Storia. Prodotti e concept green Mercedes a Francoforte 2009

Storia. Prodotti e concept green Mercedes a Francoforte 2009

28 ago, 2016

In occasione del Salone di Francoforte del 2009, Mercedes Benz ha presentato delle proposte interessanti nel settore della mobilità ecologica, alcune delle quali ora sono in produzione.

In quel momento alcune sono state annunciate come produzione di serie – quale il modello Classe B F-Cell dotato di celle a combustibile; mentre il della Classe B E-Cell Plus veniva annunciata come prossima alla produzione di serie, cosa che puntualmente è avvenuta qualche anno più tardi.

Nel settore delle supercar … Mercedes ha portato per la prima volta il Concept di SLS AMG a trazione elettrica.

Nelle prossime righe ricordiamo questo stand Mercedes Benz del Salone di Francoforte di sette anni fa.

Fonte: Archivio Electric Motor News

 

26 Agosto 2016. Alla 63esima edizione del Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte (2009), Mercedes-Benz da’ una volta di più prova del suo ruolo di motore innovativo nel settore automobilistico. Che vetture grandi e lussuose abbiano futuro, Mercedes-Benz lo dimostra tra l’altro con una prima mondiale, la Vision S 500 Plug-in HYBRID: la tecnologia d’avanguardia dell’innovativa trazione ibrida plug-in consente un consumo di soli 3,2 litri/100 km, la batteria carica regala 30 km d’autonomia. Due altre pietre miliari Mercedes sulla strada verso la mobilità a zero emissioni sono marcate dalla Classe B F-CELL, dotata di pulita trazione a celle a combustibile con circa 400 km d’autonomia, la cui produzione sarà avviata da Mercedes-Benz ancora nel 2009, nonché la Concept BlueZERO E-CELL PLUS, che grazie al “range extender” raggiunge 600 km d’autonomia.

“Tirando le somme, nessun’altra casa automobilistica dispone di così tante buone premesse per soddisfare le aspettative dei clienti legate alla mobilità individuale e sostenibile del futuro”, dichiara Dott. , presidente del comitato direttivo della Daimler AG e responsabile della divisione Mercedes-Benz Cars.
“La nostra ambizione è essere e restare il motore innovativo del settore automobilistico. Per questo continuiamo ad investire forti somme nel lavoro di ricerca e sviluppo. Disponiamo della strategia e delle appropriate tecnologie per raggiungere il nostro obiettivo, ed abbiamo già sul mercato un gran numero di vetture affascinanti ed ecocompatibili.“

Mercedes-Benz SLS AMG a trazione elettrica

Mercedes-Benz presenta al Salone IAA 2009 anche la a trazione hightech zero emissioni. La vision di una potente supersportiva ma nata per essere esente da emissioni nella circolazione in “locale”, è realizzata dalla Mercedes-Benz SLS AMG a trazione elettrica mediante un pacchetto avveniristico: quattro motori elettrici erogano una potenza complessiva di 392 kW e sviluppano una coppia massima di 880 Nm. Sono disposti vicino alle ruote, soluzione che consente di ridurre ragguardevolmente le masse non sospese rispetto ai motori applicati nei mozzi delle ruote. L’accoppiamento dinamico è realizzato da un riduttore per asse. Questa intelligente trazione integrale consente tramite il sistema torque vectoring – l’accelerazione mirata delle singole ruote – una perfetta trasmissione di forza, dinamica e senza perdite. In una prima fase pilota, la SLS AMG a trazione elettrica dispone di una batteria alto voltaggio agli ioni di litio, raffreddata a liquido, in architettura a moduli, con 48 chilowattore ed una capacità di 40 amperore. Grazie al mirato frenaggio rigenerativo, la batteria a 400 volt si ricarica durante il viaggio. L’accelerazione da zero a 100 km/h è compiuta dalla Gullwing “elettrica” in circa 4 secondi, raggiungendo l’elevato standard della SLS AMG con motorizzazione AMG V8 da 6,3 litri.

Vision S 500 Plug-in HYBRID: la classe di lusso in procinto di diventare una tre litri

Poco dopo il riuscito lancio della S 400 HYBRID, la berlina di lusso attualmente più economica in termini di consumo, dotata di motore Otto, Mercedes-Benz presenta al 63esimo Salone IAA di Francoforte la Vision S 500 Plug-in HYBRID, il primo modello della classe superiore nella categoria “tre litri”.

Il prototipo che mostra il futuro del sistema modulare ibrido della Mercedes-Benz, consuma secondo NEFZ soltanto 3,2 litri di benzina su 100 km, mentre l’autonomia elettrica consente di percorrere fino a 30 km, e quindi di viaggiare a zero emissioni nella circolazione locale. Con soli 74 grammi/km di CO2 (NEFZ) questa Vision, sviluppata dagli ingegneri Mercedes di Sindelfing, riproduce l’idoneità al futuro delle prossime generazioni S. Gli eccezionali valori sono conseguiti combinando il sistema misto plug-in con il pacchetto di potenziamento dell’efficienza BlueEFFICIENCY. Al contempo la Vision S 500 Plug-in HYBRID personalizza tutti i punti di forza tipici della Classe S: comfort di prim’ordine, eccezionale sicurezza e potenza di carattere superiore. La trazione include tre componenti principali: un potente motore a benzina V6 ad iniezione diretta, un modulo ibrido con potenza di circa 44 kW/60 CV ed una batteria agli ioni di litro con capacità di accumulo superiore a 10 kWh, caricabile presso le basi di ricarica. La Vision S 500 Plug-in HYBRID accelera in 5,5 secondi da zero a 100 km/h.

