Primo volo di un aereo elettrico sulla Manica

Primo volo di un aereo elettrico sulla Manica

16 lug, 2015

di David Szondy

Fonte: Airbus

 

12 Luglio 2015. Un aereo elettrico ha attraversato la Manica per la prima volta. Venerdì scorso, Airbus Group ha annunciato che la tecnologia del dimostratore E-Fan ha compiuto l’obiettivo di volare da Lydd, nel Kent, in Inghilterra fino a Calais in Francia.

Tuttavia, presto è stato chiarito che il francese con l’Aerobat aveva volato da Dover a Calais 12 ore precedenti il giovedi nell’aereo elettrico Cri-Cri.

Esattamente, quale dei due andrà nel libro dei record magari per un cavillo tecnologico?

Il primo volo a motore attraverso la Manica è stato effettuato da Louis Blériot ed è stato raggiunto nel suo Bleriot XI il 25 luglio 1909. Il tentativo effettuato la settimana scorsa di essere il primo aereo elettrico a fare lo stesso volo era una sorta di flashback a quei giorni, con non meno di tre concorrenti in lizza per £ 1,000 (US $ 1.500) il premio offert dal quotidiano Daily Mail.

Naturalmente, i soldi erano soprattutto simbolici, dal momento che Airbus da sola ha investito £ 14 milioni (22 milioni di dollari) nello sforzo. Inoltre, anche se il volo attraverso il canale può sembrare piccolo rispetto alla lunga traversata oceanica del Solar Impulse 2 nel tentativo di circumnavigazione, il volo sul canale punta ad una forma più concreta e immediata di applicazione che potrebbe vedere l’aereo ibrido elettrico in volo con 100 passeggeri entrare in servizio entro il 2030.

Il primo dei tre concorrenti a cadere nel dimenticatoio è stata la , azienda slovena che ha dovuto abbandonare gli sforzi  quando , il costruttore del motore elettrico del aeroplano, ha rifiutato di consentire di volare sopra l’acqua.

Questo sembrava lasciare campo libero all’E-Fan di Airbus. Il 10 luglio, l’E-Fan è decollato dal Lydd Airport con il pilota collaudatore ai comandi ed ha volato 46 miglia (74 km) fino a Calais in 36 minuti ad una altitudine di circa 3.500 ft.

Costruito interamente in composito, il biposto E-fan è di 22 ft (6,7 m) di lunghezza ed ha un’apertura alare di 31 piedi (9,5 m).

Dall’esterno sembra quasi un giocattolo di aereo a reazione con un paio di eliche che soffiano a passo variabile. Questi sono propulsate da due motori elettrici alimentati da una serie di 250 V batterie ai polimeri di litio-ione. La canalizzazione aumenta la spinta riducendo il rumore e il montaggio in posizione centrale, permette un miglior controllo.

L’E-Fan atterrato a Calais ha avuto una notevole attenzione dei media, ma l’obiettivo dell’evento è andato dalle congratulazioni alla confusione, come l’Associated Press ha riportato su Hugues Duval che aveva tranquillamente decollato da Dover e nel suo ed era sbarcato a Calais circa 12 ore prima del 9 luglio.

Con un’apertura alare di circa 16 piedi (4,9 m) e due motori elettrici di 35 bhp Electravia, l’aereo Cri Cri ha volato a 65 mph (105 km/h) e aveva un’autonomia di 25 min.

Secondo AP, il volo di Duval è stato effettuato in solo 17 minuti, qui è stato il corto circuito mediatico perché il volo dell’Airbus dall’aeroporto di Lydd è avenuto dopo il decollo di un elicottero per procedere a un controllo visivo della sicurezza.

Una differenza rispetto il volo di Duval che può essere motivo di polemiche è circa il fatto che non aveva il permesso formale di decollare da Dover, così il suo aereo è stato rimorchiato in aria da un aereo convenzionale. Questo potrebbe mettere in pericolo il volo record di Duval.

“Non siamo preoccupati” ha detto il portavoce di Airbus in un’intervista al Daily Mail. “Non ci conterei perché capiamo che parte le volo è stato fatto con l’aiuto di un altro aereo. Plaudiamo l’aviatore intrepido che ha fatto questo, anche se i dati reali sono ancora tutti da confermare”.

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: airbus e-fan cri cri Didier Esteyne hugues duval Jeremy Greaves pipistrel siemens

Lascia una risposta

 
Pinterest