Tecnologia chimica Evonik al servizio delle auto

evonik

22 set, 2011

Gli innovativi prodotti Evonik rendono le auto più leggere, economiche ed amiche dell’ambiente.

Fonte: Evonik

Essen, settembre 2011. La reinvenzione dell’automobile è a buon punto, ma non c’è ancora alcuna singola tecnologia che è nettamente superiore alle sue concorrenti; piuttosto saranno un gran numero di singole innovazioni che renderanno l’auto del futuro una realtà.

Secondo , un recente studio condotto dalla società di consulenza strategica di , i compiti principali da affrontare da parte dell’industria sono ridurre i consumi, le emissioni, il consumo di mate prime e costi. L’esperienza di nel settore della mobilità si incarna in un gran numero di prodotti innovativi. In questo modo Evonik gioca un ruolo chiave nella reinvenzione della vettura.

Ci vuole forza per spostare una grande massa e una notevole quantità di carburante è necessario per mantenere una grande macchina in movimento. Schiume strutturali leggere ed innovative, applicazioni delle materie plastiche e adesivi di Evonik rendono le automobili più leggere e quindi contribuiscono a risparmiare carburante. Lo studio di Oliver Wyman rileva che le innovazioni del settore, ruotano attorno a emissioni, consumo di carburante e peso.

In combinazione con fibre di materiali compositi ad alte prestazioni la schiuma Rohacell® rende possibile la produzione di pannelli sandwich. Utilizzata in parti della carrozzeria come il tetto, il portellone posteriore, il cofano e le porte, permette di ridurre il peso dal 60 al 70 per cento in confronto con le parti in acciaio convenzionali. Ad esempio, Evonik ha deciso di unire le forze con il produttore di vetture sportive Lotus Engineering per sviluppare una Lotus Exige molto speciale. Il risultato: Evonik Light Weight Design (LWD) Lotus, che pesa ben 75 chilogrammi in meno rispetto alla Exige di serie S, già molto leggera.

Le plastiche VESTAKEEP ® PEEK e VESTAMID ® sono utilizzati anche per alleggerire le strutture. La VESTAKEEP ® PEEK, plastica ad alte prestazioni, serve per la produzione di componenti progettati per un funzionamento continuo nelle condizioni più difficili, come negli azionamenti e motori.

La plastica può essere usata come alternativa al metallo, grazie alle sue proprietà quali l’elevata resistenza termica, la durezza, e la resistenza alla fiamma. Il grande vantaggio di VESTAKEEP ® PEEK è che permette un risparmio di peso. Car Innovation 2015 prevede che i materiali rivoluzionari, componentistica leggera e finestre di plastica e l’uso radicalmente ridotto di metalli potranno ridurre i costi grazie al risparmio di peso.

Peso ridotto

Adesivi ad alte prestazioni contenenti materiali prodotti da Evonik contribuiscono anche a ridurre il peso perché, ad esempio, permettono l’utilizzo di materie plastiche leggere che non possono essere incollate mediante saldatura o brasatura. Il promotore di adesione Vestamelt® permette anche di unire parti in acciaio e plastica per formare materiali ibridi. Questi adesivi ad elevate prestazioni sono utilizzati in filtri per il carburante, portiere, e riscaldatori di sedili, tra le molte altre applicazioni.

Il parabrezza composito in Plexiglas® rende le automobili più leggere. I componenti stampabili Plexiglas® e Plexalloy® hanno anche altri vantaggi: vengono usati al posto di rivestimenti per le superfici di parti della carrozzeria. Grazie alle sue proprietà specifiche, Plexiglas® assicura un look particolarmente raffinato così come qualità e prestazioni per la sua lucidità, resistenza all’abrasione, e durezza. Quindi i prodotti Evonik migliorano l’estetica oltre a proteggere l’ambiente.

Le vernici per auto sono nella Champions League dei rivestimenti, stabilendo nuovi standard di resistenza agli agenti atmosferici, sostanze chimiche, corrosione e abrasione. Un nuovo AERODISP ® permette ora la produzione di rivestimenti ancora più resistenti all’abrasione e brillanti di prima, grazie ad un additivo personalizzato che ottimizza il comportamento del flusso del rivestimento e promuove le proprietà ottiche desiderate nel film di rivestimento finito.