“Con la Vision S 500 Plug-in HYBRID mostriamo una nuova pietra miliare sulla nostra strada verso la mobilità a zero emissioni”, dichiara Dott. Dieter Zetsche, presidente del comitato direttivo della Daimler AG e responsabile della divisione Mercedes-Benz Cars. “Una Classe S di lusso ed affidabile, che offre prestazioni superiori su strada, pur consumando meno di un’utilitaria odierna: dimostra che anche nelle nostre future ammiraglie il fascino dell’automobile sarà compatibile con la responsabilità nei confronti dell’ambiente.”

Mercedes-Benz Classe B F-CELL: 100% di piacere, zero emissioni

Con la nuova Classe B F-CELL, Mercedes-Benz lancia ancora entro quest’anno sul mercato la sua prima vettura a celle a combustibile prodotta a condizioni di serie. L’ecologica trazione elettrica convince grazie alle sue perfette prestazioni su strada, paragonabili ad un motore da 2,0 litri a benzina, e contemporaneamente per le sue piene attitudini all’uso in condizioni quotidiane. E dire che la trazione a zero emissioni si accontenta di un consumo NEFZ esprimibile in 3,3 litri di carburante/100 km (equivalente gasolio). La Classe B F-CELL andrà in produzione alla fine del 2009 in piccola serie.

La vettura a celle a combustibile offre tutto quanto si possa attendere da una Mercedes-Benz: tanto comfort e sicurezza, nonché una generosa spaziosità all’interno e nel bagagliaio. E non si dovrà rinunciare al piacere di guidare, visto che il motore elettrico eroga 100 kW/136 CV e sviluppa una coppia massima di 290 Nm. Dotata di circa 400 km d’autonomia.

BlueZERO E-CELL PLUS: più autonomia in soluzione “a cavalluccio”

Prossima alla produzione di serie, l’elettrovettura Mercedes-Benz Concept BlueZERO E-CELL PLUS riunisce in sé la mobilità a livello “city” donata dalla trazione elettrica, e la capacità di compiere lunghi percorsi. Lo rende possibile la combinazione della trazione elettrica alimentata a batteria con un motore a combustione. Il compatto motore turbo a benzina, a tre cilindri, capace di erogare 50 kW, è alloggiato nell’area retrotreno e può ricaricare la batteria durante il viaggio. Grazie all’efficiente realizzazione dell’intero sistema, la vettura raggiunge in collegamento al bonus CO2 per il funzionamento elettrico a batteria, un’emissione CO2 di soli 32 grammi al chilometro. Con il “range extender” la BlueZERO E-CELL PLUS è dotata di ben 600 chilometri d’autonomia, di cui 100 km interamente elettrici e quindi a zero emissioni nella circolazione a
livello locale.

Il motore elettrico, capace di erogare 100 kW (potenza continuativa: 70 kW), con una coppia max. di 320 Nm, accelera la BlueZERO E-CELL PLUS in meno di undici secondi da zero a 100 km/h. Nell’interesse di un’ottima autonomia e perfetta efficienza energetica, la velocità massima è limitata elettronicamente a 150 km/h.

Il modello BlueZERO, lungo solo 4,22 metri, combina le compatte dimensioni esterne ad una generosa abitabilità ed uno spazioso bagagliaio versatile: cinque comodi sedili con seduta al 100 percento, circa 450 kg di carico utile ed oltre 500 litri di bagaglio ne fanno un’automobile idonea alla famiglia.

La BlueZERO E-CELL PLUS è stata realizzata sulla base dell’eccezionale struttura a sandwich, già conosciuta per l’applicazione sulla Classe A e B. I principali componenti della trazione sono disposti sotto la cellula dell’abitacolo, in soluzione salvaspazio e conveniente in termini di baricentro, e di massima protezione. “Il nostro sistema modulare consente diverse configurazioni di propulsione per qualsiasi esigenza del cliente”, afferma Dott. , membro del comitato direttivo della Daimler AG, e responsabile dell’attività di ricerca e sviluppo della divisione Mercedes-Benz Cars. “L’evoluta piattaforma a struttura sandwich è la base perfetta per una poliedrica gamma di vetture a trazioni elettriche.”

La nuova Gullwing a trazione hightech interamente elettrica

La Concept Mercedes-Benz SLS AMG a trazione elettrica: l’affascinante futuro della vettura supersportiva

Affalterbach – Mercedes-AMG prepara il terreno per il futuro: con la nuova SLS AMG a trazione elettrica, il marchio Performance in seno alla Mercedes-Benz Cars presenta un’affascinante vettura supersportiva a trazione hightech zero emissioni. Mercedes-Benz e AMG dimostrano così la loro competenza nell’evolvere soluzioni a riguardo delle propulsioni alternative per potenti supersportive, annoverandosi tra i pionieri di questo segmento.

