PlanetSolar completa la missione scientifica

PlanetSolar completa la missione scientifica

13 ott, 2013

PlanetSolar ancorata a Londra, fase finale della spedizione scientifica DeepWater!

Fonte: Newsletter PlanetSolar

3 ottobre 2013. Dopo una breve sosta a Ostenda, in Belgio, la più grande nave solare del mondo ha puntato prua verso Londra (Regno Unito). Per raggiungere il centro della leggendaria città britannica, la nave ha navigato sul Tamigi per la prima volta!

Più abituata agli oceani, la ha avuto il piacere di vivere la navigazione fluviale vicino alla famosa Tower Bridge, che si aprì per permettere il catamarano di passare. Poco più avanti, ha raggiunto il suo luogo di ormeggio presso i West India Docks nel quartiere di Canary Wharf.

La fermata di Londra ha segnato la fine della campagna di misurazione scientifica “”. Dopo aver seguito la corrente per oltre 8.000 chilometri nell’oceano, la spedizione – realizzato in collaborazione con l’Università di Ginevra (UNIGE), si è conclusa nella capitale britannica il sabato, 31 agosto.

La fermata di Londra ha concluso con successo la campagna di misurazione che ha portato la nave e il suo equipaggio, composto da marinai e ricercatori – lungo la Corrente del Golfo, un importante regolatore dei climi europei e nord americani.

I dati raccolti sono ora nelle mani di UNIGE e saranno oggetto di un’analisi approfondita. Sebbene lo studio delle informazioni è appena iniziato, i ricercatori sono ottimisti sulla base delle tendenze emergenti.

Immagini: Ania Dabrowska

La MS Turanor PlanetSolar entra nella Senna!

Dopo Londra , la più grande barca solare del mondo partì per Parigi!

Per raggiungere la Città Luce – la fase finale della campagna 2012, il catamarano ha intrapreso la navigazione in un altro fiume, questa volta sulla Senna. Questo passaggio ha deliziato i membri dell’equipaggio di origine francese. E ‘stato davvero un ritorno a “casa” dopo aver trascorso la gran parte dei 5 mesi dall’altra parte dell’Atlantico.

Tuttavia, la navigazione non è stata sempre agevole lungo la Senna. La navigazione, pur essendo certamente maestosa, non era un pic-nic! La barca, che misura 16 metri di larghezza con i suoi pannelli solari piegati, ha dovuto passare attraverso le chiuse che non erano molto più ampio di quella larghezza, lasciando a volte soli dieci centimetri di spazio di manovra su ogni lato. Per superare meglio questi passaggi stretti, l’equipaggio ha invocato l’assistenza di ingegneri e diportisti che hanno contribuito alla creazione di sistemi di difesa sui lati della nave, così come a prua.

Nonostante questo, la nave ha subito un paio di momenti difficili, in particolare nei pressi di Bougival. Infatti, una chiusa era sufficientemente larga e abbastanza grande per il passaggio della barca, ma la porta era larga solo 12 metri!

Entrando l’equipaggio si accorse che qualcosa non andava … per fortuna abbastanza in tempo per evitare il peggio, ma 2 pannelli solari sono state comunque danneggiati. Dopo questo, la nave è andata nel modo giusto, questa volta in spazi larghi.

Immagini: Philip Plisson

PlanetSolar arriva a Parigi , concludendo con successo la sua campagna 2013!

La campagna 2013 di PlanetSolar, iniziata l’8 aprile a La Ciotat (Francia), si è conclusa il 10 settembre a Parigi. Nel completare con successo una campagna senza precedenti di misurazioni scientifiche lungo la Corrente del Golfo, in collaborazione con l’Università di Ginevra, la più grande nave solare del mondo ha dimostrato nel corso di questo viaggio che avrebbe potuto essere utilizzata per scopi pratici. La nave ha navigato più di 20 mila chilometri nel corso di 156 giorni, sensibilizzando pubblico sui problemi climatici e promuovendo l’energia solare ad ogni sosta.

