Ford lancia la fida al mondo dei giochi

Ford lancia la fida al mondo dei giochi

7 ago, 2015

lancia la sfida agli sviluppatori: la gamification come approccio non convenzionale alla smart mobility

Ford ha lanciato una sfida agli sviluppatori di videogiochi on-line per applicare i principi della gamification alla smart mobility e identificare soluzioni non convenzionali per il futuro della mobilità urbana

Con la , sviluppata in collaborazione con il Game Lab della Facoltà di Scienze Culturali dell’Università di , Ford invita gli sviluppatori a creare un ambiente di gioco che prenda in considerazione elementi come il trasporto intermodale, i tragitti casa-lavoro e il traffico

Un panel di esperti selezionerà 5 team finalisti, uno dei quali riceverà un premio di 10.000 euro e sarà invitato a presentare il proprio videogame al Mobile World Congress 2016 di Barcellona

Gli sviluppatori possono partecipare alla sfida registrandosi entro il 1° ottobre sul sito www.ford-smart-mobility-game-challenge.com

Fonte: Ford Italia

 

Colonia, Germania, 6 agosto 2015 – Ford ha lanciato una sfida agli sviluppatori di videogiochi on-line per applicare i principi della gamification alla smart mobility e identificare soluzioni non convenzionali per il futuro della mobilità urbana. La sfida è stata annunciata del corso del 2015 di Colonia, la più importante kermesse europea dedicata all’universo dei videogiochi. Al , l’Ovale Blu ha svelato una versione ‘one-off’ della Focus RS con livrea ispirata alla serie di videogame Forza Motorsport, ed espone la spettacolare supercar Ford GT, protagonista del nuovo capitolo della celebre saga di videogiochi di corse prodotta da Microsoft.

Con la Smart Mobility Game Challenge, sviluppata in collaborazione con il Game Lab della Facoltà di Scienze Culturali dell’Università di Colonia, Ford invita gli sviluppatori a creare un ambiente di gioco che prenda in considerazione elementi come il trasporto intermodale, i tragitti casa-lavoro e il traffico.

La ‘gamification’ rappresenta oggi uno degli approcci non convenzionali attraverso i quali apportare, tramite soluzioni innovative, sostanziali miglioramenti alla vita di tutti i giorni trasformandone gli aspetti più noiosi e ripetitivi in un’esperienza ludica e appassionante.

Ford ha già applicato con successo alcuni elementi di ‘gamification’ ai propri prodotti: il sistema EcoMode disponibile a bordo sia di auto che di veicoli commerciali dell’Ovale Blu, e l’interfaccia SmartGauge dei modelli elettrici e ibridi come la Focus Electric e la Mondeo Hybrid, analizzano lo stile di guida e premiano con riconoscimenti digitali chi, al volante, privilegia l’efficienza e la regolarità di guida per ridurre i consumi e le emissioni.

La Ford Smart Mobility Game Challenge ha l’obiettivo di identificare modalità attraverso la quale integrare i componenti stressanti della mobilità contemporanea con elementi come sfide ludiche, obiettivi, premi e riconoscimenti incrementando allo stesso tempo la qualità della vita, il comfort e l’efficienza.

Un panel di esperti selezionerà 5 team finalisti, uno dei quali riceverà un premio di 10.000 euro e sarà invitato a presentare il proprio progetto al Mobile World Congress 2016 di Barcellona.

Il panel è composto da:

·         , professore di media design e direttore del Cologne Game Lab

·         Will Farrelly, User Experience Innovation, Ford Smart Mobility, di Ford Europa

·         Tracy Fullerton, direttore del programma videogame e responsabile della divisione media interattivi e videogame della University of Southern California

·         Dan Greenawalt, direttore creativo dei Turn 10 Studios

·         Paolo Tumminelli, professore della International School of Design di Colonia

“La Smart Mobility Game Challenge è stata ideata per stimolare la creatività all’interno della ‘gaming community’ e sviluppare approcci innovativi per l’analisi della mobilità globale”, ha dichiarato , Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata, di Ford. “Applicare le componenti ludiche alla pianificazione dei trasporti, per esempio, può migliorare l’esperienza di tutti i giorni e aiutare a comprendere in che modo il comportamento delle persone può evolversi assieme all’infrastruttura dei trasporti”.

 

La Smart Mobility Game Challenge è uno degli esperimenti del programma globale Ford Smart Mobility, che si declina attraverso una serie di oltre 25 tra sfide e sperimentazioni che hanno lo scopo di identificare soluzioni per la mobilità del domani. Alcune di queste contemplano formule di trasporto intermodale tramite app intelligenti di pianificazione dei tragitti, e-bike di nuova generazione e analisi dei ‘big data’ per studiare i flussi e la movimentazione delle persone nelle grandi città.

“I videogiochi garantiscono livelli di coinvolgimento che altri media non riescono a raggiungere”, ha aggiunto Washington. “Grazie a queste qualità, la Smart Mobility Game Challenge aiuterà a migliorare l’esperienza di trasporto durante i  propri spostamenti”.

Un sistema di premi e riconoscimenti mutuato dalle formule dei videogiochi potrebbe, per esempio, premiare chi cammina o utilizza la bicicletta con il bel tempo, o chi si avvale di formule intermodali di trasporto utilizzando i servizi pubblici quando i livelli del traffico superano determinate soglie. La gamification come strumento di problem solving viene già utilizzata, per esempio, nella ricerca di una cura per l’AIDS, per lo studio dei tumori*, o per incentivare l’efficienza energetica e le buone pratiche ambientali.

Gli sviluppatori possono partecipare alla sfida registrandosi, entro il 1° ottobre 2015, sul sito www.ford-smart-mobility-game-challenge.com.

“I giochi nascono per l’intrattenimento, ma svilupparli richiede creatività e capacità specifiche come forme anticonvenzionali di problem-solving, qualità necessarie a immaginare la prossima generazione di soluzioni di trasporto”, ha spiegato Bjoern  Bartholdy. “Siamo orgogliosi di partecipare con Ford allo sviluppo della Smart Mobility Game Challenge e mettere alla prova il talento e il know-how della gaming community”.

 

* Il videogioco Foldit (http://fold.it), per esempio, prevede la risoluzione di puzzle relativi alla struttura molecolare delle proteine. In sole 3 settimane ha permesso di definire il codice dell’enzima di un retrovirus sul quale gli scienziati erano al lavoro da oltre 10 anni.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bjoern Bartholdy colonia ford gamescom Ken Washington Smart Mobility Game Challenge Vice Presidente Ricerca Ingegneria Avanzata Ford

Lascia una risposta

 
Pinterest