La Vision di una supersportiva potente e a zero emissioni in “locale” è soddisfatta dalla Mercedes-Benz SLS AMG a trazione elettrica grazie ad un avveniristico pacchetto: il vigoroso avanzamento è garantito da quatto motori elettrici con potenza massima totale di 392 kW e coppia massima di 880 Nm. I quattro motori elettrici sono disposti vicino alla ruote, soluzione che consente di ridurre notevolmente le masse non sospese rispetto ai motori applicati nei mozzi delle ruote. L’accoppiamento dinamico è realizzato da un riduttore per asse. Questa intelligente trazione integrale permette tramite il sistema “torque vectoring” – l’accelerazione mirata delle singole ruote – una perfetta trasmissione di forza, dinamica e senza perdite. In una prima fase pilota, la SLS AMG a trazione elettrica dispone di una batteria alto voltaggio agli ioni di litio, raffreddata a liquido, in architettura modulare, con 48 chilowattore di contenuto ed una capacità di 40 amperore. Grazie alla mirata rigenerazione tramite recupero dell’energia in frenata, la batteria a 400 volt si ricarica durante il viaggio.

Accelerazione da zero a 100 km/h in circa 4 secondi

In termini di dinamicità la SLS AMG a trazione elettrica pone un vero statement: scatta da zero a 100 km/h in circa 4 secondi, uguagliando in classifica l’alto livello della SLS AMG con potente motore AMG V8 da 6,3 litri, 420 kW/571 CV.

“Ci siamo preposti di ridefinire con la SLS AMG a trazione elettrica il tema delle vetture supersportive. Per noi non è in prima linea soltanto una questione di responsabilità, ci teniamo infatti in ugual misura anche al fascino ed alla performance tipica AMG”, afferma Volker Mornhinweg, presidente della direzione Mercedes-AMG GmbH.

Perfetta ripartizione del peso e baricentro ribassato

La trazione interamente elettrica è stata presa in considerazione dalla Mercedes-Benze e AMG già nella fase di concezione della nuova “Gullwing”. Il packaging offre le premesse ottimali per integrare le tecnologie performanti e senza emissioni: i quattro motori elettrici e i due riduttori possono essere disposti sulla vettura presso le ruote e in posizione ribassata. Lo stesso vale per la batteria ad alta potenza in costruzione modulare: è alloggiata davanti alla paratia del motore, nel tunnel centrale e dietro i sedili. I vantaggi di questa soluzione risiedono nel basso baricentro della vettura e nella bilanciata distribuzione del peso: condizioni perfette per un handling ottimale, che la SLS AMG condivide con la sorella a benzina.

Uno sguardo ai dati principali:

Mercedes-Benz SLS AMG a trazione elettrica
Potenza massima 392 kW
Coppia 880 Nm
0-100 km/h ca. 4 s
Capacità nominale 40 Ah (a 400 V)
Contenuto energia 3x 16 kWh = 48 kWh

 

La realizzazione dei componenti della trazione non richiede alcuna modifica alla carrozzeria spaceframe in alluminio della “Gullwing”. Del pari non sono neanche necessarie restrizioni a riguardo della sicurezza passiva e del comfort su lunghi tragitti tipico della Mercedes.

Alleanza strategica per una rapida elettrificazione dell’automobile

Con la SLS AMG a trazione elettrica, Mercedes-Benz e AMG si muovono sistematicamente verso l’obiettivo di realizzare la più imminente elettrificazione dell’automobile. L’impegno strategico nella Deutsche Accumotive GmbH & Co. KG, una Joint Venture tra la Daimler AG e la Evonik Industries AG, fornisce in futuro la necessaria tecnologia. In questa alleanza per l’evoluzione e produzione di batterie e sistemi a batteria per le applicazioni su automobili, Daimler detiene la posizione trainante.

Prossima alla produzione di serie la Classe S con innovativa tecnologia ibrida Plug-in

Mercedes-Benz Vision S 500 Plug-in HYBRID: la classe di lusso sulla strada verso vettura tre litri

Poco dopo il riuscito lancio sul mercato della S 400 HYBRID, la berlina di lusso attualmente più parsimoniosa con motore Otto, Mercedes-Benz presenta al 63esimo Salone IAA di Francoforte la Vision S 500 HYBRID, il primo modello della classe superiore nella categoria “vettura tre litri”. Il prototipo tecnologico mostra il futuro del sistema ibrido modulare della Mercedes-Benz. La Vision S 500 Plug-in HYBRID può percorrere fino a 30 chilometri a trazione interamente elettrica e quindi a zero emissioni in “locale”. Grazie all’efficiente trazione ed al bonus CO2, consegue un consumo accreditato pari a soltanto 3,2 litri di benzina su 100 km. Con un’emissione di CO2 di soli 74 grammi/km nel ciclo NEFZ (“nuovo ciclo di guida europeo”), la Vision degli ingegneri di Sindelfing dimostra l’idoneità al futuro delle prossime generazioni Classe S. Questi eccezionali valori sono realizzati combinando la trazione ibrida plug-in e le misure di ottimizzazione dell’efficienza BlueEFFICIENCY. Al contempo la sperimentale S 500 Plug-in HYBRID sta per tutti i punti di forza tipici della Classe S: comfort di prim’ordine, eccezionale sicurezza e potenza superiore. Nelle vettura concept, la trazione prevede tre componenti principali: un potente motore a benzina V6 ad iniezioni diretta della prossima generazione, un modulo ibrido che eroga circa 44 kW/60 CV, ed infine una batteria agli ioni di litio con capacità d’accumulo superiore a 10 kWh. La Vision S 500 Plug-in HYBRID accelera in 5,5 secondi da zero a 100 km/h.

