GM e ABB danno seconda vita alle batterie

GM e ABB danno seconda vita alle batterie

11 dic, 2012

Fonte: General Motors

San Francisco, California. USA. 7 dicembre 2012. General Motors e hanno mostrato oggi la fase successiva del riutilizzo delle batterie, il ricondizionamento delle cinque batterie usate dalla Chevrolet Volt in un’unità modulare in grado di fornire due ore di energia elettrica necessaria per 3-5 abitazioni americane.

Il funzionamento del gruppo di continuità e di alimentazione del sistema di bilanciamento della rete era quello che si intendeva dimostrare durante il GM’s Electrification Experience. L’unità prototipo fornisce 25 kW di potenza e 50 kWh di energia per alimentare tutte le luci di supporto e le attrezzature audiovisive in una struttura “off-grid” utilizzata per l’evento.

“Lo sviluppo della batteria GM si estende per tutta la vita della batteria, compreso l’uso secondario “, ha detto , responsabile . “In molti casi, quando la batteria di un EV ha raggiunto la fine della sua vita in un’applicazione automotive, solo il 30 percento o meno della sua vita è stato usato. Questo lascia una enorme quantità di vita che può essere applicata ad altre applicazioni come alimentare una struttura prima che la batteria venga riciclata. “

GM e ABB l’anno scorso hanno dimostrato come la batteria di una Chevrolet Volt potrebbe essere utilizzata per raccogliere l’energia e alimentare di nuovo la rete e fornire potenza supplementare da usare in case o aziende.

Durante la manifestazione di oggi, il sistema di accumulo di energia è stato eseguito in una “remote power back-up”, modalità di back-up in cui il 100 per cento della potenza per l’impianto è venuto da Volt nel sistema di stoccaggio di ABB Inverter Energy.

Una simile applicazione potrebbe un giorno essere usata per alimentare un gruppo di case o piccole imprese o edifici durante una interruzione di corrente, consentono lo stoccaggio di energia durante i periodi economici per l’uso durante i picchi di domanda costosi o per contribuire a rendere per colmare le lacune del solare, dell’energia dal vento o di altra produzione di energia rinnovabile.

Queste funzioni, insieme al sistema della regolazione della frequenza di distribuzione elettrica, potrebbe un giorno essere usato da programmi delle utilities per ridurre i costi ai clienti e migliorare la qualità della erogazione di potenza. Queste applicazioni sono indicate come comunità di stoccaggio di energia per distinguerli dai progetti delle sottostazione di accumulo di energia.

“Abbiamo dimostrato oggi quanto velocemente questo concetto di ricerca si sta trasformando in realtà”, ha detto , Senior Vice President di ABB per lo sviluppo di affari in Nord America. “Il sistema di batterie ABB-GM Volt è l’uso per la prima volta al mondo dell’auto a batterie con la quale è possibile l’alimentazione di backup per le case e altre attività commerciali. Ci sarà installato presto sulla griglia per completare la valutazione tecnica, e questo ci dirà tutto quello che le applicazioni smart grid possono fare, come back-up di potenza, la riduzione dei costi energetici, il rafforzamento dei sistemi di distribuzione e stoccaggio delle utilities e del surplus di energia rinnovabile. “

Il Centro Ricerca ABB a , Carolina del Nord, ha condotto la ricerca e lo sviluppo, e l’ABB Business Unit Media Tension a , in Florida, ha seguito la gestione del proof-of-concept test, le ricerche di mercato e lo sviluppo del prodotto. Come azienda produttrice di sistemi di ricarica rapida per EV più grande del mondo e leader nella smart grid e lo stoccaggio dell’energia, ABB collabora con le aziende di auto ed altre quali costruttori di batterie e dei programmi di utilità per contribuire a rendere l’energia elettrica e le operazioni industriali più produttive ed efficienti.
GM intende garantire sistemi di batterie utilizzate nelle future vetture Chevrolet, Buick, GMC e Cadillac fornendo benefici ambientali e sociali oltre il loro utilizzo nel veicolo. Molto prima che la batteria venga riciclata, un uso secondario offre la possibilità di utilizzare completamente la risorsa batteria.

GM è dedicata alla riduzione dei rifiuti in tutte le sue operazioni a livelo mondiale, essendo dotata di impianti di produzione combinata di riciclo del 90 per cento dei rifiuti che generano.

Assicurare che le batterie siano parte della riduzione dell’impatto ambientale della vita utile del proprio veicolo, fa parte della tabella di marcia della società nei confronti della sostenibilità.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: abb Burchett Allen GM Senior Battery Lifecycle Management Lake Mary Pablo Valencia Raleigh

Lascia una risposta

 
Pinterest