Crossover BMW i5 dai disegni di brevetto

Crossover BMW i5 dai disegni di brevetto

26 ott, 2016

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

24 Ottobre 2016. Avendo BMW deciso di offrire non solo veicoli ibridi plug-in in tutta la sua gamma, ma anche le versioni completamente elettriche dei suoi modelli di base, il suo sub-brand ‘i’ è in una posizione curiosa.

C’è un futuro per i veicoli ad alta tecnologia progettati per la massima efficienza quando i propulsori elettrici alimentati da batteria sono in circolazione senza problemi in mezzo alle macchine convenzionali?

La risposta a questa domanda non può essere chiara per un pò, ma il marchio BMW ‘i’ è da tempo conosciuto per avere almeno un altro veicolo pronto da essere lanciato ed inserito nella sua gamma.

Quest’auto sarebbe la , che rischia di andare in produzione nel 2018 per il Model Year 2019.

Ed ora è stato reso dai nostri amici di Indian Auto Blog, sulla base di propri disegni di brevetto di BMW scoperti da AutoGuide e pubblicati tre settimane fa.

Le informazioni pubblicate e le fonti interne indicano che la BMW i5, ammesso che appaia come anticipo, sarà un SUV crossover elettrico puro a cinque porte da cinque posti ed un’autonomia secondo il ciclo EPA da 200 a 250 miglia.

E’ probabile che sedersi su di una vettura compatta o di segmento C, anche se con una batteria di grandi dimensioni sotto il pavimento può dare la sensazione del volume interno di un veicolo di medie dimensioni.

“]La i5 sarà costruita utilizzando lo stesso telaio in alluminio e carrozzeria in fibra di carbonio rinforzata in plastica (CFRP) come i modelli i3 ed i8.

Per sottolineare le sue credenziali di SUV, soprattutto in quei mercati in cui il freddo significa neve, la trazione integrale sarà offerta come opzione a differenza della Chevrolet Bolt EV.

Il sub-brand BMW ‘i’, originariamente concepito nel medio e tardo 2000 come il “Progetto MegaCity,” aveva lo scopo di esaminare quali tipi di veicoli sarebbero necessari in un mondo sempre più fitto ed urbanizzato del 21esimo secolo.

Le prime due vetture, uscite nel 2013 e 2014, sono state le ed i8, sia utilizzando un telaio in alluminio con una fibra di carbonio rinforzata e guscio di plastica con carrozzeria sulla cima.

La i3 è una berlina urbana a batteria, con un’autonomia di 81 miglia (130 km) dalla suo pacco batterie da 22 kWh mentre la sexy da 140 mila dollari è una coupé sportiva ibrida plug-in, completa di porte ad ala di gabbiano.

Per il 2017, la BMW i3 ha ricevuto una batteria più grande di 33 kWh che ha potenziato la sua autonomia di un valore secondo EPA di 114 miglia.

La sua versione i3 ad autonomia estesa REx per il 2017 ottiene un’autonomia nominale di 97 miglia, fin dalle precedenti 72 miglia.

Ma la i3 ha perso la sua pretesa di essere l’auto di più alta efficienza energetica venduta negli Stati Uniti, con l’arrivo della Prius Prime ibrida plug-in 2017, con una carrozzeria in acciaio convenzionale e le sue 25 miglia di serie nominali (40 km).

Mentre le due vetture competono solo tra un sottoinsieme di acquirenti, la costosa tecnologia della i3 potrebbe non necessariamente essere richiesta per l’efficienza nei prossimi decenni considerando che la capacità della batteria aumenta ed i prezzi delle celle cadono ad una velocità maggiore del previsto dieci anni fa.

Nel frattempo, l’arrivo di una nuova generazione di basso profilo, con celle ad alta capacità della Samsung dovrebbe dare la BMW i5 un’autonomia di oltre di 200 miglia (320 km), ma non per altri due anni.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: bmw i3 bmw i5 bmw i8

Lascia una risposta

 
Pinterest