“Con la Vision S 500 Plug-in HYBRID mostriamo una nuova pietra miliare sulla nostra strada verso la mobilità a zero emissioni”, afferma Dott. Dieter Zetsche, presidente del comitato direttivo della Daimler AG e responsabile della divisione Mercedes-Benz Cars. “Una Classe S lussuosa ed affidabile, che offre prestazioni di marcia superiori, pur consumando meno di un’odierna utilitaria: è la prova che il fascino dell’automobile e la responsabilità per l’ambiente sono possibili anche nelle nostre future ammiraglie.“

“Fino all’idoneità ad andare in serie ci sarà ancora un bel po’ da fare”, afferma Dott. Thomas Weber, membro della direzione della Daimler AG e responsabile per la ricerca e sviluppo nella divisione Mercedes-Benz Cars, “ma i nostri ingegneri ce la metteranno tutta per compiere i necessari lavori d’integrazione e predisporre ogni componente al duro carico nell’uso quotidiano di una Berlina perfettamente idonea ai lunghi viaggi. Abbiamo in mano tutte le tecnologie chiave per una simile vettura da sogno. Per questo vedo il loro impiego nella prossima generazione della Classe S. Decisivo è adesso che, parallelamente ai nostri lavori di sviluppo, si costituisca una struttura a tappeto, al fine di poter sfruttare a fondo i potenziali di questo innovativo concetto di trazione.”

I componenti elettrici della trazione adottati nella Vision S 500 Plug-in HYBRID documentano la versatilità del sistema ibrido modulare Mercedes-Benz, ampiamente scalabile. Dal punto di vista costruttivo, questo modulo ibrido tre volte più potente si differenzia solo appena un po’ dal modulo ibrido del compatto motore elettrico 15 kW che batte nella S 400 HYBRID. Può pertanto anche essere integrato elegantemente nella scatola del cambio automatico a sette rapporti 7G‑TRONIC. Come nella S 400 HYBRID, anche questo prototipo resta fedele allo spazioso abitacolo. I futuri modelli dovranno orientarsi a questa architettura.

Vision S 500 Plug-in HYBRID: architettura del compatto sistema completamente ibrido

Mentre la batteria agli ioni di litio da 0,9 kWh, estremamente compatta, della S 400 HYBRID, trova posto nel vano motore, quella molto più potente, da 10 kWh, della Vision S 500 Plug-in HYBRID, richiede più ingombro, ed è pertanto sistemata nel bagagliaio, dietro ai sedili posteriori. La posizione d’installazione della batteria agli ioni di litio sopra l’assale posteriore, frutta vantaggi decisivi: la ripartizione del peso nella vettura è bilanciata, ed il volume del serbatoio benzina resta idoneo ai lunghi percorsi. Inoltre la posizione protetta garantisce la massima sicurezza in caso di crash.

La frizione addizionale disaccoppia il modulo ibrido dal motore a combustione

In conformità al concetto di modularità, la trasmissione della Vision S 500 Plug-in HYBRID è sostanzialmente composta come quella della S 400 HYBRID. Una caratteristica del sistema è la frizione addizionale, integrata tra motore a combustione e motore elettrico, che disaccoppia entrambi i propulsori in caso di trazione interamente elettrica, cosicché anche in questa modalità è conseguibile la massima efficienza. Grazie alla completa integrazione nella scatola del convertitore di coppia, la frizione di separazione non richiede ulteriori ingombri.

Presa elettrica: stazione di rifornimento della potente batteria plug-in

Un’altra sostanziale differenza dalle tradizionali trazioni ibride è rappresentata dalla batteria plug-in, ricaricabile attraverso le basi di carica. Quindi la Vision Plug-In HYBRID può percorrere fino a 30 chilometri a trazione interamente elettrica. La modalità di ricaricamento rapido con potenza di 20 kW dura circa 60 minuti. Ricaricando una batteria esaurita attraverso una presa comunemente reperibile da 3,3 kW, persino una presa domestica, il procedimento dura circa quattro ore e mezzo.

Il compatto Ricaricatore Onboard posto dietro la parete laterale del vano bagagli, regola l’operazione di ricaricamento ed è protetto dal corto circuito, errori di polarità e supertensione. Per proteggere la batteria, il sistema di ricarica sorveglia al contempo anche la tensione, il livello ed i tempi di carica. Il peso complessivo dei componenti elettrici ammonta nell’attuale vettura sperimentale a 215 kg. La batteria agli ioni di litio pesa circa 130 kg, molto meno di una tradizionale batteria al nichel-metallo idruro con la stessa capacità, che peserebbe circa
180 – 200 kg.

La scorta d’energia è recuperata anche durante il viaggio, grazie alla cosiddetta rigenerazione della batteria, utilizzando l’energia in frenata. La frizione con separazione ne aumenta l’efficienza, dato che consente la completa resa di recupero senza perdite di trascinamento del motore.

Fino a 30 chilometri d’autonomia puramente elettrica

La batteria ad alto voltaggio e il modulo ibrido di circa 44 kW/60 CV, consentono di percorrere a trazione puramente elettrica una distanza di fino a 30 km, il che è più che sufficiente in tanti viaggi in città. Lì la Vision S 500 Plug-in HYBRID è quindi in giro agile, con tanto comfort e a zero emissioni a livello locale. Su percorsi più veloci o su salite ripidi, si connette automaticamente il motore a benzina. Prima di chiudere la frizione, l’impianto elettrico della vettura sincronizza il numero di giri del motore a combustione e del modulo ibrido, per cui la connessione avviene praticamente senza sbalzi e in maniera impercettibile per il conducente.

