Fallimento di Coda Automotive

Fallimento di Coda Automotive

5 mag, 2013

Avvio del di Coda Automotive

di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

1 maggio 2013. Coda Automotive è diventata l’ultima vittima della spietata industria automobilistica dell’elettrico ed oggi ha presentato la dichiarazione di fallimento.

La società si sciogliera per quanto riguarda il business dell’auto e invece concentrerà i suoi sforzi in Coda Energy, una attività di batterie stazionarie iniziata nel 2011.

Secondo il Detroit News, l’Amministratore Delegato Coda, , ha detto in una dichiarazione:

“Dopo la conclusione di una revisione globale delle nostre opzioni strategiche, il consiglio di amministrazione, il team di gestione e il gruppo senior di prestito hanno concluso che concentrandosi su attività di stoccaggio di energia si troveranno le migliori oppurtunità per la società e per andare avanti.

“Crediamo che il processo di ristrutturazione che abbiamo stipulato oggi consentirà alla società di completare la vendita e confermare un piano che massimizza il valore delle sue attività, che serve gli interessi dei nostri stakeholder.”

La ristrutturazione si intende la morte della Coda Sedan 2012, che ha subito ritardi durante tutta la sua concezione prima essere finalmente in vendita nel mese di luglio 2012.

Allo stesso modo si trova in difficoltà un’altra casa automobilistica elettric, la Fisker Automotive e la sua vettura elettrica range-extended Karma, il cui lancio sul mercato è stato tutt’altro che agevole.

In primo luogo, hanno fatto una brutta figura nei test in pista a Inside Line. E poi ha ottenuto solo due stelle nel crash test frontale di NHTSA.

Dicembre ha visto licenziata il 15 per cento della forza lavoro di Coda e poi a gennaio, la società ha ridotto i prezzi della sua berlina a solo $ 24.995.

Coda Holdings, controllante della società, è in bancarotta secondo il Chapter 11 in Delaware. Un affiliato della società, Fortress Investment Group, è leader di un consorzio di istituti di credito per il finanziamento del debitore in possesso di titoli, che consente alla parte di energia del business di rimanere inalterato nel corso dell’intero procedimento.
Coda Energy utilizza la stessa tecnologia di base che si trova nella berlina elettrica – un aspetto che Coda ha da tempo affermato essere avanti nella curva in termini di accumulo di energia e di gestione termica.

E’ un peccato che non vedremo che cosa Coda potrebbe fare con la sua proposta del secondo veicolo elettrico, che doveva essere in programma per il 2014.

Riguardo le circa 100 berline Coda vendute, l’azienda ha dovuto affrontare gli stessi problemi come tanti altre prima di lei – finanziari a parte, è stata semplicemente costruito un prodotto che pochi volevano comprare.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: economia fallimento Phil Murtaugh

Lascia una risposta

 
Pinterest