Batterie dalle venature delle foglie

Batterie dalle venature delle foglie

4 mag, 2017

Sono più efficienti e resistenti delle migliori attuali.

Fonte: Zeus News

 

2 Maggio 2017. Come si fa a rendere più efficienti le batterie e a migliorare i trasferimenti di energia? Facendosi ispirare dalle .

Proprio prendendo spunto dal modo in cui vengono trasportati i nutrienti all’interno delle foglie, con un consumo energetico minimo, un gruppo di ricercatori cinesi e australiani ha sviluppato un nuovo materiale poroso.

Tale materiale è stato chiamato material in riferimento alla cosiddetta legge di , riscontrata nel mondo naturale.

Secondo la legge di Murray, l’intera rete di pori che esistono in scale diverse nei sistemi biologici è interconnessa in maniera tale da facilitare il trasferimento dei liquidi e minimizzare la resistenza lungo la rete stessa.

È questo il modo in cui le piante ottimizzano il flusso di nutrienti necessari alla fotosintesi nelle venature delle foglie, creando regolarmente diramazioni su scala inferiore.

L’utilizzo del Murray material ha permesso di ridurre lo stress che gli elettrodi delle batterie devono sopportare a causa dello spostamento delle cariche elettriche, e che sono una delle cause di una vita utile limitata.

Oltre a una durata superiore delle batterie così realizzate, il materiale consente anche di ottenere prestazioni migliori durante le fasi di ricarica e di scarica.

I miglioramenti sono notevoli: gli scienziati hanno dimostrato come una batteria costruita con il nuovo materiale ha una capacità 25 volte superiore alle migliori batterie agli ioni di litio attuali.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: batterie foglie murray

Lascia una risposta

 
Pinterest