Autonomia 20 km solo con il solare

Autonomia 20 km solo con il solare

17 ago, 2013

Concept car elettrica percorre 20 km a energia solare

Un nuovo prototipo di auto elettrica spera di superare il problema dell’autonomia.
In grado di percorrere fino a 20 km (12 miglia) con l’energia solare generata tramite i propri pannelli solari alloggiati a bordo della vettura, la nuova vettura P-MOB potrebbe garantire che i viaggi brevi sono completamente verdi.

Fonte: Thegreencarwebsite

Torino, Italia. 14 agosto 2013. Finanziato dall’Unione Europea, il progetto da 2,8 milioni di Euro è stato sviluppato per produrre un veicolo elettrico che offra una vera efficienza energetica e sicurezza pur essendo compatto.

Supportato da Germania, , , , e l’Università di Sheffield, il modello è un quattro ruote motrici, con motori montati sia sull’asse posteriore che su quello anteriore, per la facile gestione e l’efficienza superiore, ed è capace di raggiungere una velocità massima di 62 mph (37 km/h). Il veicolo è dotato sia di celle solari in silicio monocristallino che di una batteria che può essere caricata dalla rete elettrica. Una volta che le batterie sono cariche, tutta la carica solare aggiuntiva potrebbe essere venduta alla rete elettrica.

Un progetto parallelo chiamato “Building blocks concepts for efficient and safe multiuse urban electrical vehicles” (Concept di costruzione di blocchi multiuso di veicoli elettrici urbani efficienti e sicuri “(Wide-MOB), con il coinvolgimento dei partner di P-MOB, ha contribuito ad assicurare un’eccellente aerodinamica. Come risultato, il P-MOB promette bassissima resistenza aerodinamica, di circa il 30 per cento in meno rispetto altri veicoli delle stesse dimensioni. Presenta inoltre due porte su un solo lato per avere un elevato grado di sicurezza, migliore ergonomia e minore complessità.

Testato in pista nel a Torino, in Italia, il modello ha già dimostrato di avere un’autonomia di 12 miglia (19 km) solo con l’uso dell’energia solare, valore sufficiente per la media europea quotidia di percorrenza dei pendolari, specialmente nei Paesi più solari del sud Europa.

“Piuttosto che offrire forme di mobilità sulla base di prezzi dell’energia sempre in aumento, l’industria è ora di fronte alla possibilità di soddisfare una richiesta razionale di mobilità: pulita, sicura ed a basso consumo di energia, che richiedono meno energia per essere prodotti e con l’utilizzo di materiali riciclabili a fine vita”, afferma il dottor , leader del progetto e CEO di (IFEVS), una partnership italiana dedicata allo sviluppo di veicoli elettrici.

“Il progetto ha incontrato avuto un’ottima classifica per quanto riguarda la sicurezza, un basso ingombro ed estremamente basso consumo di energia, rendendolo ideale per le esigenze di molte persone in città così come nella circolazione sulle strade di periferia” – ha aggiunto il Dr. Perlo.

Il progetto si propone di continuare ad esplorare lo sviluppo dei veicoli elettrici leggeri.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Centro Ricerche Fiat fiat IFEVS Interactive Fully Electrical Vehicles mazel Pietro Perlo Polimodel siemens università sheffield

Lascia una risposta

 
Pinterest