L’ibrida Jaguar C-X16

jaguar_cx-16__01

1 ott, 2011

L’ibrida Jaguar C-X16

In Sintesi

- Un concetto di auto sportiva ‘Uno più Uno’ che esplora le possibilità future delle ibride sportive.
- Aspetto attraente che indica l’evoluzione futura dell’audace design Jaguar.
- La forma sensuale è definita attraverso tre caratteristiche ‘linee vitali’: il parafango anteriore spigoloso, le fiancate posteriori e l’ampia linea del tetto.
- L’abitacolo due posti incentrato sul guidatore è rivestito con un’entusiasmante pelle di colore rosso.
- Alimentata da un innovativo 3.0 litri sovralimentato che eroga 380 CV (280 kW) e 450 Nm di coppia.
- Impressionante potenza specifica di 126 CV per litro.
- Sistema ibrido sperimentale ad elevate prestazioni che incrementa l’erogazione di 70 kW e 235 Nm.
- Velocità massima di 300 km/h, accelerazione 0-100 km/h in 4,4 secondi e accelerazione in marcia 80-120 km/h in 2,1 secondi.
- Emissioni di CO2 di 165 g/km e una velocità massima in sola modalità elettrica di 80 km/h.
- Pulsante ‘Push to Pass’ montato sullo sterzo per la gestione della propulsione ibrida.
- Il sistema ibrido ad elevate prestazioni s’ispira al progetto di ricerca Limo-Green e alla concept car sportiva C-X75.
- L’impiego dell’alluminio massimizza la rigidità torsionale per risposte più precise.
- Cambio ZF ad otto velocità con sistema Quickshift.
- Sistema intelligente Start/Stop per un minor consumo di carburante.
- La strumentazione incorpora display OLED nei comandi rotanti a doppia funzione.
- TouchScreen Jaguar di nuova generazione con tasti di scelta rapida.
- L’Advanced Climate Control impiega un sistema intelligente di ventilazione.
- Sedili compositi rinforzati con dorsale centrale in fibra di carbonio.

Fonte: Jaguar

‘La C-X16 è la nostra avvincente visione per una Jaguar sportiva del 21mo secolo. Incarna tutti i punti di forza del sensuale design Jaguar, tipo l’agilità ‘felina’ e le inspirate prestazioni e le combina con gli attributi che ci immettono su un percorso in grado di creare vetture sportive sostenibili per il futuro.’
Adrian Hallmark, Global Brand Director,

La concept Jaguar C-X16 è una decisa affermazione del design Jaguar e dell’intento tecnologico per il futuro.

La C-X16 adotta il tradizionale propulsore frontale, con trazione posteriore che Jaguar ha definito nel corso dei decenni e lo trasforma per il 21mo secolo in una prestazionale motorizzazione ibrida con distribuzione del peso 50:50.

Ultima versione delle filosofia Jaguar ‘Redefining Performance’, il sistema si basa su un prototipo del 3,0 litri V6 sovralimentato interamente in lega che eroga 380 CV (280 kW) e 450Nm di coppia grazie alla sua innovativa architettura. Ad integrazione c’è un motore elettrico che produce 95 CV (70 kW) e 235 Nm di coppia, disponibile per il guidatore con la semplice pressione di un pulsante posto sullo sterzo.
Abbinato ad un cambio ad otto rapporti e montato in un telaio d’alluminio leggero, questo permette alla C-X16 di arrivare a 100 km/h in 4,4 secondi e di raggiungere i 300 km/h con un rendimento di 17,43 chilometri per litro di carburante ed emettendo 165 g/km di CO2.

Il corpo vettura in alluminio è stato avvolto più vicino possibile a questi dispositivi meccanici per distillare l’essenza delle vetture sportive Jaguar, nell’evoluzione futura di un linguaggio stilistico già consolidato. Allungando all’indietro le linee principali partendo dal punto focale costituito dalla griglia e spingendo le ruote il più possibile vicino agli angoli, la vettura ha una postura tesa e ‘pronta per l’azione’ che la rende inconfondibilmente Jaguar.

L’interno mostra importanti tecnologie per il futuro, come i comandi rotanti multimodali che incorporano schermi OLED in miniatura, i quali si riconfigurano per riflettere le diverse funzioni che possono essere eseguite tramite i vari controller, che sono stati progettati per la massima compatibilità tra le necessità di un auto sportiva e la fruibilità di tutti i giorni.

Un esempio di ciò è la totale integrazione con uno smartphone attraverso il sistema ‘Connect and View’ con cui il TouchScreen centrale si riconfigura per simulare lo schermo di un dispositivo ad esso connesso. Lo schermo centrale dispone anche di un’interfaccia touch di seconda generazione integrata da comandi che consentono percorsi brevi per accedere alle funzioni del menù principale.

