Flotta di taxi elettrici BYD a Hong Kong

Flotta di taxi elettrici BYD a Hong Kong

27 mag, 2013

Lanciata una flotta di taxi elettrici a per ridurre l’inquinamento

Di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

23 Maggio 2013. Non potrebbe essere in vendita ai consumatori degli Stati Uniti, ma la BYD e6 probabilmente finirà per apparire negli USA nel flotte commerciali – forse in qualche stazione di taxi.

L’impiego come Taxi sembra essere la vera vocazione dell’e6 che già opera in Cina con un proprio un ruolo in questo settore.

Ora viene lanciata in servizio a Hong Kong, dove l’inquinamento nelle strade della città è molto forte e il governo sta ponendo maggiore enfasi sulle auto più pulite ed sui veicoli più ecologici.

La città ha annunciato i piani per ridurre l’inquinamento alla fine dello scorso anno, con i veicoli commerciali in particolare – attualmente senza ostacoli dai moderni standard di inquinamento – ed ai quali si dà la colpa per il soffocamento della città dallo smog. L’inquinamento è ritenuto la causa di oltre 3.000 morti in più ogni anno in città.

Appena un mese dopo che Hong Kong abbia fatto quest’annuncio, una flotta di taxi elettrici dovrebbe essere messa in funzione, con l’obiettivo finale di elettrificare l’intera flotta di 18.000 vetture.

Tra le aziende che intendono fornire flotte di taxi a Hong Kong ci sono Nissan, con 50 Leaf da fornire quest’anno, Toyota, con una flotta di ibride, e Fiat, che ha dichiarato di voler introdurre una versione elettrica del suo furgone passeggeri Doblo.

Il primo BYD e6 taxi è entrata in servizio durante il fine settimana, con 45 vetture in una brillante livrea rossa che circola nelle strade della città. I crossover cinque porte impiegano due ore per la ricarica e possono percorrere 180 miglia con un pieno pieno (oltre 200 km).

Parlando a Phys.org, il Presidente e Amministratore Delegato della Hong Kong Taxi and Public Light Bus Association, , ha detto:

“L’idea di essere ecologico è una tendenza globale e l’auto elettrica è un buon esempio. L’auto elettrica fa risparmiare in costo del carburante e permetterà ai nostri tassisti di guadagnare di più”, aggiungendo che i veicoli elettrici costano fino a un quinto in meno per miglio di percorrenza.

Egli ora chiede più stazioni di ricarica da installare in città, qualcosa alla quale BYD si sta contribuendo con 47 punti ricarica in nove altre parcheggi di città limitrofi.

Quindi, se siete in viaggio a Hong Kong, in tempi brevi, tenete d’occhio il nuovo taxi elettrico – potrebbe essere il modo più pulito di circolare per la città.
 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: byd e6 hong kong Wong Chung Keung

Lascia una risposta

 
Pinterest