Le batterie del Boeing 787

Le batterie del Boeing 787

27 mar, 2013

787. Aggiornamenti sulla sicurezza della batteria: Quali modifiche sono state apportate?

Di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

Foto: Boeing 787 Dreamliner

20 marzo 2013. La gente prende molto sul serio la sicurezza aerea, in modo che quando la cabina di un nuovo aereo Boeing 787 Dreamliner qualche mese fa si è rimpita di fumo, l’intera flotta è stata rapidamente messa a terra.

Si è rivelato essere un problema con le batterie agli ioni di litio del velivolo, utilizzate per alimentare alcune funzioni secondarie riducendo il carico sul motore, e quindi risparmiando carburante.

Boeing ha annunciato i miglioramenti che sta facendo per le batterie del 787 – che non sono le stesse utilizzate nei veicoli elettrici – attualmente in fase di severi test di certificazione.

Secondo , le nuove batterie si caratterizzeranno da diversi strati che offrono una sicurezza aggiuntiva per evitare i problemi precedenti.

Ogni problema risolto

Il primo passo dei miglioramenti inizia proprio dalla fabbrica delle batterie GS Yuasa in Giappone, dove nuovi metodi di produzione e di prove sono in atto per assicurarsi che ci sia la minor variazione possibile tra le singole celle delle batterie, e tra le stesse batterie. Ogni cella sarà sottoposta a dieci diverse prove, di cui 14 giorni di cicli di scarica monitorati.

E’ stato affrontato anche il problema della carica della batteria, che permettendo un livello inferiore di carica massima ed un livello superiore di carica minima, riducendo lo stress sulla batteria durante i cicli di carica e scarica.

Le batterie devono ora essere più protette contro i problemi delle singole celle, con un isolante elettrico tra le celle per evitare problemi di propagazione con l’isolamento termico che impedisce al calore delle celle di propagarsi in modo da influenzare le prestazioni delle celle circostanti.

La nuova guaina dei fili è più resistente al calore, e nuovi dispositivi di fissaggio e di bloccaggio terranno insieme le nuove celle della batteria. L’involucro della batteria ora dispone anche di fori, lasciando defluire l’umidità nella parte inferiore e aiutando lo sfiato batteria lontano da altre unità dove si sono verificati i guasti. La custodia in acciaio inox isola le batterie da altre apparecchiature, e l’involucro della batteria presenta uno sfiato per trasportare i vapori delle batterie all’esterno dell’aeromobile.

Inizio dei test

Le migliori batterie sono ora in fase di test di ingegneria per dimostrare l’efficacia dei cambiamenti – sottoponendo le batterie a limiti di gran lunga maggiori da quelli dell’esperienza precedente che hanno provocato il guasto.

I test hanno dimostrato che il fuoco non può più verificarsi in chiusura della batteria – grazie a sigilli che impediscono l’ossigeno che penetra nell’involucro – e che i problemi nelle singole celle non possono alterare le altre – tutte hanno dimostrato di ottenere l’approvazione della FAA.

Una volta che questi test sono stati completati e l’aereo ha ottenuto l’approvazione, gli operatori saranno finalmente in grado di riprendere i voli commerciali.

“Non appena i nostri test siano completati e venga ottienuta l’approvazioni secondo le normative, saremo in grado di aiutare i nostri clienti a implementare questi cambiamenti e iniziare il processo di ritornare a volare con il 787″, ha detto , Presidente e CEO di Boeing Commercial Airplanes.

“I passeggeri possono essere sicuri che abbiamo completato una revisione approfondita del sistema di batterie e abbiamo fatto numerosi miglioramenti che riteniamo possano rendere il sistema più sicuro e una batteria più affidabile.”

[Hat tip: Brian Henderson]

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie al litio Boeing Electric Vehicles Research litio-ion Ray Conner

Lascia una risposta

 
Pinterest