L’interno è rivestito in pelle pregiata e micro tessuto . Come ci si aspetta da una Jaguar, sono stati utilizzati materiali di prima qualità su tutta la vettura, con le principali superfici di contatto composte da una combinazione di alluminio anodizzato, pregiate finiture nere, cromature scure e fibra di carbonio che sottolineano le potenziali performance della vettura. I sedili avvolgenti regolabili manualmente sono stati realizzati con materiali compositi leggeri con un dorso centrale in fibra di carbonio per una maggiore rigidità e un miglior supporto.

Ridefinire le prestazioni

‘C-X16 trae ispirazione sia dalle nostre peculiarità sportive e sia dalla nostra attuale e innovativa ricerca nel campo delle tecnologie propulsive per il futuro e di conseguenza offre un’irresistibile proposta sia a livello emotivo e sia a livello razionale.’ Adrian Hallmark, Global Brand Director, Jaguar Cars

La concept car sportiva C-X75 del 2010 faceva presagire un cambio di strategia nell’approccio verso le auto ad alte prestazioni con la sua motorizzazione ibrida ad elevata autonomia. Ora, la C-X16 rappresenta un’altra strada della ricerca nella missione di Jaguar nello sviluppo di tecnologie propulsive sostenibili da portare in produzione.

La filosofia sportiva Jaguar ha le sue radici nel programma aziendale Advanced Aluminium Architecture, incentrato su agilità, rapporto peso-potenza e benefici ambientali. Il progetto Limo Green, condotto in collaborazione con il Technology Strategy Board, combina quest’innovativa metodologia costruttiva con un propulsore ibrido altamente sperimentale che è stato ulteriormente sviluppato nella concept car sportiva C-X75.
La fase successiva è qui rappresentata nella C-X16 dalla tecnologie ibride attuali che migliorano l’esperienza di guida oltre che le credenziali ecologiche della vettura.

Trasmissione ibrida

La C-X16 indica come la prossima generazione di vetture sportive Jaguar produrranno la loro potenza in maniera ecologicamente consapevole. La concept è alimentata da un propulsore ibrido sperimentale che combina un motore V6 interamente in lega con un motore elettrico ad elevate prestazioni ispirato dal sistema KERS utilizzato in Formula Uno.

Lo scopo di questo prototipo di sistema ibrido ad alte prestazioni è triplice: integrare la già prodigiosa potenza del motore V6 attraverso il sistema on-demand ‘Push to Pass’; ridurre il consumo di carburante; consentire alla C-X16 di comportarsi come un veicolo elettrico ad emissioni zero fino a di 80 km/h con minime aperture del gas.

Sistema Intelligente Start/Stop

Il punto di partenza è la trasmissione Jaguar ad otto rapporti con sistema intelligente Start/Stop, lanciato recentemente con grande successo sulla berlina sportiva XF. Il sistema è in grado di spegnere il motore in soli 300 millisecondi dopo l’arresto della vettura e utilizza il TSS (Twin Solenoid Starter) che è in grado di riavviarlo nel lasso di tempo che occorre al piede del guidatore per passare dal pedale del freno a quello dell’acceleratore. Ciò consente un ripristino più rapido e prestazioni senza soluzione di continuità al di là delle capacità di qualsiasi altro sistema concorrente in produzione ed è la prima volta che un tale dispositivo viene utilizzato con un motore sovralimentato.

Recupero dell’Energia

La C-X16 estende la funzionalità del sistema Start/Stop collegandolo ad un generatore integrato di trasmissione montato come un’unica unità con il cambio. Questo viene alimentato da un gruppo batteria da 1,6 kWh posizionato dietro i sedili per una perfetta distribuzione del peso.
Come nel più esigente ambito sportivo, Jaguar si avvale di un sistema KERS (Kinetic Energy Recovery System). Il gruppo batteria viene prevalentemente caricato attraverso un sistema elettro-idraulico di recupero dell’energia sull’assale posteriore.

Prestazioni “on demand”

Un display grafico sul cruscotto indica quando la spinta supplementare fornita dal motore elettrico può essere impiegata. Quando carico, un pulsante ‘Push to Pass’ montato sul volante consente di accedere ad ulteriori 70 kW (95 CV) e 235 Nm di coppia per un massimo di 10 secondi. Per via della naturale mancanza di ritardo dei motori elettrici, questa potenza è istantaneamente disponibile. La batteria viene costantemente e automaticamente ricaricata, mentre l’intero sistema è supervisionato attraverso l’Hybrid Vehicle Supervisory Controller.

