Emergono i piani dell’auto di Apple a guida autonoma

Emergono i piani dell’auto di Apple a guida autonoma

27 apr, 2017

Che ruolo giocherà con gli automobilisti?

di John Voelcker

Fonte: GreenCarReports

 

26 Aprile 2017. L’anno scorso, i tecnici, i giornalisti del settore auto e gli appassionati di hanno trascorso molto tempo a discutere dell’esistenza, della tecnologia e delle prospettive potenziali di un progetto “ car” che l’azienda non ha mai riconosciuto ufficialmente.

L’idea che Apple si sarebbe spostata dall’elettronica di consumo da rapida trasformazione, alto volume e molto redditizia al carmaking a lungo termine ed insanamente costoso, non ha mai avuto molto senso.

Lo studio di design "Apple iMove" di Liviu Tudoran

E in autunno, sembrava che il progetto “” fosse morto.

La compagnia segreta della , però, non aveva interrotto la sua ricerca – e ora sono emerse alcune ulteriori informazioni sulle sue inchieste in corso sulla tecnologia dell’auto a guida autonoma.

Secondo una relazione del servizio di notizie Reuters del fine settimana scorso, la società ha ricevuto un permesso all’inizio di questo mese dal Dipartimento della California dei veicoli a motore per testare le autovetture sulle strade dello stato.

Sarà ora obbligata a riferire allo Stato sullo stato di avanzamento dei suoi sforzi di auto a guida autonoma, aprendo potenzialmente il suo segreto del “” a un maggior controllo pubblico.

Il California DMV aveva rilasciato documenti associati all’applicazione di Apple che dovevano avere i nomi dei suoi “driver / operatori”.

Non c’erano, comunque, e sembravano includere i nomi di ex dipendenti Tesla, veterani della NASA ed esperti di robotica, secondo un rapporto di Business Insider.

IOS 10.3 Apple CarPlay

I documenti applicativi depositati in California includono piani di emergenza per gli “operatori” che guidano dei prototipi di auto a guida autonoma per assumere il controllo delle vetture se necessario.

Le automobili da utilizzare sulle strade della California sono veicoli di SUV ibridi plug-in Lexus RX450h.

Sembra che siano dotati di un software aggiuntivo sviluppato da Apple per la guida autonoma, inclusa la possibilità di “catturare e archiviare i dati rilevanti” dalle operazioni, inclusi eventuali eventi che porterebbero ad una collisione.

Nulla nei documenti offre un indizio in un modo o nell’altro se Apple sta contemplando la costruzione di proprie auto o la creazione di software che potrebbe fornire ai fabbricanti di automobili esistenti.

Una volta che l’iniziale onda sfavore dell’eccitazione sulla possibilità di una “Apple car” si è abbassata, menti più razionali hanno sottolineato che ci vogliono decenni per diventare un costruttore automobilistico competitivo a livello mondiale, per non parlare dell’investimento di decine di miliardi di dollari.

Sistema autopilota Tesla Model S

Mentre Tesla è spesso citata come modello per i nuovi produttori, la società deve ancora trarre profitto dopo 12 anni (salvo per due trimestri poco redditizi) e la sua futura indipendenza come automaker rimane aperta alla domanda.

Apple ha certamente soldi da spendere, ma gli impieghi più alti e migliori di quel deposito non possono essere sufficienti per entrare nell’entrare nell’automaking.

Invece, è più probabile che si trovi in ​​concorrenza con Google per “possedere i cruscotti” dei veicoli futuri – con l’ora onnipresenti Apple CarPlay e Android Auto che sono solo il primo passo.

I programmi di guida autonoma sono in fase di sviluppo presso quasi tutte le grandi società automobilistiche mondiali, tra cui BMW, Daimler, Ford, General Motors, Hyundai-Kia, Tesla, Toyota e Volkswagen Group.

Le società della Silicon Valley in quella stessa sfera comprendono non solo Apple e Google ma anche Uber e Lyft, di proprietà di General Motors, che hanno acquistato l’avvio dell’iniziativa Cruise Automation lo scorso anno.

L’unità Waymo di Google, nel frattempo, ha coperto più di 2,5 milioni di miglia di prove sulle strade pubbliche.

Tesla, nel frattempo, ha aggregato ai dati di funzionamento due ordini di grandezza maggiori dai viaggi delle sue Model S e Model X elettriche.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: apple apple car project titan silicon valley

Lascia una risposta

 
Pinterest