Prestiti a chi ha paura delle batterie della Volt

chevrolet_volt_car-on-fire

6 dic, 2011

GM lavora sulla sicurezza delle per assicurare la fiducia nella

La sicurezza del cliente e la sua soddisfazione rimangono la priorità massima.
Ai proprietari di Volt viene offerta un veicolo GM alternativo in prestito per la pace della mente
Una squadra di ingegneri GM senior lavoreranno con NHTSA su possibili cambiamenti

Fonte: Chevrolet

Detroit, 1 dicembre 2011. General Motors ha annunciato questo lunedì iniziative per la soddisfazione del cliente e la ricerca della sicurezza della batteria per garantire la fiducia nella Chevrolet Volt ad autonomia estesa.

Le iniziative seguono sei mesi di ricerca e sperimentazione negli Stati Uniti con il National Highway Traffic Safety Administration per indurre lo spegnimento elettrico della batteria del veicolo dopo un incidente grave.

L’agenzia ha fatto sapere venerdì a GM che avrebbe aperto una valutazione preliminare delle batterie della Volt, dopo i risultati dei test NHTSA in cui la batteria ha causato incendi tre settimane dopo il crash test, previsto nei test cui sottoporre i nuovi veicoli dal New Car Assessment Program.

, presidente di GM Nord America, ha detto che la società avrebbe preso ogni precauzione possibile per assicurare il pubblico dell’impegno di GM per la sicurezza della Volt dopo un incidente grave e la soddisfazione totale di tutti coloro che ne possiedono una.

“La Volt è una safety car a cinque stelle. Anche se nessun cliente ha vissuto nel mondo reale ciò che è stato identificato in questo ultimo test in caso di incidente, stiamo compiendo passi fondamentali per garantire la soddisfazione del cliente e la sicurezza”, ha detto Reuss. La tranquillità dei nostri clienti è troppo importante per noi perché ci sia una preoccupazione anche minima. Questa tecnologia dovrebbe ispirare fiducia e orgoglio, non vi e’ posto per problemi o dubbi. Il problema ora è su come affrontare i giorni e le settimane dopo un incidente grave per mettere in sicurezza la batteria, il che e’ una questione di interesse non solo per la Volt, ma per tutto il nostro settore, mentre continuiamo a far avanzare la ricerca sui veicoli elettrici.”

Squadra investigativa di ingegneri GM senior
, Senior Vice President, Global Product Development, ha detto che GM aveva incaricato una squadra senior engineering per studiare le modifiche necessarie per eliminare le preoccupazioni di potenziali incendi elettrici post-incidente e lavorare con l’industria per garantire la messa a punto di adeguati protocolli di gestione dei veicoli elettrici. Barra ha detto ad esempio che incendi di natura elettrica non si sono mai verificati su strade pubbliche e che le indagini dell’NHTSA non erano volte ad accertare una tale potenziale imminente problema.

“L’attenzione e le ricerche di GM e dell’agenzia continuano ad essere sulle prestazioni, lo stoccaggio e lo smaltimento delle batterie dopo un incidente o altro evento significativo,” ha detto. “Stiamo lavorando con NHTSA in modo che tutti noi abbiamo una migliore comprensione di questi rischi e delle maniere per evitarli in futuro. Questo non è solo un problema della Volt. Stiamo già conducendo una attività congiunta con la Society of Automotive Engineers e altre case automobilistiche per affrontare nuovi problemi dei veicoli elettrici, come questo protocollo di depotenziamento batterie dopo un incidente grave.”

Barra ha detto che la squadra avrebbe continuato a collaborare strettamente con l’NHTSA, i fornitori, i distributori e il team di produzione per avviare le modifiche necessarie nel più breve tempo possibile.

Il programma di prestiti per i proprietari delle Volt
Reuss ha dichiarato che GM avvierà un programma di prestiti rivolto ai proprietari di Volt. Ogni proprietario Volt preoccupato per la sicurezza può contattare il proprio consulente Volt per organizzare un prestito di un altro veicolo GM fino alla risoluzione del problema.

“Un programma di prestiti gratuiti di autovetture di questa natura è ben oltre la norma per un’indagine preliminare e sottolinea il nostro impegno per la reputazione della macchina e la tranquillità dei suoi proprietari”, ha detto. “Questi passi sono quelli giusti da fare a prescindere da qualsiasi impatto immediato sulle nostre operazioni”.

Lanciata alla fine del 2010, la Chevrolet Volt ha vinto oltre 30 premi negli Stati Uniti e in altri mercati. La Volt raggiunto un punteggio a cinque stelle NCAP complessiva per la sicurezza dalla NHTSA ed è una Top Safety Pick secondo l’Istituto di Assicurazione per la Sicurezza Stradale. GM ha realizzato più di 1000 mila miglia di test durante lo sviluppo del veicolo.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie chevrolet volt incendio Maria Barra Mark Reuss

Lascia una risposta

 
Pinterest