Sia il gruppo batteria e sia il motore elettrico che equipaggiano la C-X16 sono raffreddati a liquido impedendo loro di perdere prestazioni sotto forma di calore accumulato durante l’uso più intenso. Inoltre, gli avanzati dispositivi elettronici ricevono aria fredda dal sistema di gestione del clima, il cui compressore è anch’esso alimentato elettricamente piuttosto che direttamente dal motore per ridurre le perdite. Il sistema ibrido è posizionato all’interno dell’interasse della vettura per facilitare la distribuzione dei pesi e massimizzare l’agilità riducendo il momento polare d’inerzia.

V6 sovralimentato

Il motore V6 sovralimentato montato anteriormente sviluppa 380 CV (280 kW) e 450 Nm di coppia da una capienza di 3,0 litri. Sviluppo modulare del pluripremiato Jaguar AJ-V8, il nuovo propulsore indica la strada verso la nuova generazione di motori benzina a combustione interna altamente efficienti e potenti.

Il nuovo V6 adotta la stessa architettura in alluminio leggero del motore otto cilindri ma con un’elevata pressione e blocco pressofuso con bulloni di fissaggio a croce per i coperchi delle bancate al fine di aumentare la robustezza e la raffinatezza. I quattro alberi a camme con teste dei cilindri a 4 valvole sono costruiti in alluminio riciclato per ridurre l’impatto ambientale derivante dalla loro produzione.
Ottimizzato per l’alesaggio e la corsa, il V6 dispone anche di un sistema di combustione con iniezione diretta di seconda generazione dotato di un elevato rapporto di compressione di 10.5:1. Un aggiornato bypass elettronico per il compressore a doppia turbina tipo Roots, consente un controllo più preciso dell’erogazione per ridurre il consumo di carburante.

Prestazioni e Raffinatezza

Questi progressi in termini di efficienza consentono al V6 di produrre una potenza specifica di 126 CV per litro. Connesso al motore elettrico ad alte prestazioni il risultato è sorprendente: 0-100 km/h in 4,4 secondi, una velocità massima di 300 km/h autolimitata e un’accelerazione in marcia di 2,1 secondi tra gli 80 e i 120 km/h. I vantaggi del sistema ibrido vanno oltre la loro essenza di pura sportività, riducendo le emissioni di CO2 a 165g/km e ottenendo un rendimento di 17,43 chilometri per litro nel ciclo combinato.

Per garantire al motore di offrire non solo la potenza ma anche la raffinatezza per cui le Jaguar sono famose, il V6 è dotato di un sistema brevettato a rotazione indipendente per il bilanciamento dei pesi nella parte anteriore e posteriore del motore. Chiunque abbia familiarità con l’omogeneo e potente V8 troverà nel V6 tutte quelle caratteristiche di raffinatezza ed erogazione della potenza, naturalmente con la sua appassionante sonorità, offrendo allo stesso tempo un consumo di carburante significativamente migliorato e rispettando le normative sulle emissioni SULEV 30 ed Euro VI.

Design

‘Questa vettura è stata progettata dai primi principi. Si tratta di un’evoluzione della filosofia stilistica Jaguar del passato e definisce gli impegni per le innovative ed entusiasmanti sportive del futuro. La purezza delle linee e degli intenti rappresentano ciò che Jaguar sa fare meglio.’ , , Jaguar Cars

Se qualcosa si può dire per definire i modelli Jaguar la parola è una sola: teatrale. La C-X16 non fa eccezione, prendendo il tradizionale modello di vettura sportive due posti e ridefinendolo nello stile Jaguar.
Nella sua forma più semplice, lo stile della vettura sportiva viene definito dal rapporto tra la meccanica e la carrozzeria. Lo scopo di Jaguar è sempre stato quello di avvolgere la forma il più possibile intorno alla funzione, per dare vita ad un aspetto scolpito e teso che non poteva che essere quello di una Jaguar. Rifinita in bronzo, sulla C-X16 non c’è spreco di spazio, di movimento o di superficie, ogni linea lavora al suo scopo nel creare un insieme che è più della somma delle sue parti.

Purezza della Linea

La C-X16 eleva il pluripremiato linguaggio stilistico Jaguar ad un livello successivo ed è sorprendente nella sua semplicità, definita com’è attraverso tre ‘linee vitali’: il parafango anteriore spigoloso, le fiancate posteriori che avvolgono la coda e l’ampia linea del tetto.