L’elaborata sinergia con il motore a combustione consente diverse funzioni addizionali, che influiscono positivamente, d’ugual misura, sul consumo, sulle emissioni e sull’agilità. Come il sistema della S 400 HYBRID, anche il modulo ibrido della Vision S 500 Plug-in HYBRID dispone della funzione ECO start-stop. D’altro canto aumenta la sicurezza ed il piacere di guidare grazie al cosiddetto effetto “boost”, con il quale il motore elettrico appoggia vigorosamente il motore a combustione durante la fase d’accelerazione, che richiede intenso consumo. Il sistema, in configurazione leggermente modificata, ha già dimostrato la sua idoneità alla prassi quotidiana, a bordo della Mercedes-Benz Sprinter.

Ampi componenti elettronici di sicurezza e controllo

La batteria agli ioni di litio non serve solo da accumulatore d’energia del motore elettrico, bensì è collegata tramite un convertitore DC/DC anche alla rete di bordo a 12 Volt, che alimenta le utenze standard quali i fari e i feature comfort. Per garantire un elevato grado di costante efficienza elettrica, il convertitore di tensione è raffreddato ad acqua tramite un circuito addizionale a bassa temperatura.

Per il funzionamento del motore elettrico a tre fasi a corrente alternata nella rete ad alto voltaggio a corrente continua, è necessaria un particolare impianto di potenza. L’inverter è sistemato nel vano motore. Dato che l’elettronica di potenza si riscalda per via delle correnti elettriche insorgenti, il sistema è parimenti integrato nel circuito di raffreddamento a bassa temperatura. Anche nell’elettronica di potenza, Mercedes-Benz punta sulla uniformazione dei componenti, che si possono combinare con efficienza a diversi motori elettrici e tipi di batteria in soluzione trasversale tra le serie.

Verso l’Ibrido Plug-in: concetti per gli ibridi a gasolio

Un’importante pietra miliare verso l’Ibrido Plug-in è personificata dalla Vision Diesel E 300 BlueTEC HYBRID, recentemente presentata. Come la S 400 HYBRID e la Vision S 500 Plug-in HYBRID si basa sul sistema modulare della Mercedes-Benz. In questa concept prossima ad andare in serie, il motore Diesel da 2,2 litri, quattro cilindri, è abbinato ad un modulo ibrido da 15 kW/20 CV, impiegato anche sulla S 400 HYBRID, ma che può in più consentire anche la marcia puramente elettrica. Con questa configurazione la Vision E 300 BlueTEC HYBRID consuma soltanto 4,5 litri di carburante su 100 chilometri (dati ufficiosi), il che corrisponde ad un’emissione di CO2 pari a soli 119 grammi/km, ad una potenza di 165/224 CV ed una coppia ugualmente ragguardevole di 580-600 Nm (rispettivamente nel combinato), che si aggira sullo stesso livello dell’attuale Diesel sei cilindri. La depurazione dei gas di scarico è assolta da una marmitta catalitica ossidante, in combinazione con il filtro antiparticolato e BlueTEC con iniezione AdBlue®. Significa dunque che anche la Vision E 300 BlueTEC HYBRID dispone della capacità di esaudire le più severe norme anti- inquinamento al mondo.

Vision S 500 Plug-in HYBRID – Dati tecnici

Motore a combustione (benzina)

Numero/disposizione cilindri                  V6, 4 valvole per cilindro

Cilindrata                                              3,5 l

Modulo ibrido

Tipologia                                              sincrono, a magnete permanente

Potenza nominale:                                circa 44 kW/60 CV

Coppia nominale:                                  250 Nm

Potenza e consumo carburante

Accelerazione 0-100 km/h:                   5,5 s*

Velocità massima:                               250 km/h

Consumo carburante:                            3,2 l/100 km (combinato)*

Emissioni CO2:                                     74 g/km (nel combinato)*

*valori ufficiosi

Mercedes-Benz Classe B F-CELL

Nuova vettura a celle a combustibile della Mercedes-Benz: 100 percento piacere di guida, zero emissioni

Con la Classe B F-CELL Mercedes-Benz lancia la sua prima vettura a celle a combustibile prodotta a condizioni di serie. La vettura elettrica ecocompatibile persuade grazie alle sue superiori prestazioni di guida, a livello di una 2,0 litri a benzina, ed al contempo per la sua praticità nel quotidiano. E dire che la trazione a zero emissioni si accontenta di un consumo NEFZ (“nuovo ciclo di guida europeo”) pari ad un controvalore di 3,3 litri carburante/100 km (equivalente gasolio). La produzione della Classe B F-CELL sarà avviata alla fine del 2009 in piccola serie. Agli inizi del prossimo anno saranno consegnate ai clienti in Europa e negli USA le prime delle circa 200 vetture.

