Stabilimento GM della Spark EV alimentato green

Stabilimento GM della Spark EV alimentato green

4 giu, 2015

ENERGY STAR®, USGBC e l’agenzia dello Stato del riconoscono gli sforzi dell’impianto fatti nell’allestimento di un impianto verde

Fonte: General Motors

 

White Marsh, Maryland. USA. 31 Maggio 2015. Chevrolet recentemente ha iniziato a vendere la Spark EV ai pendolari del Maryland in grado di trarre vantaggio da un’infrastruttura di ricarica dello stato. Ora il motore elettrico della vettura ed il suo azionamento vengono fabbricati nel Maryland sotto un tetto di pannelli solari in un edificio ceertificato nuovamente da LEED.

Il greening del complesso General Motors Baltimore Operations include l’aggiunta di 580 kW di energia solare sul tetto del suo edificio di costruzione di e-Motor. Insieme con la produzione di 1,23 megawatt di pannelli solari sul suo terreno, il 6 per cento dell’elettricità dell’impianto proviene da fonti rinnovabili. Empower Energie con sede nel Maryland ha installato il sistema solare.

Il Green Building Council degli Stati Uniti ha certificato l’edificio come LEED Silver per gli aggiornamenti ambientali, come i pannelli solari, l’installazione di diodi emettitori di luce, o LED, illuminazione esterna e l’utilizzo di lampade fluorescenti compatte nelle aree di produzione.

Gli sforzi dei dipendenti per ridurre ulteriormente l’impronta di carbonio dell’edificio hanno portato a superare le rigorose norme di ENERGY STAR® che sfida l’US Environmental Protection Agency per l’Industria, che richiede una riduzione del 10 per cento dell’intensità energetica entro cinque anni. ha raggiunto altre 70 obiettivi d’azione in GM, che è il leader globale della sfida.

“Migliorare l’efficienza energetica degli impianti e degli edifici della nostra nazione è fondamentale per la tutela del nostro ambiente”, ha dichiarato , direttore del Partnerships Division . “GM sta affrontando questo nella sua pianta di Baltimora raggiungendo una riduzione del 15,5 per cento dell’intensità energetica e sta aprendo la strada per rendere gli edifici in cui lavoriamo, giochiamo e impariamo più efficienti”.

, direttore esecutivo del , ha detto che la società vede la sua attività di sostenibilità come un modo per migliorare le comunità in cui opera.

“Crediamo che ridurre l’impatto ambientale è un bene per il clima ed è anche buono per il nostro business”, ha detto Martin. “Dovunque possiamo, stiamo riducendo il nostro consumo energetico, alimentando i nostri impianti con energie rinnovabili e conservando delle risorse”.

Maryland Energy Administration ha riconosciuto Baltimore Operations con il suo premio di Game Changer per una tecnologia di carica intelligente creando microgrid e gestito in collaborazione con TimberRock Energy Solutions e OnStar.

I pannelli solari posti sul tetto intrappolano la potenza del sole per creare energia, che viene utilizzata per caricare la flotta di Chevrolet Volt o immagazzinato in un sistema di accumulo integrato in grado di supportare la griglia e fornire energia all’impianto.

“Crediamo che il futuro è elettrico e ci sforzano di garantire il nostro processo di produzione in modo di riflettere l’efficienza pulita di questi veicoli”, ha detto il direttore dello stabilimento . “Siamo sempre alla ricerca di modi migliori per alimentare il nostro futuro”.

L’impianto sostiene le organizzazioni a base comunitaria impegnate a far progredire la consapevolezza e l’educazione ambientale. I dipendenti sono mentore di studenti locali in progetti di qualità e di miglioramento ambientale e Baltimora Operations mantiene un habitat di fauna selvatica certificata dal Wildlife Habitat Council.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: baltimora Bill Tiger Chevrolet Spark EV climate protection EPA global public policy greg martin jean lupinacci maryland

Lascia una risposta

 
Pinterest