La campagna 2013 ha segnato un nuovo record per una traversata transatlantica, fissata in 22 giorni (4 giorni in meno rispetto al 2010), e per la sensibilizzazione del pubblico alle questioni climatiche durante ciascuno dei 12 scali, come a Miami, New York, Boston (Stati Uniti), Halifax (Canada ) e Londra (Regno Unito).

La sosta a Parigi è stata all’altezza delle aspettative dell’equipaggio di PlanetSolar! In realtà, un caloroso benvenuto è stato esteso da parte delle autorità francesi, i media e il pubblico, che è venuto in gran numero per ammirare le interessanti curve della barca. Questo scalo di cinque giorni è stato sinonimo di festa e di eventi che hanno salutato la fine della campagna! Tra questi sono stati i “SolarSoundSystem” (intrattenimento musicale alimentato dal sole), una serata dedicata alla sensibilizzazione filantropica e visite a bordo da scolaresche e il pubblico in generale. Inoltre, una mostra dedicata alla spedizione scientifica “DeepWater” è stata in mostra davanti alla nave per tutta la durata della sosta.

Il catamarano e il suo equipaggio, stanco ma felice di aver compiuto una tale sfida, sono partiti intorno a mezzogiorno di domenica 15 settembre, al fine di raggiungere il capolinea della nave: .

Immagini : Philip Plisson & Anh Dao Le

La MS Turanor PlanetSolar sarà nell’inverno a Lorient, presso la Cité de la Voile Eric Tabarly

Dopo aver viaggiato lungo la Senna, la barca solare ha raggiunto il luogo dove trascorrerà l’inverno: la Cité de la Voile Eric Tabarly. Questo è il posto dove finisce il viaggio del 2013 di MS Turanor PlanetSolar.

Una navigazione finale con eccezionali condizioni di mare – calmo, senza una nuvola in cielo. Come se gli elementi decretarono che era tempo da lasciare in pace l’equipaggio e la nave. Come abbiamo navigato attraverso la periferia della Bretagna, l’equipaggio, tutti provenienti o innamorati della regione, furono pieni di emozione. Al passaggio da Pointe Saint-Mathieu, Antoine divenne frenetica quando ha messo gli occhi sulla rada di Brest. Nella baia di Douarnenez, è stato il turno di Hugo quando vide quello che lui considera la più bella baia del mondo, la sua energia è inesauribile; Brieuc ha riservato il suo entusiasmo per Lorient, il suo porto adottivo. Quanto a Vincent e Gerard, dovranno aspettare un’altra occasione per impostare la rotta del TPS al golfo di Morbihan.

La nave ha ormeggiato presso la Cité de la Voile Eric Tabarly, il 24 settembre e non riprenderà la navigazione fino a marzo 2014. La partnership tra PlanetSolar e questo luogo unico culturale, scientifico e di scoperte tecniche consacrato alla vela, permetterà al pubblico di scoprire la MS Turanor PlanetSolar e conoscere gli aspetti scientifici della ricerca sul clima svolte durante l’estate 2013 nella spedizione “PlanetSolar Deepwater”. Le squadre stanno lavorando molto duramente per montare questa mostra, che sarà probabilmente inaugurata nel mese di novembre.

La campagna 2013 è ovviamente caratterizzata dal successo della campagna di misurazione scientifica, lungo la Corrente del Golfo, condotto con l’Università di Ginevra. Tuttavia, molti bei ricordi rimarranno impressi nella mente dei membri dell’equipaggio, come ad esempio gli arrivi magistrali a New York, Londra e Parigi, così come i momenti coinvolgenti di condivisione e di discussione tra i marinai e gli scienziati. Grazie agli sforzi di tutti, la MS Turanor PlanetSolar ha brillantemente iniziato la sua seconda vita, che ci auguriamo sia lunga!

Per concludere , tutta la squadra PlanetSolar desidera ringraziare calorosamente tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno contribuito a questo successo e non vediamo l’ora di rivedervi nel 2014 per le nuove avventure solari!

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Lorient MS Turanor PlanetSolar PlanetSolar DeepWater

Lascia una risposta

 
Pinterest