‘La postura di questa vettura è tutto. E’ fondamentalmente una vettura stradale e ciò ha guidato ogni aspetto del design. Abbiamo arretrato il segno delle linee vitali in modo da poter creare una tensione dinamica. La vettura possiede un senso di potenza latente; la possibilità di entrare immediatamente in azione.’ Ian Callum, Design Director, Jaguar Cars

La C-X16 si avvale anche di tutta una serie di nuovi stilemi Jaguar come la griglia trapezoidale finemente arrotondata. Ispirata dalla concept car C-X75 e riconoscibile sulle attuali XF e XJ, questa rappresenta il punto focale per il frontale della vettura, rendendola immediatamente riconoscibile se osservata da uno specchietto retrovisore.

Definizione Muscolare
Il muscolare cofano a conchiglia viene definito nei bordi esterni da due spigolose piegature che risalgono lungo i bordi superiori dei parafanghi anteriori. Queste partono nel fascio di alette che divide le prese d’aria ai lati della griglia prima di amalgamarsi nella linea delle spalle che corre lungo le portiere. L’importanza di questa linea del parafango anteriore viene enfatizzata dalla forma angolare dei fari, che deliberatamente ne seguono l’innalzamento per portare l’occhio in su e lungo i contorni della vettura piuttosto che attraverso questi. Le prese d’aria del parafango anteriore, come quelle nel cofano, sono rifinite in fibra di carbonio.

Il ruolo di definizione della linea del parafango anteriore viene enfatizzato attraverso una piegatura finemente cesellata che forma una doppia curva a ‘bottiglia di Coca’, rigonfiandosi verso l’esterno e verso l’alto dalla linea di cintura della vettura, fino ad inglobare le muscolose fiancate che sono un marchio Jaguar. Questa linea caratteristica poi piomba, ininterrotta, attorno al posteriore della vettura per dare vita alla coda, che riprende l’aspetto del bordo posteriore dell’ala a freccia di un aereo.
Le luci posteriori continuano il tema impostato con la C-X75 che si estendono lungo i fianchi della vettura immediatamente sotto la piegatura della coda, per evidenziare in modo netto la possente larghezza della carreggiata posteriore e, come la griglia, dare la possibilità immediata di essere riconosciuta come una sportiva Jaguar.

Semplicità Aerodinamica

Al fine di mantenere immacolata la muscolosità delle linee e ininterrotto il flusso d’aria lungo i fianchi della vettura, le maniglie delle portiere sono state posizionate in modo radente nella carrozzeria. Sensori tattili integrati nelle maniglie innescano dei silenziosi motorini elettrici, chef anno apparire le maniglie in alluminio tornito al guidatore e al passeggero.

Lo stesso desiderio di strabiliante semplicità ha motivato ogni elemento aerodinamico del design della C-X16 senza ricorrere ad inutili appendici o spoiler. La deportanza viene assicurata da un discreto ripartitore anteriore, dal disegno della coda con effetto Venturi e da minigonne laterali che convogliano dolcemente l’aria lungo i fianchi della vettura, i quali sono tutti rifiniti in fibra di carbonio. Anche la piegatura spigolosa che si crea dove la curva del tetto incontra la coda, facilita l’aerodinamica garantendo una netta separazione dell’aria dalla carrozzeria ad alta velocità.
Anche da ferma, il senso della funzione e della potenza insita nella C-X16 è inconfondibile, grazie ad una postura che ottimizza il rapporto tra il corpo vettura e i cerchi in lega da 21 pollici, che sono stati posizionati ai margini estremi della vettura e rifiniti con fibra di carbonio intarsiato.

Gli interni

Le peculiarità proposte per gli esterni della C-X16 sono confermate nel momento in cui viene aperta la portiera, per cui il conducente e i passeggeri sono accolti da spettacolari interni di colore rosso rivestiti con i migliori materiali; pelle, micro-tessuto scamosciato, alluminio anodizzato tornito, fibra di carbonio e cromature scure.

Interno Rosso Vermiglio

La vettura è chiaramente incentrata attorno al guidatore e sottolinea la sua impostazione ‘One Plus One’ per creare volutamente uno spazio più avvolgente e ovattato possibile. L’entusiasmante potenziale della C-X16 è sottolineato dalla scelta di un rosso vermiglio come colore principale utilizzato per i rivestimenti.

Allestimenti d’Ispirazione Aeronautica

La C-X16 trae ispirazione per i vari elementi del suo allestimento interno dall’industria aeronautica, come la leva del cambio in stile joystick o la fila di interruttori a levetta che fanno riferimento alla classica Jaguar da competizione. Il risultato di questa progettazione è la presenza di un cruscotto plasmato attorno al guidatore, per offrire la migliore vista anteriore, consentendo alla vettura di ottenere un preciso assetto in curva, assistita inoltre dalle piegature spigolose sulla parte superiore dei parafanghi anteriori.

