Ricarica wireless attraverso gli pneumatici

Ricarica wireless attraverso gli pneumatici

11 lug, 2012

delle auto elettriche ora tramite le gomme

di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

9 luglio 2012. Molti proprietari di auto elettriche fanno un pò di confusione riguardo il dibattito dei punti di ricarica.
Dopo tutto, quando la maggior parte del vostro percorso è tra casa e ufficio, la carica in uno di quei due postii è generalmente sufficiente. La presenza (o meno) di caricabatterie ai parcheggi o la diffusione attraverso la vostra città non è un problema.

Naturalmente, non tutti pensano lo stesso, e per chi vorrebbe avere la botte piena della propria electric car e la moglie ubriaca, sarebbe bello percorrere distanze più lunghe. La ricarica senza fili è solo una di quelle tecnologie dedicate al miglioramento dela percorrenza di lunghe distanze delle auto elettriche, e una società giapponese, pensa che potrebbe essere in grado di caricare le auto elettriche attraverso gli pneumatici …

Il progetto EVER (Electric Vehicle on Electrified Roadway) riportato su Phys.org, permette di caricare le auto elettriche attraverso quattro centimetri di cemento – come quello usato sulle strade – attraverso gli pneumatici del veicolo raccogliendo la carica mentre rotolano durante la marcia

.Come con altri prototipi di auto elettriche che utilizzano il sistema di ricarica wireless, un elemento serve alla creazione di un campo e l’altro ail completamento di un circuito. In questo caso, significa che una placca di metallo sotto la carreggiata di calcestruzzo, e le cinghie in acciaio nei pneumatici che ricevono la carica.

Secondo la demo del team non funziona sul tipo di carica che sarebbe necessario per ricaricare al massimo una macchina elettrica – in realtà, è appena sufficiente per alimentare una lampadina – ma la prova concreta con veri e propri pneumatici di automobili dimostra che il’ sistema può funzionare.

Meno del 20 percento della potenza trasmessa viene persa, rendendo il sistema sorprendentemente efficiente.

Ci sono ostacoli da superare naturalmente, compresa la garanzia che funzioni a potenze più elevate, e inoltre c’è il piccolo problema di sviluppare una rete stradale a sostenerla, ma i fan degli EV vengono impiegati per questo genere di idee. Molte idee si sono sviluppate, poche quelle scelte, ma qualcosa con una reale possibilità di lavoro potrebbe essere un giorno adottata.

E da una prospettiva utopica, tutto ciò che consente ai veicoli elettrici di caricare, senza dover interrompere la marcfia sembra piuttosto buono

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ricarica induzione ricarica wireless

Un commento

  1. Sprecare il 20% della potenza e’ un assurdo, secondo me questo sistema con traferri elevati non puo’ raggiungere un rendimento dell’80% ma dara’ decisamente meno efficiente. Ci sono altri sistemi meno invasivi per ricaricare, per esempio con accoppiamento induttivo a traferro minimo.

Lascia una risposta

 
Pinterest