Forte investimento negli EV da BMW ed NTU

Forte investimento negli EV da BMW ed NTU

7 lug, 2015

ed NTU investono 1,3 milioni di dollari nella ricerca sull’elettrombilità

Fonte: BMW Group

 

Singapore, 29 giugno 2015. NTU riceve una BMW i3 ed una BMW i8 come piattaforme di ricerca da BMW Group che insieme alla (NTU Singapore) ha lanciato oggi un nuovo programma di ricerca sull’elettromobilità coinvolgendo l’elettrica BMW i3 e la vettura sportiva ibrida plug-in BMW i8 che funziona a elettricità e benzina.

Questo nuovo programma di ricerca sarà condotto presso il Laboratorio di situato nel campus NTU il primo laboratorio congiunto del BMW Group nel sudest asiatico.

Entrambe le parti saranno investiranno complessivamente 1,3 milioni dollari per guidare i nuovi progetti di ricerca, di cui i primi 5,5 milioni di dollari di fondi saranno destinati al laboratorio congiunto del 2013.

Il nuovo programma di ricerca si concentrerà su due nuove aree, Elettromobilità in Asia e anche Smart Materials. Questo è in aggiunta ai tre temi di ricerca originali a cui il laboratorio congiunto sta lavorando: Advanced Battery, Miglioramento dei driver e mobilità intelligente.

Alla cerimonia del lancio al NTU, il BMW Group ha annunciato che le BMW i3 e BMW i8 saranno fornite come piattaforme di ricerca per il Future Mobility Lab.

Alla cerimonia ha partecipato il Sig Teo Ser Luck, Ministro dello Stato al Ministero del Commercio e dell’Industria di Singapore; Mr , Primo Ministro of the Federal State of Hesse e Presidente del Bundesrat tedesco; e Sua Eccellenza, il dottor Michael Witter, Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania a Singapore.

Gli scienziati del laboratorio congiunto utilizzeranno le due BMW i per condurre una ricerca sul comportamento dei conducenti nella vita reale raccogliendo i dati in modo approfondito sulle prestazioni dei veicoli.

Le due vetture effettueranno anche prove su strada delle nuove tecnologie come ad esempio un applicazione mobile che può prevedere con precisione il traffico e il tempo stimato di viaggio.

Mr. , Amministratore Delegato di BMW Group Asia, ha dichiarato:

“Siamo molto soddisfatti con la nostra partnership con NTU e l’istituzione del Research Future Mobility Lab, grazie all’alto livello di competenza da parte del personale di ricerca e dei gruppi interdisciplinari di NTU”.

“Attraverso gli sforzi incessanti dei ricercatori impegnati, abbiamo già fatto alcuni risultati importanti attraverso i temi di ricerca precedenti in un breve periodo di soli due anni. Con lo scopo di ampliare la ricerca sull’elettromobilità e sui materiali smart in Asia , più conoscenza inestimabile sarà guadagnata da entrambe le parti. Inoltre, la conoscenza verrà trasferita al mondo accademico di Singapore e amplierà la loro conoscenza tecnica dei moderni veicoli full-elettric e plug-in ibridi. Si creerà sicuramente una partnership tecnologica più forte tra il Gruppo BMW e NTU”, ha aggiunto Mr. Pannes.

Il professor , capo di Stato Maggiore della NTU e Vice Presidente (Ricerca), ha detto che il nuovo programma di ricerca si baserà sui successi di ricerca del laboratorio congiunto NTU-BMW.

“Il nuovo programma di ricerca sfrutterà ulteriormente la sinergia tra la leadership di BMW Group e la competenza in scienze automobilistiche e di ricerca leader di NTU nel campo della sostenibilità e delle tecnologie pulite. Il laboratorio congiunto NTU-BMW ha già fatto progressi importanti in settori quali i nuovi materiali della batteria che possono estendere l’autonomia di un veicolo elettrico e le tecnologie innovative di assistenza alla guida per migliorare notevolmente la sicurezza”.

“NTU è una delle otto migliori università di tutto il mondo con la quale la BMW ha stabilito una partnership strategica. La BMW i3 e i8 saranno utilizzate dagli scienziati di BMW e di NTU per sviluppare e testare tecnologie innovative in condizioni di vita reale e questo nuovo programma di ricerca estende gli sforzi NTU nello sviluppo di future soluzioni di mobilità con un impatto globale”, ha detto il prof Lam.

Volker Bouffier, primo ministro del Land di Hesse e presidente del Bundesrat tedesco, ha dichiarato:

“Il nuovo programma di ricerca sull’elettromobilità lanciato da NTU e BMW sottolinea le relazioni bilaterali forti e feconde tra Germania e Singapore nel campo della ricerca. Certamente il programma rafforzerà ulteriormente i legami in ogni lato. Così, studiare e sviluppare aree chiave che riguardano il trasporto futuro sarà un fattore determinante sul nostro modo di affrontare un mondo moderno globalizzato basato sullo sviluppo sostenibile”.

