Ford applica il cloud computing alla guida

2011 Ford Transit Connect Electric (UK)

18 ott, 2011

Ford dimostra la tecnologia intelligente di elettrificazione in grado di adattarsi con l’evoluzione green delle città

* Ricercatori Ford mostreranno la tecnologia intelligente di elettrificazione basata su cloud computing per ottimizzare i parametri di efficienza di un plug-in a trazione ibrida presso il 18 ° Congresso Mondiale sul sistemi di trasporto intelligenti
* Il presidente esecutivo Bill Ford sarà uno dei principali oratori e parlerà della sua visione per il futuro del trasporto
* I ricercatori Ford daranno un primo assaggio su come la tecnologia cloud-based potrebbe essere utilizzata per migliorare il funzionamento dei powertrain alla I / O Conference degli sviluppatori di Google in quanto l’hanno evidenziato come parte del futuro della tecnologia Ford con la Concept car Evo

Fonte: Ford

Dearborn, Michigan, 14 ottobre 2011 – Ford Motor Company continua la sua ricerca su come la tecnologia cloud-based può rendere i veicoli più intelligenti e – per la prima volta – dimostra pubblicamente questa innovazione durante il 18° Congresso Mondiale sui sistemi di trasporto intelligenti della prossimo settimana.

Il presidente esecutivo della Ford Motor Company Bill Ford sarà un relatore e parlerà del futuro del trasporto. Egli metterà in risalto come veicoli intelligenti e innovazioni come l’elettrificazione intelligente possano aiutare a risolvere i problemi di trasporto emergenti sulle strade di tutto il mondo.

Nel frattempo, i ricercatori e gli ingegneri Ford presenteranno la tecnologia progettata per personalizzare l’esperienza di guida che è centrata su tre aree di cloud-based innovativo: routing intelligente, la guida intelligente e il funzionamento intelligente.

“Con questa tecnologia si parla di vantaggi per il cliente puro – creare la giusta esperienza personalizzata e ottimizzata per ogni veicolo, persona e situazione”, ha detto Mascarenas Paul, Chief Technical Officer e vice presidente Ford Ricerca e Innovazione. “Mentre si evolve il nostro sistema di trasporto – ad esempio, con zone a minori emissioni – la ricerca che stiamo facendo ora ci aiuterà a soddisfare le esigenze future dei nostri clienti. Per esempio, le automobili potrebbero un giorno adattare le loro prestazioni powertrain a questi tipi di diverse condizioni di guida. ”

Alla conferenza di maggio I / O Google, Ford ha introdotto la sua ricerca utilizzando il cloud computing per prevedere il comportamento del conducente in modo da ottimizzare i sistemi di controllo del veicolo e migliorare le caratteristiche prestazionali di efficienza dei veicoli a carburante o ibridi-elettrici.

L’impegno di Ford per la tecnologia è stato ulteriormente in mostra quando la Concept Ford Evo è stata presentata al Motor Show di Francoforte 2011 di settembre. La concept Evo esplora il potenziale per il collegamento di un veicolo al cloud al fine di personalizzare l’esperienza di guida sulla base di variabili come i gusti personali e stati d’animo del conducente.

“Ford offre già servizi cloud-based attraverso Ford SYNC ®, ma i servizi finora sono stati utilizzati per fini di traffico di infotainment, navigazione e informazioni in tempo reale sul traffico”, ha dichiarato , esperto tecnico, Architettura dei controlli e Progettazione di algoritmi, Ford Ricerca e Innovazione, che presenterà durante la conferenza. “Questa tecnologia ha il potenziale per potenziare i nostri mezzi per anticipare le esigenze del conducente per varie ragioni, come ad esempio ottimizzare l’efficienza di trasmissione di un veicolo.”

Negli esempi che saranno presenti al Congresso Mondiale sui Sistemi di trasporto intelligenti, i ricercatori dimostrano come una () potrebbe utilizzare una combinazione di tecnologia cloud-based e di proprietà di imparare quando passare dall’essere alimentato a benzina a tutto-elettrico entrando in una zona a traffico controllato. Città come Londra, Berlino e Stoccolma hanno già tali zone.

McGee ha detto che se un veicolo è stato in grado di prevedere esattamente quando potrebbe entrare in tale zona, si potrebbe ottimizzare il rispetto delle norme e allo stesso tempo ottimizzare il consumo di energia sulla distanza totale del percorso passando per la modalità completamente elettrico in momenti specifici.

Quali sono le prospettive?

Si sta lavorando per studiare la fattibilità di includere variabili come lo stile e le abitudini dell’autista nel processo di ottimizzazione, in modo che Ford possa migliorare ulteriormente i sistemi di controllo del veicolo e consentire ad auto e autista di lavorare insieme per massimizzare l’efficienza energetica.

Parte integrante di questa nuova fase di lavoro è la sicurezza delle informazioni personali, una questione che è della massima importanza per Ford. “Ci rendiamo conto della natura di questa ricerca che prevede l’utilizzo dei dati personali e la localizzazione geografica, dati dei nostri clienti che ci impegniamo a proteggere in tutto ciò che facciamo. Caratteristiche come queste sarebbe offerte come opzionali, lasciando la decisione di partecipare o no ai nostri clienti”, ha dichiarato , architetto di sistema, controlli dei veicoli Architettura e Design Algorithm, Ford Ricerca e Innovazione.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: cloud-computing Escape plug-in hybrid Johannes Kristinsson phev Ryan McGee

Lascia una risposta

 
Pinterest