Fra 10 anni le batterie a stato solido

2011 Chevrolet Volt

27 set, 2011

Mancano ancora 10 anni per avere le batterie a stato solido per auto elettriche

Di Antony Ingram
Fonte: GreenCarReports

26 settembre 2011. Le batterie a stato solido possono essere viste come tutto ciò che stiamo cercando di ottenere da una batteria per un’auto elettrica, migliorando tutte le caratteristiche fondamentali necessarie per la mobilità elettrica. Purtroppo, probabilmente non ci sarà possibile vederle nel prossimo futuro. Le ultime stime riportate da Automotive News sono che le batterie a stato solido sostituiranno le attuali favorite al litio liquido, tra il 2020 e il 2025.

Che cosa è una batteria allo stato solido e che cosa la rende migliore?
Durata, leggerezza e sicurezza, in breve. l’energia viene conservata allo stato solido o di film sottile, come suggerisce il nome, in una sottile pellicola solida. Questo film è molto più leggero di un elettrolita liquido. La densità di energia è maggiore – fino al 200 o 300 per cento – conservando più energia nello stesso peso si riesce ad estendere l’autonomia senza pregiudicare le prestazioni della vettura.

La tecnologia del film sottile è teoricamente più sicura. Le celle agli ioni di litio hanno un rischio di rottura che potrebbe provocare un incendio. Le case automobilistiche sono molto attente a garantire che loro sistemi di batterie siano completamente sicuri nelle auto elettriche attualmente sul mercato, ma lo stato solido è naturalmente più sicuro. Per i produttori, allo stato solido dovrebbe essere anche più economico da produrre, siccome le batterie sono meno complesse.

Anche se la tecnologia delle batterie non è ancora stata pienamente sviluppata, General Motors e il gruppo giapponese Itochu Corp. hanno investito 4,2 milioni di dollari nella Sakti3 Inc. di Ann Arbor, Michigan. I ricercatori della University of Central Florida e Planar Energia, in Florida, stanno lavorando sulla tecnologia.
Tutti stanno attualmente lavorando intorno a problemi con la tecnologia, ma Scott Faris da Planar Energia ritiene che sarà eventualmente possibile ridurre i costi della tecnologia delle batterie di oltre il 50 per cento.

Bill Wallace, direttore di ingegneria globale sistemi di batterie a GM, pensa che la tecnologia potrebbe essere in uso tra cinque anni (batterie di nuova generazione sembrano sempre di cinque anni di distanza…), ma una stima della società di consulenza Auto Lectrification mette un arco di tempo più lungo di 10-15 anni sull’uso generalizzato.

In ogni caso, la tecnologia della batteria allo stato solido sembra essere uno dei modi più realistici per migliorare l’autonomia delle auto elettriche nel futuro – se le cellule flusso liquido non arriveranno prima.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie stato solido

Lascia una risposta

 
Pinterest