Il desiderio di mantenere la parte superiore del cruscotto più essenziale possibile, ha portato alla creazione di un sistema di ventilazione intelligente. Controllata attraverso complessi algoritmi insiti nel sistema di gestione del clima, questa doppia bocchetta – ispirata alle prese d’aspirazione dell’aereo da combattimento Typhoon – fuoriesce dal cruscotto per donare un’intensa folata d’aria calda o fredda, che consente di raggiungere velocemente la temperatura desiderata all’interno dell’abitacolo, per poi ritrarsi delicatamente una volta ottenuto il livello desiderato.

Nello stesso modo in cui le maniglie esterne delle portiere restano nascoste fino all’attivazione, per un desiderio di nitidezza ergonomica alcuni elementi degli interni restano ‘segreti fino a richiesta’. Premendo il pulsante d’avviamento, inizia, ispirandosi all’industria aeronautica, una sequenza a cascata che accende i display fino a quel momento spenti nella console centrale. Quello che sembra a prima vista uno schermo TFT di fronte al guidatore, si rivela essere un elegante pannello strumenti a doppio quadrante, segno distintivo delle sportive Jaguar, nascosto dietro un vetro oscurato.

Strumentazione Dual-function

Con Jaguar già leader nella tecnologia touchscreen, la C-X16 adotta un sistema di nuova generazione, con schermo centrale maggiorato attraverso due file di tasti ‘Home’ su entrambi i lati che offrono collegamenti rapidi ai comandi del menù principale. Ulteriori funzioni traggono ispirazione da dispositivi come smartphone e tablet e forniscono applicazioni multimodali.

I regolatori rotanti del riscaldamento sono realizzati in alluminio tornito e anodizzati in bronzo scuro; materiali tradizionali al cui centro c’è un mini schermo OLED che si riconfigura ogni qual volta viene utilizzato un comando. Ruotando i regolatori si cambia la temperatura sui rispettivi lati della vettura, ma premendoli cambia la loro funzionalità permettendo di fatto di gestire la funzione di riscaldamento e di raffreddamento dei sedili.

Il quadro strumenti ha una cornice in fibra di carbonio e sottili elementi ‘watch-like’ impreziositi da riflessi cromati scuri, mentre la leva del cambio e il selettore per la guida in modalità dinamica sono contornati da alluminio anodizzato rosso per enfatizzare il loro scopo.

Connettività

La consolle centrale ospita nel bracciolo il sistema Jaguar ‘Connect and View’. Sviluppato in collaborazione con Blackberry ô, questo permette agli smartphone di una serie di produttori di essere inseriti nell’alloggiamento in alluminio tornito tra i due sedili anteriori; dopo di ciò, il touchscreen centrale si riconfigura e visualizzerà la schermata del telefono. Il sistema dialogherà con la maggior parte delle funzioni dello smartphone: allerterà il conducente circa gli appuntamenti, fornirà istruzioni per la navigazione, consentirà la lettura dei messaggi di posta elettronica e di file testuali e, naturalmente, potrà effettuare e ricevere telefonate.

Costruzione in Fibra di Carbonio

Realizzati in materiali compositi leggeri, gli avvolgenti sedili sportivi adottano la funzione di regolazione manuale per ridurre ulteriormente il peso. Ogni schienale è rinforzato da una dorsale centrale in fibra di carbonio. Le proprietà strutturali della fibra di carbonio sono ulteriormente utilizzate in un barra di rinforzo che rifluisce dalla consolle centrale, separa i sedili e poi si divide in due, prima di essere imbullonata alle torrette delle sospensioni posteriori per garantire una maggiore rigidità.

Ulteriore fibra di carbonio si trova nella consolle centrale, inserita nelle maniglie interne di sostegno per il passeggero, che scorrono organicamente dal cruscotto al tunnel della trasmissione. Il pavimento è rifinito in alluminio e pelle nera Poltrona Frau, sottilmente trapuntata a mano con un motivo Hex, influenzato della storica forma a losanga di Jaguar – questo stesso motivo si trova cucito nel rivestimento interno.

Posti discretamente dietro i sedili anteriori, trovano posto il gruppo batteria agli ioni di litio e l’inverter, che forniscono energia al sistema di guida ibrido. Posizionati qui per una migliore distribuzione del peso, sono nascosti sotto un coperchio in alluminio, lavorato da solido e progettato con dissipatori di calore integrati.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Design Director Ian Callum Jaguar Cars

Lascia una risposta

 
Pinterest