La nuova vettura a celle a combustibile offre tutto quanto ci si attenda da una Mercedes-Benzt: tanto comfort e tanta sicurezza, nonché spazio illimitato all’interno e nel bagagliaio. E i clienti non dovranno rinunciare nemmeno al piacere della guida, perché il motore elettrico sviluppa una potenza massima di 100 kW/136 CV ed una coppia massima di 290 Nm, a disposizione già dal primo giro. La Classe B F-CELL si presenta dunque decisamente sicura di sé e persuade grazie alle proprietà di guida dinamica, in parte nettamente superiore al livello di una due litri a benzina. Ciononostante la trazione a celle a combustibile, emissioni zero, consuma solo 3,3 litri di carburante (equivalente gasolio) per ogni 100 km nel ciclo NEFZ. Grazie alla sua ampia autonomia di circa 400 km e brevi temi di rifornimento da due a tre minuti, la mobilità a zero emissioni in ‘locale’ diventa realtà con la Classe B F-CELL anche su percorsi maggiori.

“Il 2009 è l’anno in cui poniamo altre pietre miliari sulla via della mobilità sostenibile. La Classe B F-CELL assume un ruolo pionieristico da prima automobile al mondo con celle a combustibile, prodotta in condizioni di serie “, afferma Dott. Thomas Weber, membro del comitato direttivo della Daimler AG, responsabile della ricerca e sviluppo nella divisione Mercedes-Benz Cars.

Il cuore tecnologico è la nuova generazione del sistema compatto e potente di celle a combustibile. Lì il gas d’idrogeno accumulato a bordo a 700 bar reagisce con l’ossigeno dell’aria, generando la corrente per il motore elettrico. Persino a temperature fino a 25 gradi Celsius sotto zero, il sistema a celle a combustibile della Classe B F-CELL si distingue per l’ottima capacità di partenza a freddo. Rispetto alla Classe A F-CELL presentata nel 2004, è stato rivisitato il sistema propulsore. Gli ingegneri della Mercedes-Benz hanno migliorato nettamente la potenza, coppia, autonomia, affidabilità, comportamento alla partenza ed il comfort. La Classe B F-CELL offre adesso il piacere di guidare e l’idoneità alle condizioni quotidiane a livello tipico Mercedes, ed a zero emissioni in “locale”.

Per il potenziamento ed il recupero dell’energia in frenata trova impiego, come nel caso di un ibrido con motore a combustione, una batteria agli ioni di litio con potenza di 35 kW e capacità d’accumulo di 1,4 kWh. I vantaggi della tecnologia agli ioni di litio nei confronti delle tradizioni batterie risiedono nelle dimensioni compatte, nell’elevata efficienza, nel grande grado di carica e nella lunga durata.

La Classe B F-CELL si basa sulla straordinaria struttura a sandwich della scocca con doppio fondo, già notoriamente impiegata nella Classe A e B. Il vantaggio: i componenti della trazione sono piazzati nel fondo a sandwich, soluzione questa che oltre alla protezione degli organi consente anche di risparmiare spazio, per cui gli interni sono utilizzabili senza restrizioni e restano disponibili 416 litri di bagagliaio.

Anche in termini di dotazione la Classe B F-CELL fa ottima figura di sé: rimarchevoli all’esterno la vernice speciale in Bonamitsilver ed i cerchi esclusivi a 10 razze in lega leggera, mentre all’interno ti accoglie un comfort d’immutato alto livello grazie agli allestimenti in pelle, ai sedili riscaldabili, al climatizzatore o sistema COMAND nonché altri features.

Livello di sicurezza tipico Mercedes

L’affidabilità della Classe BF-CELL raggiunge in tutte le situazioni lo stesso elevato livello delle vetture Mercedes con i tradizionali motori a combustione. Il concetto di sicurezza integrato della Classe B F-CELL tiene conto delle specifiche proprietà dell’innovativa propulsione. Tale concetto si avvale tra l’altro delle esperienze pluriennali della Mercedes-Benz nelle trazioni a celle a combustibile ed applicazioni ad alto voltaggio. La sicurezza degli organi preposti alla trazione della Classe B F-CELL è stata provata ed ottimizzata dagli ingegneri Mercedes in più di 30 crash test addizionali.

Condizione preliminare: rete di stazioni di rifornimento

Con più di 100 vetture prova e dopo aver percorso oltre 4,5 milioni di km di test, Daimler e Mercedes-Benz dispongono a livello mondiale della più vasta esperienza nel settore delle vetture elettriche a celle a combustibile. La Classe B F-CELL è un’ulteriore dimostrazione dell’elevato grado di maturità ormai raggiunto nel campo automobilistico da questa tecnologia. E affinché il ‘locale’ a zero emissioni diventi realtà di più vasta portata, è necessario solo più la costituzione di una rete a tappeto di stazioni di rifornimento d’idrogeno. In ciò l’azienda s’impegna nel quadro di progetti condivisi con gli enti pubblici, con produttori d’energie e con l’industria petrolifera, ad esempio ad Amburgo e Stoccarda, ma anche in California.

Mercedes-Benz considera lo sviluppo di elettrovetture con trazione a batteria e celle a combustibile per la circolazione a zero emissioni in ‘locale’ un completamento delle vetture dotate di motori a combustione hightech. I moderni motori a gasolio e a benzina resteranno anche a lunga vista un’importante forma di propulsione, sia nella circolazione individuale con autovetture, specialmente a lungo raggio, e sia soprattutto nel trasporto di merci su autotreni. Nella circolazione urbana saranno invece impiegate sempre più elettrovetture.

