca un ruolo particolarmente importante in questo scenario: essendo un’auto destinata al grande pubblico, permette una riduzione su larga scala delle emissioni. Utilizza un motore turbo da tre cilindri che vanta le basse emissioni di CO2 di un motore compatto e tecnologicamente avanzato, con le prestazioni di motori di cilindrata superiore.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Barb Samardzich Connie Hedegaard Wolfgang Schneider

Lascia una risposta

 
Pinterest