Audi assieme a Care’s per la sostenibilità

Audi assieme a Care’s per la sostenibilità

26 mag, 2017

  • Impegno del Marchio dei quattro anelli nella mobilità ecosostenibile
  • Elettrificazione dell’intera gamma entro il 2025
  • Con Audi e-gas l‘80% di emissioni di CO2 in meno
  • Numerosi progetti nelle Home of quattro nazionali e lo sviluppo di infrastrutture per la mobilità elettrica

Fonte: Audi Italia

 

Verona, Italia. 24 maggio 2017. Il Marchio dei quattro anelli, in qualità di title sponsor, è stato presente alla prima edizione della Summer Edition di Care’s a Salina, il progetto ideato e promosso da – chef stellato del di San Cassiano – confermando il proprio sostegno all’impiego sostenibile delle risorse.

Durante l’evento, 18 chef da tutto il mondo hanno portato sull’isola di Salina, nell’arcipelago delle Eolie, la loro esperienza per fonderla in un pensiero etico comune che pone attenzione non solo alle scienze alimentari ma a una più diffusa coscienza ecologica in tema di consumi, mobilità e tecnologie.

Questa partnership si inserisce coerentemente nella visione della Casa dei quattro anelli di una mobilità ecosostenibile.

Attualmente la gamma Audi include due modelli con tecnologia ibrida plug-in, la A3 e-tron e la Q7 e-tron, e nel 2018 avvierà la produzione in serie del suo primo SUV puramente elettrico presso lo stabilimento di Bruxelles. Entro il 2020 la gamma Audi presenterà tre vetture completamente elettriche ed entro il 2025 l’intera gamma sarà elettrificata. Sempre sul fronte ecocompatibilità Audi ha presentato un’iniziativa particolarmente interessante per i modelli Audi g-tron a metano, che prevede Audi e-gas di serie per tre anni e l’80% di emissioni di CO2 in meno.

Inoltre, un importante traguardo raggiunto in questo ambito è il progetto +, acronimo di , l’iniziativa coordinata da Enel, cui aderiscono anche Verbund (principale utility austriaca) e le Case automobilistiche Renault, Nissan e BMW, che ha come obiettivo la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica veloce per veicoli elettrici lungo le principali strade e autostrade di Italia e Austria.

Per Audi la partecipazione al progetto EVA+ si affianca al protocollo d’intesa con Porsche, BMW Group, Daimler AG e Ford Motor Company finalizzato a creare la rete di ricarica ad alta velocità più grande d’Europa. L’obiettivo è la realizzazione entro il 2020 di migliaia di stazioni di ricarica ultra-veloce e ad alta pot

A livello nazionale, invece, con il progetto “Emissioni zero, performance quattro”, Audi ha recentemente installato in Alta Badia una serie di colonnine di ricarica a disposizione di tutti i possessori di auto elettriche, con la finalità di integrare tecnologie sostenibili con il territorio.enza (fino a 350 kW) per consentire viaggi a lungo raggio ai conducenti di veicoli elettrici a batteria.

In Costa Smeralda, già dallo scorso anno, il Marchio dei quattro anelli è presente con un progetto all’insegna del futuro della mobilità, grazie alla creazione, nella zona degli arrivi del complesso aeroportuale di Olbia, di una stazione di ricarica elettrica a disposizione del pubblico durante il periodo estivo. In un’avanguardistica struttura, in linea con la corporate del Brand, Clienti Audi e possessori di auto elettriche possono infatti ricaricare i propri mezzi tramite 4 colonnine di ricarica da 380 volt. La fornitura di colonnine e di infrastrutture “sostenibili” verrà inoltre ulteriormente implementata nei prossimi mesi.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: audi q7 e-tron Electric Vehicles Arteries enel verbund eva Norbert Niederkofler Ristorante St Hubertus

Lascia una risposta

 
Pinterest