Ford C-Max certificata dal TÜV contro le allergie

Ford C-Max certificata dal TÜV contro le allergie

11 apr, 2011

La nuova C-MAX è il più recente modello Ford ad avere ottenuto la certificazione del contro le allergie

Sono oltre 100 i materiali e i componenti antiallergici testati e approvati
Ford è l’unico marchio automobilistico al mondo a detenere la certificazione ufficiale del TÜV per interni a prova di allergie

Fonte: Ford Motor Company

Roma, Italia. 11 aprile 2011 – La primavera è arrivata. Per la maggior parte delle persone è la benvenuta poiché segna la fine delle buie e tristi giornate invernali. Ma secondo le stime, per 80 milioni di persone in tutta Europa che soffrono di una forma allergica, l’arrivo della primavera significa doversi armare di fazzoletti e medicinali.

Consapevoli del problema, i team Ford addetti allo sviluppo delle vetture stanno compiendo grandi sforzi per rendere antiallergico l’abitacolo. Giusto in tempo per la stagione primaverile, le nuove C-MAX a cinque posti e C-MAX7 hanno ricevuto il marchio di qualità “Allergy Tested Interior” conferito dal TÜV Rheinland, società di certificazione indipendente riconosciuta a livello mondiale con sede in Germania.

Ford è l’unico produttore automobilistico al mondo in possesso della certificazione TÜV e ha ottenuto anche il certificato di qualità del centro europeo per la ricerca sulle allergie (European Centre for Allergy Research Foundation) di Berlino.

“Vogliamo dare il meglio ai nostri clienti, non solo in termini di design, prestazioni e qualità, ma anche di comfort nell’abitacolo. Per questo, stiamo facendo tutto il possibile per evitare o ridurre al minimo l’utilizzo di qualsiasi materiale o sostanza che possa provocare reazioni allergiche”, ha dichiarato Caspar Dirk Hohage, Direttore della progettazione per Ford Europa.

“Siamo l’unico marchio automobilistico al mondo ad offrire sul mercato vetture che sono state verificate e certificate contro le allergie da un organismo indipendente come il TÜV”.

Le Le nuove C-MAX a cinque posti e C-MAX7 si uniscono a una nutrita schiera di vetture Ford certificate dal TÜV, tra cui Fiesta, il modello precedente della Focus, S-MAX, Galaxy, Mondeo e Kuga. Ad oggi, sono in circolazione quasi 4,5
milioni di vetture Ford con certificazione del TÜV. I risultati delle misurazioni e delle valutazioni del TÜV sono disponibili online sul sitowww.TÜV.com .

Generalmente, Ford testa le proprietà anallergiche di oltre 100 materiali e componenti. Inoltre, tutti i componenti a contatto diretto e prolungato con la pelle, come ad esempio il volante e i coprisedili, vengono testati anche dermatologicamente. Le vetture, infine, sono dotate di filtri antipolline ad alte prestazioni che impediscono ai pollini allergenici di infiltrarsi all’interno dell’abitacolo.

Gli ingegneri Ford evitano o riducono al minimo l’uso di materiali, quali lattice, cromo e nichel, che in alcune persone possono provocare reazioni allergiche.

La certificazione del TÜV conferma ufficialmente che i materiali per gli interni utilizzati a bordo dei nuovi modelli sono stati appositamente selezionati per ridurre al minimo il rischio di sintomi allergici nei passeggeri. Il marchio di qualità viene conferito al termine di un processo di valutazione condotto dal TÜV che prevede test esaurienti e scientificamente verificabili per identificare la presenza di sostanze nocive e di allergeni.

La grande attenzione di Ford per la gestione di sostanze e materiali ha una lunga storia alle spalle. Per oltre 20 anni, il Restricted Substance Management Standard adottato dalla casa automobilistica ha decretato i materiali da evitare
o addirittura eliminare, sia dai prodotti, servizi e processi Ford che da quelli dei fornitori.

Ford ha messo a punto una serie di processi e strumenti di sistema, collettivamente ribattezzati Global Materials Management, con i quali gestire i materiali per l’intero ciclo di vita della vettura. Grazie a questo apparato, Ford è in grado di comunicare ai fornitori le specifiche dei materiali, tracciando le materie prime utilizzate nella produzione dei vari componenti.

Ford si è inoltre dotata di un rigoroso corpus di criteri interni per incrementare l’utilizzo di materiali sostenibili nei suoi prodotti, così da incentivare, ad esempio, il ricorso a materiali riciclati, rinnovabili e
leggeri.

In Europa, la gestione di materiali e sostanze (compreso il marchio di qualità TÜV contro le allergie) fa parte del rivoluzionario (PSI, Indice di sostenibilità del prodotto) di Ford.

Nel panorama automotive, il PSI è lo strumento di valutazione più completo per affrontare la questione dell’impatto ambientale, sociale ed economico delle vetture.

Oltre all’uso di materiali sostenibili (riciclati e rinnovabili) e alla gestione delle sostanze (di cui fa parte la certificazione TÜV per interni antiallergici), l’indice PSI di Ford contempla altre sei caratteristiche classificabili come elementi chiave per la sostenibilità di una vettura: potenziale di surriscaldamento globale e qualità dell’aria durante il ciclo di vita, impatto del rumore esterno, sicurezza (per occupanti e pedoni), capacità
di mobilità (capacità di carico passeggeri e bagagli rispetto alle dimensioni della vettura) e costi di possesso.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: filtro anti allergia Ford c-max Product Sustainability Index TÜV

Lascia una risposta

 
Pinterest