Mr , , Ingegneria dei Trasporti, , ha dichiarato:

“La partnership di BMW con NTU per il set-up della sua Future Mobility Lab testimonia il crescente interesse per la mobilità urbana e l’attrattiva di Singapore per lo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo in questo settore”.

 

Elettromobilità in Asia

L’obiettivo principale di intraprendere il progetto Electromobility in Asia è di scoprire come interagire con i conducenti dei veicoli BMW i nella vita reale, in modo da capire meglio i comportamenti degli utenti per migliorare le tecnologie elettrica e plug-in ibrida per il futuro.

Per condurre la ricerca di Singapore, una città-stato urbano densamente popolato, che permetterà ai ricercatori in laboratorio comune di acquisire conoscenze su come i veicoli elettrici possono essere resi più rilevanti per le megalopoli mondiali. Altri argomenti di studio comprendono tecnologie emergenti come la carica rapida, la ricarica senza fili e le tecnologie di assistenza intelligente alla guida che avranno un impatto sul consumatore.

 

Smart Materials

Con la proliferazione attuale di interfacce touchscreen sempre più utilizzati nei veicoli, vi è la necessità di studiare come queste superfici touchscreen possono essere resi più tattili.

Attraverso la ricerca di vari materiali, di memoria, di forma e polimeri dielettrici, gli scienziati esamineranno le tecnologie in via di sviluppo che possono consentire pulsanti a comparire su superfici interattive e touch screen in caso di necessità.

Mr Pannes ha aggiunto che Singapore è il luogo ideale per il BMW Group per condurre una ricerca sulla mobilità elettrica.

“A Singapore, il secondo paese più densamente popolato del mondo, prevediamo che i veicoli elettrici con le sue zero emissioni allo scarico e senza fumi di scarico sarà un giocatore chiave nella rete di trasporto del futuro. La città-stato ha anche un’alta connettività e una popolazione tech-savvy, che la rende più ricettiva verso le nuove tecnologie d’avanguardia. Inoltre, riteniamo che Singapore ha il potenziale per diventare un hub di ricerca e sviluppo per l’elettromobilità, in particolare con le sue ambizioni espresse chiaramente a diventare una nazione Smart. Vogliamo giocare un ruolo contributivo in questo”, ha detto il signor Pannes.

 

Future Mobility Research Lab scoperte

Il Future Mobility Research Lab, istituito nel mese di aprile del 2013, ha lo scopo di ricercare e sviluppare aree chiave relative al trasporto futuro, che include Advanced Battery, Valorizzazione del conducente e mobilità intelligente.

Dopo due anni di intensa attività di ricerca, il Future Mobility Research Lab ha fatto alcuni risultati significativi nelle seguenti aree:

- Batteria avanzata o nuovi materiali che vengono usati in batterie sperimentate, come catodi ad alta tensione e anodi (i poli positivo e negativo di una batteria), che possono potenzialmente raddoppiare la densità di energia, che è importante per estendere l’autonomia di una macchina elettrica, nonché di consentire tempi di ricarica più rapidi.

- Miglioramento driver o tecnologie dei sensori. Attualimente sono in grado di dire se un conducente è assonnato oppure avvisa e se il veicolo è in rotta di collisione con un altro veicolo, in base alla velocità e la direzione in cui è in viaggio. Tuttavia, i sensori sono indipendenti l’uno dall’altro e non tengono conto il presente stato del conducente e nemmeno possono regolarlo.

Un sistema di valorizzazione del driver è ora in fase di sviluppo per adattarsi alle condizioni di guida, per aumentare o diminuire il numero di tecnologie di assistenza distribuiti per aiutare il conducente. Si basa su parametri come se il conducente è vigile o assonnato, se lui / lei presta attenzione alla strada, e se il traffico è congestionato o le condizioni sono di scarsa affidabilità.

Mobilità intelligente. Un’applicazione mobile è stata sviluppata per poter meglio prevedere le condizioni del traffico e stimare con precisione l’orario di arrivo a destinazione. Questa applicazione si basa su un sistema di routing intelligente che calcola lo stile di guida individuale e la situazione attuale del traffico sulla base delle informazioni sul traffico in tempo reale. Essa ha anche un sistema di ricerca di parcheggio che analizza la situazione dei parcheggi intorno alla destinazione.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Amministratore Delegato BMW Group Asia Axel Pannes bmw group Direttore Future Mobility Research Ingegneria Trasporti Lam Khin Yong Nanyang Technological University Singapore Economic Development Board Tan Kong Hwee Volker Bouffier

Lascia una risposta

 
Pinterest