La power train technology del futuro

Grandi speranze sono attualmente investite nelle auto elettriche. Il loro tallone d’Achille finora è stata la batteria; gli ioni di litio sono potenti e compatti dispositivi di accumulo, ma per ragioni di sicurezza non è stato finora possibile utilizzarli nelle dimensioni richieste per le applicazioni automobilistiche. Grazie a un nuovo separatore in ceramica a membrana creato da Evonik all’interno della batteria litio-ioni, il loro uso è diventato possibile. Chiamato Separion®, la membrana di separazione è il componente chiave della batterie ad alto rendimento, che vengono prodotte a Kamenz, in Sassonia, da Li-Tec, una joint venture di Evonik e Daimler.

Sicurezza, prestazioni e durata sono combinati in modo ottimale in queste cellule e le batterie saranno presto in uso su larga scala nella produzione automobilistica. Questo rende Li-Tec il primo produttore su scala commerciale in Europa di batterie al litio con tecnologia di immagazzinamento in ceramica per applicazioni automotive, commercializzati con il marchio Cerio ®.

Car Innovation 2015 identifica i sistemi di propulsione, come una delle tecnologie di maggior successo, con un tasso di crescita annuale dell’8 per cento o superiore. Lo studio menziona un altro vantaggio per il motore elettrico: entro il 2015, il 40 per cento della popolazione mondiale vivrà nelle città con più di un milione di abitanti, nella maggior parte dei casi con grave mancanza di parcheggi, congestione del traffico, e le restrizioni sulle emissioni. Le city-car, finora di interesse marginale per l’industria automobilistica, saranno dunque un obiettivo di sviluppo da prendere seriamente in futuro, secondo lo studio. C’è di più, l’industria automobilistica è sulla soglia di uno dei suoi più importanti cambiamenti tecnologici dopo l’introduzione del motore a combustione interna.

Secondo uno studio condotto da esperti automotive Prof. Ferdinando Dudenhöffer presso l’Università di Duisburg-Essen, il futuro appartiene alle auto elettriche con un alta tecnologia della batteria. Evonik occupa una posizione speciale qui a causa del suo coinvolgimento nella tecnologia delle batterie. In soli 15 anni, nel 2025, circa due terzi degli 87 milioni di auto vendute opererà in parte o interamente con l’elettricità prodotta da batterie. Dudenhöffer stima che questo creerà un mercato 130 miliardi di € per dispositivi hightech di accumulo per l’industria automobilistica. Ritiene che la competitività internazionale dell’industria automobilistica tedesca dipenderà in modo decisivo l’accesso alla tecnologia delle batterie innovative. Come fornitore di soluzioni high-tech, l’industria chimica svolge un ruolo chiave. La tecnologia per lo stoccaggio di energia da parte dell’industria chimica sarà un driver fondamentale di sviluppo nella nuova era dell’automobile.

Ridotta resistenza al rotolamento

Gli pneumatici sono prodotti ad alta tecnologia che devono lavorare in condizioni meteo variabili: caldo, pioggia o neve. La resistenza al rotolamento degli pneumatici è particolarmente importante nella trasmissione di energia per la strada: più bassa è la resistenza al rotolamento, minore è il consumo di carburante e le emissioni di anidride carbonica vengono ridotte di conseguenza. L’uso del silano additivo Si ® 363 permette la resistenza al rotolamento di ridurre di circa il 10 per cento rispetto agli pneumatici tradizionali, con conseguente risparmio di carburante dal 3 all’8 per cento.

Evonik prodotti sono utilizzati anche sotto il cofano. Sotto il nome Viscoplex ® Evonik sviluppa componenti ad alte prestazioni aggiunti ai lubrificanti per renderli più efficienti e affidabili e di prolungare la durata dei motori e ingranaggi (sistemi di trasmissione). Tutto sommato, i prodotti Evonik offrono un gran numero di possibilità di applicazione, che aprono la strada per l’auto del futuro.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Car Innovation 2015 Evonik Industries Ferdinando Dudenhöffer Oliver Wyman

Lascia una risposta

 
Pinterest