Nel 2018 arriva la BMW i5?

Nel 2018 arriva la BMW i5?

16 apr, 2015

Importante perché contiene un sistema ibrido plug-in più sviluppato

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

13 Aprile 2015. Dai quattro marchi automobilistici tedeschi di prestigio, BMW è chiaramente la più aggressiva nei suoi piani per le auto elettriche in diversi segmenti.

L’anno scorso ha lanciato la piccola hatchback elettrica BMW i3 e la sexy coupé sportiva ibrida BMW i8 plug-in.

Secondo alcuni rapporti fuori della Germania, il prossimo veicolo della famiglia “i” si chiamerà – e sarà una berlina sportiva ibrida plug-in in grado di funzionare la maggior parte del tempo in solo modalità elettrica.

Ma la berlina BMW i5 avrà una capacità in modo elettrico di gran lunga maggiore rispetto il SUV ibrido BMW X5 xDrive 40e 2016 che sarà lanciato questo mese.

Questo è il primo di una serie di plug-in ibridi BMW con una stima da 12 a 15 miglia di serie in modo elettrico in condizioni di scarsa a moderata accelerazione e in città a bassa velocità.

In un articolo della rivista tedesca Autobild, come tradotto dal BMWblog, la i5 viene descritta con la stessa carrozzeria e powertrain che impiega alcuni dei fondamenti della prossima berlina sportiva BMW Serie 5.

La caratteristica fondamentale, però, è che si utilizzerà il sistema ibrido Power eDrive plug-in di seconda generazione che l’azienda ha dimostrato nei suoi Technology Days lo scorso autunno.

Tale sistema, che finora ha ricevuto relativamente poca attenzione negli USA, lancia l’idea di un ibrido plug-in.

Gli attuali ibridi plug-in utilizzano un motore a benzina che viene assistito da motori elettrici, che forniscono anche tra 12 e 25 miglia di autonomia di serie in modo elettrica a bassa richiesta di potenza media.

Ma il sistema di alimentazione eDrive è progettato per offrire molto più autonomia in elettrico fino ad arrivare a 50 miglia (80 km), con il motore termico utilizzato solo sotto la massima accelerazione ed a velocità autostradali.

La BMW i5 dovrebbe accendere il suo motore termico solo all’andatura di oltre 36 mph (60 km/h); ma sotto tale valore, è solo elettrica.

Nella manifestazione dello scorso novembre, i dirigenti BMW hanno chiamato Power eDrive la prossima fase di elettrificazione del veicolo.

Il suo unico obiettivo è quello di massimizzare il tempo che un veicolo passa in modalità solo elettrica – aumentando naturalmente la sua efficienza.

Il sistema mostrato impiega un motore elettrico da 200 kW (268-CV) per alimentare le ruote posteriori di un sviluppo del prototipo BMW 5-Series GT.

Tale potenza più una batteria di fino a 20 kWh consentirebbero al veicolo di funzionare gran parte del tempo esclusivamente su energia elettrica.

Per distanze più lunghe, un sistema combinato di motore termico – motore elettrico – trasmissione di potenza combinata sulle ruote anteriori sono le caratteristiche del sistema Power eDrive che tecnicamente sono ibridi pure su percorrenze interurbane.

Il motore frontale da solo è da 150 kW (201 HP). Con una potenza complessiva di oltre 500 kW (670 CV), BMW dice che il veicolo può operare esclusivamente con alimentazione elettrica durante i due terzi del suo ciclo di utilizzo.

In altre parole, i requisiti normativi per le emissioni di carbonio di gran lunga ridotte hanno portato a una soluzione che massimizza la capacità elettrica degli ibridi plug-in, dando ai proprietari più di quello che vogliono: guidare solo in modo elettrico, senza il motore acceso.

Secondo Autobild, il veicolo in cui verrà installato il powertrain potrebbe essere delle proporzioni di un elegante Serie 6 Gran Coupe, che però utilizzerà alcune delle strutture di base della berlina Serie 5 a passo lungo in listino in Cina.

Non è del tutto chiaro che il veicolo descritto – che è chiaramente in fase di sviluppo, secondo la rivista – sarà chiamato un “BMW i5″ dal momento che non può utilizzare la plastica in fibra di carbonio rinforzata (CFRP) né il telaio e la scocca in alluminio di rotolato della i3 e della i8.

Ma un veicolo che può funzionare interamente in modalità elettrica sotto le 35 mph, è chiaramente un passo verso una maggiore elettrificazione.

La “i5” (o come finalmente verrà chiamata) dovrebbe arrivare durante il 2018, ha scritto Autobild e BMW dice che il target è di 30 mila unità l’anno ad un prezzo sulla gamma bassa delle sei cifre.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: bmw i5

Lascia una risposta

 
Pinterest