Dati tecnici dlla Mercedes-Benz Classe B F-CELL

 

Propulsione Motore elettrico con cella a combustibile
Potenza nominale (kW/CV) 100/136
Coppia nominale (Nm) 290
Velocità massima (km/h) 170
Consumo in NEFZ

(l equivalente gasolio/100 km)

3,3
CO2 compl. (g/km min.–max.) 0,0
Autonomia (km) 385
Capacità batteria ioni di litio (kWh/kw) 1,4/35
Capacità partenza a freddo fino a -25 °C

Trazione elettrica a batteria con range extender

Mercedes-Benz BlueZERO E-CELL PLUS: più autonomia in soluzione “a cavalluccio”

Prossima ad andare in serie l’elettrovettura concept Mercedes-Benz BlueZERO E-CELL PLUS, che sintetizza la mobilità ecocompatibile nella circolazione “city” e la completa idoneità a lunghi percorsi. Lo rende possibile la combinazione tra la trazione elettrica a batteria ed un motore a combustione. Servendosi di questo cosiddetto range extender la BlueZERO

E-CELL PLUS può ricoprire una distanza di fino a 600 chilometri, 100 dei quali sono percorribili a trazione puramente elettrica e quindi a zero emissioni in ‘locale’.

La BlueZERO E-CELL PLUS s’inserisce nella famiglia delle elettrovetture a struttura modulare, con cui Mercedes-Benz intende soddisfare tutte le future esigenze dei clienti legate alla mobilità sostenibile. In questa variante della vettura Concept, il motore elettrico della BlueZERO E-CELL, alimentata interamente a batteria, è stato abbinato ad un addizionale motore turbo tre cilindri a benzina. Questo compatto propulsore, che eroga 50 kW, è sistemato in zona retrotreno, e può caricare la batteria durante la marcia. Grazie al bonus CO2 per il funzionamento elettrico a batteria, la vettura raggiunge un’emissione CO2 di soli 32 grammi al chilometro. Con il “range extender” la BlueZERO E-CELL PLUS è dotata di ben 600 chilometri d’autonomia, di cui 100 km interamente elettrici e quindi a zero emissioni nella circolazione a livello locale. La grande autonomia combinata fa della BlueZERO E-CELL PLUS una vettura completamente idonea alle condizioni quotidiane, e dona al cliente la certezza di arrivare a meta anche se la batteria è scarica. Tanto più che può fare il pieno di carburante, come consueto, presso qualsiasi stazione di servizio.

Batteria in tecnologia superiore agli ioni di litio

Ad una capacità di carica rapida pari a 20 kW, l’accumulatore agli ioni di litio
con alto livello d’accumulo pari a 18 kWH della BlueZERO E-CELL PLUS può immagazzinare nel giro di 30 minuti energia sufficiente per 50 chilometri di autonomia. La completa autonomia elettrica di 100 chilometri richiede pertanto un tempo di ricarica pari a poco più di un’ora. Se si carica ai consueti 3,3 kW di capacità domestica, il tempo raddoppia. Una speciale elettronica di bordo supporta basi di ricaricamento intelligenti e i sistemi di conteggio delle stazioni di rifornimento corrente. I vantaggi della batteria agli ioni di litio rispetto alle altre tecnologie risiedono nelle sue dimensioni compatte, nell’elevata potenza, nel grande grado di carica e nella lunga durata.

Concept BlueZERO: la triade dell’elettromobilità

Con la Concept BlueZERO, pronta ad andare in serie, Mercedes-Benz segna la via verso l’elettromobilità ecocompatibile. L’intelligente concezione modulare rende possibile, sulla base di una sola scocca, tre modelli con diverse configurazioni di propulsione:

  • · La BlueZERO E-CELL PLUS a trazione elettrica e motore a combustione addizionale che serve da generatore di corrente (“range extender”) raggiunge un’autonomia complessiva di fino a 600 chilometri, 100 dei quali a marcia puramente elettrica.
  • La BlueZERO E-CELL, già presentata ad inizio anno a Detroit, a trazione puramente elettrica a batteria, ricopre con una carica di batteria fino a 200 km, quindi ad emissione zero in ‘locale’.
  • La terza versione di trazione, adottata dalla BlueZERO F-CELL con cella a combustibile, raggiunge un’autonomia elettrica, anche a zero emissioni nella circolazione a breve raggio, di circa 400 chilometri.

Tutti e tre i modelli BlueZERO sono dotati della trazione anteriore, tipica del loro segmento. I componenti della propulsione, flessibilmente combinabili, sono stati raggruppati dagli ingegneri Mercedes in un sistema modulare. Ne fanno parte i più avanzati accumulatori agli ioni di litio raffreddati a liquido, con capacità d’accumulo di 35 kWh, ed il compatto motore elettrico con 100 kW di potenza (potenza continuativa: 70 kW). La coppia massima di 320 Nm è disponibile già dal primo giro del motore elettrico, e supera persino il valore di un odierno V6 a benzina a 2500 giri/min. Come le sorelle BlueZERO E-CELL e BlueZERO F-CELL, anche la BlueZERO E-CELL PLUS accelera in meno di undici secondi da zero a 100 km/h. La velocità massima è limita elettronicamente a 150 km/h, al fine di un’ottimale autonomia ed efficienza energetica.

“Con la Concept BlueZERO forniamo la triplice prova della maturità tecnologica raggiunta dalla Mercedes-Benz nelle trazioni alternative. Ma per le elettrovetture a batteria o cella a combustibile potremo conseguire le pari opportunità rispetto alle trazioni a combustione odierne solo quando i clienti avranno la certezza di un’adeguata infrastruttura per fare il pieno di corrente e d’idrogeno”, sottolinea Prof. , responsabile E-Drive &Future Mobility e procuratore all’ambiente presso la Daimler.

