Nasce nel cuore di Milano Officine Ruggenti

Nasce nel cuore di Milano Officine Ruggenti

7 apr, 2017

L’auto vintage diventa “Green” e “Hi-Tech”

Trasformazione dei veicoli d’epoca e di valore storico in elettrici e, in futuro, in ibridi plug-in senza la necessità di procedere alla riomologazione del mezzo e senza perdita della targa originale

Possibilità di integrazione del sistema di infotainment di bordo con dispositivi di navigazione 
di tipo satellitare, di connessione alla rete Internet e di navigazione sul Web

App per smartphone per la verifica a distanza della carica delle batterie del veicolo

Possibilità di circolare anche nei giorni di blocco del traffico e in molte aree a traffico limitato

Pieno accesso delle vetture trasformate in elettriche alle agevolazioni previste per i veicoli EV, tra cui l’esenzione del bollo per 5 anni, l’accesso gratuito all’Area C di Milano, il parcheggio gratuito sulle strisce blu e gialle (a seconda dell’ordinanza comunale)

Al lancio di , avvenuto in occasione della prima giornata della Design Week, è stata offerta all’assessore alla Mobilità e all’Ambiente di Milano l’elettrificazione di un veicolo in utilizzo al Comune.

Sino all’8 aprile, a Milano, nell’installazione di via Gabba 1 di Officine Ruggenti sarà possibile per il pubblico della Design Week prenotare dei test di guida con una Full Electric del 1963.

Fonte: Officine Ruggenti

 

L'Assessore Granelli alla guida della Fiat 500 elettrica

Milano, Italia. 6 aprile 2017 – Nel cuore della capitale economica d’Italia, a due passi dal Duomo, prende il via il progetto Officine Ruggenti. In via Gabba al numero 1, ha aperto la sede amministrativa del primo atelier italiano che, grazie alla unico produttore di kit retrofit omologati a livello europeo, trasforma auto classiche o vintage in ecologiche vetture ad alimentazione elettrica, equipaggiate con moderne batterie al litio che assicurano autonomie di percorrenza reali sino a 250 km.

Un’operazione possibile per le previsioni contenute nel Decreto Retrofit (D.M.T. n. 219 del 1 dicembre 2015), in vigore dal primo gennaio 2016, che viene eseguita senza la necessità di riomologare la macchina. A livello burocratico, infatti, è richiesto solo un semplice aggiornamento della carta di circolazione. In questo modo è possibile conservare la targa originale del veicolo, a vantaggio del relativo valore storico. Grazie a questa trasformazione, poi, le auto storiche e vintage possono circolare anche nei giorni di blocco del traffico e in molte aree a traffico limitato delle aree urbane italiane e hanno il pieno accesso alle agevolazioni previste per i veicoli EV, tra cui l’esenzione del bollo per 5 anni, l’accesso gratuito all’Area C di Milano, il parcheggio gratuito sulle strisce blu e gialle (a seconda dell’ordinanza comunale).

L’operazione comporta a livello tecnico la sostituzione dell’originale motore endotermico con un moderno propulsore elettrico brushless e l’aggiunta delle batterie di trazione, senza modifiche di altro tipo per quello che riguarda le parti meccaniche. In alternativa al “trapianto di cuore” completo, Officine Ruggenti, che aprirà il suo primo store in autunno, proporrà in futuro anche la possibilità di rendere ecologiche le auto vintage dotandole di alimentazione ibrida plug-in. In questo caso con autonomie in marcia elettrica a zero emissioni di 30-80 km, a seconda delle dimensioni degli accumulatori installati e delle caratteristiche tecniche della vettura.

Officine Ruggenti attraverso la distribuzione delle esclusive produzioni in piccola serie di propone anche l’acquisto di vetture storiche già trasformate in bellezze d’antan ecologiche. In questo caso non ci troviamo di fronte solo a restauri integrali e parziali delle auto, ma a vere e prorie opere d’arte di alta tecnologia e artigianalità italiana che comprendono la revisione di tutta la meccanica dell’auto e la personalizzazione di interni ed esterni e digitalizzazione della parte infotainment, con la possibilità di integrare l’impianto audio di bordo con moderni sistemi multimediali (montabili anche a scomparsa grazie all’uso di smartphone) e dispositivi per la connessione hot-spot a Internet.

Per il fondatore di Officine Ruggenti, , quella che sta per partire oltre che a Milano e, in futuro, anche in alcune capitali europee è “Una vera operazione culturale che punta a diffondere un nuovo modo di vivere l’auto. Se penso per esempio alla mia Milano, al suo splendido centro storico, alle opportunità che offre – sottolinea Garibbo – non riesco a immaginare a nulla di più emozionante che coglierle arrivando al volante di una meravigliosa spider d’antan ma alimentata a propulsione elettrica. Questo vale per Milano ma anche per Roma, Firenze, Torino e Palermo e per i centri storici della maggior parte deIle città della nostra splendida Italia che ora possono essere vissuti e apprezzati al volante con emozioni mai provate. Il gusto per il bello tipico dei carrozzieri del passato, l’abilità costruttiva dei maestri artigiani d’un tempo si sposano in questo progetto con il piacere di soluzioni tecnologiche moderne e con il comfort e la silenziosità di marcia che solo la propulsione elettrica sa offrire, con massimo appagamento anche per la coscienza ambientalista”.

La presentazione di Officine Ruggenti si è svolta lunedì 3 aprile, nel cuore di Milano, in via Gabba 1. Nell’installazione a cielo aperto a tema Fiat 500 Full Electric, realizzata per la Design Week che rimarrà aperta sino all’8 aprile e dove il pubblico può effettuare dei test drive delle vetture. Alla cerimonia inaugurale Andrea Garibbo, fondatore di Officine Ruggenti, alla presenza di , assessore alla Mobilità e all’Ambiente del comune meneghino, ha offerto a Milano l’elettrificazione di un’auto di un’auto comunale. Vettura che sarà consegnata in autunno, in contemporanea all’apertura del primo store di Officine Ruggenti.

“Si tratta di un piccolo e doveroso contributo – ha detto Garibbo – nei confronti della nostra città, della città che ospita Officine Ruggenti, per aiutarla a combattere il problema dell’inquinamento atmosferico e acustico. Con un’auto a emissioni zero la mobilità diventa amica dei cittadini: ci guadagnano i loro polmoni ma anche le loro orecchie, dal momento che quando si muove non inquina e non fa rumore. Se poi è una splendida vettura storica, nel vederla circolare ci guadagna anche la vista…”.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Andrea Garibbo assessore alla Mobilità e all'Ambiente del comune milano fiat 500 Marco Granelli Newtron Engineering Officine Amarcord officine ruggenti

Lascia una risposta

 
Pinterest