Concept BlueZERO: flessibile ed efficiente grazie all’architettura modulare

Le tre varianti BlueZERO sono realizzate sulla base dell’eccezionale scocca a sandwich con doppio fondo, già notoriamente impiegata nella Classe A e B. Il vantaggio della costruzione evoluta: i componenti essenziali della trazione sono piazzati nel fondo a sandwich, in soluzione vantaggiosa dal punto di vista del baricentro, che consente anche di risparmiare spazio ed offre inoltre anche la massima protezione. In tal modo i modelli BlueZERO si distinguono decisamente dalle elettrovetture di struttura convenzionale, nelle quali ad esempio la batteria, pesante e voluminosa, è sistemata nel vano bagagli o nella zona dei sedili posteriori. Tutte e tre le varianti BlueZERO condividono i componenti tecnologici più essenziali, sono identiche anche nel design e nelle dimensioni. Le compatte dimensioni esterne di soli 4,22 metri in lunghezza, sono abbinate nei modelli BlueZERO ad uno spazio ampio e variabile nell’abitacolo e vano bagagli. Cinque sedili con sedute al 100 percento, circa 450 kg di carico utile ed oltre 500 litri nel bagagliaio fanno di questi modelli automobili idonee alla famiglia.

“Il nostro sistema modulare consente diverse configurazioni di propulsione, per ogni esigenza del cliente”, afferma Dott. Thomas Weber, membro del comitato direttivo della Daimler AG, responsabile della ricerca e sviluppo nella divisione Mercedes-Benz Cars. “L’evoluta piattaforma a sandwich con doppio fondo è la base perfetta per una vasta gamma di vetture a trazione elettrica. Per i futuri modelli compatti, dotati di trazioni basanti su motori a combustione ottimizzati, stiamo sviluppando al momento un’ulteriore nuova piattaforma. L’intelligente correlazione di entrambe le architetture consente di potenziare il nostro spettro di prodotti ad un livello di massima flessibilità ed efficienza”, precisa Dott. Weber, aggiungendo: “A partire dal 2009 produrremo in piccola serie le prime Mercedes a cella a combustibile, seguiranno dal 2010 le vetture di Mercedes-Benz a trazione interamente elettrica a batteria, anche in piccola serie. Saremo dunque schierati alla perfezione per il futuro.”

Secondo le stime della Mercedes-Benz non vi sarà in futuro una sola tecnologia come via principale verso la mobilità sostenibile. Si tratterà piuttosto di reagire alle molteplici esigenze con altrettante molteplici soluzioni. In ciò le singole tecnologie giocano i loro vantaggi, nei rispettivi campi specifici, in termini di valori ottimali nel consumo ed emissioni. Per Mercedes-Benz lo sviluppo di elettrovetture con batteria e celle a combustibile per la futura circolazione locale a zero emissioni è un completamento dei modelli BlueEFFICIENCY già disponibili, estremamente puliti e parsimoniosi, nonché delle vetture a trazione ibrida. Ma figura ancora una serie di restrizioni a svantaggio del comodo ed illimitato funzionamento delle elettrovetture, nonché tutta una serie di sfide, quali gli elevati costi dei sistemi, le scarse infrastrutture, la modesta autonomia. I moderni propulsori Diesel e benzina resteranno ancora a lungo termine il motore – nel doppio senso della parola – dell’automobilismo, sia nella circolazione individuale con autovetture, specialmente a lungo raggio, e sia soprattutto nel trasporto di merci su autotreni. Nonostante tutti i progressi che Mercedes-Benz documenta una volta di più incisivamente con la Concept BlueZERO, le elettrovetture non potranno sostituire a breve termine le vetture a motore a combustione. L’elettrificazione dei moderni motori hightech giocherà comunque nella trazione mista del futuro un ruolo sempre più importante.

Concept BlueZERO E-CELL PLUS

  • Vettura concept a trazione elettrica con autonomia di fino a 100 chilometri a batteria
  • Un motore a combustione, che serve da generatore di corrente (range extender), prolunga l’autonomia fino a 600 chilometri (complessivi)
  • La vettura concept è ricaricabile semplicemente e in tutta comodità tramite un’usuale presa elettrica domestica
  • Ad una capacità di carica di 20 kW la Concept BlueZERO E-CELL PLUS fa in un’ora il pieno di corrente sufficiente ad un’autonomia di 50 chilometri
  • L’accumulatore agli ioni di litio raffreddato a liquidi, che fornisce l’energia, ha una capacità d’accumulo di fino a 17,50 kWh
  • La trazione è anteriore

Trazione elettrica

Emissioni CO2:                         0 g/km

Autonomia:                               fino a 100/600 km

Batteria:                                   agli ioni di litio

Potenza nominale:                    100 kW/136 CV

Coppia massima:                      320 Nm

Velocità massima:                    150 km/h

Accelerazione 0-100 km/h:        < 11,0 secondi

Range extender

Cilindri                                      3

Cilindrata                                  1,0 l turbo

Potenza                                   50 kW a 3500 giri/min.

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: concept bluezero concept classe b e-cell concept sls amg dieter zetsche Herbert Kohler mercedes classe b f-cell salone francoforte Thomas Weber vision s500 plug-in hybrid

Lascia una risposta

 
Pinterest