Storia. Opel Astra Diesel Hybrid al Salone Ginevra 2005

Storia. Opel Astra Diesel Hybrid al Salone Ginevra 2005

9 set, 2015

Sono passati dieci anni, ma scomettiamo che in pochi ricordano che al Salone di Ginevra del 2005, la casa automobilistica tedesco Opel presentò il modello Astra equipaggiata con sistema ibrido diesel

Electric Motor News, vi rinfresca la memoria… viaggiando nel tempo al mese di Marzo del 2005 per vedere come veniva presentata questa vettura

Fonte: Archivio Electric Motor News

 

L’ del 2005

 

Accelerazione prevista di meno di 8 secondi da 0-100 km orari

Opel Astra Diesel Hybrid vanta due modalità del sistema ibrido di GM

Offre vantaggi anche nel consumo di combustibile

 

Ginevra. Svizzera. 1° Marzo 2005. Il concept Opel Astra diesel a trazione anteriore, dotato del sistema full hybrid dual mode brevettato da GM e il motore CDTI da 1.7 litri, offre fino al 25 per cento di miglioramento del consumo, pur mantenendo prestazioni e divertimento nella guida. Il concept si basa sulla versione di produzione dell’Opel Astra GTC ed è stato costruito nel Centro Internazionale Tecnico Europeo di Sviluppo di GM a Russelsheim, Germania.

Questo primo sistema di propulsione full-hybrid dual mode è stato sviluppato congiuntamente da GM e da DaimlerChrysler (NDR: nel 2005 in due gruppi erano ancora “sposati”) e si basa sulla tecnologia diesel-elettrica brevettata da GM. La sua architettura unica può essere impiegata per adattarla a veicoli FWD e RWD e adattata ad entrambi motori sia benzina che diesel.

Due motori elettrici controllati elettronicamente agiscono su una serie di ingranaggi per creare un sistema di trasmissione a variazione continua. Il sistema si inserisce all’interno dello spazio di un cambio automatico convenzionale.

Una batteria alimenta i motori elettrici e permette anche per la propulsione full-elettrica.

Come studio di packaging, l’Astra Diesel Hybrid dimostra come i componenti ibridi possono essere integrati in una vettura compatta, senza compromettere il comfort dei passeggeri né l’utilità del veicolo. Il pacco batteria al nichel-idruro metallico si trova nel posto dello pneumatico di scorta, insieme alle ventole di raffreddamento.

La batteria è stata sviluppata insieme allo specialista Varta.

L’Astra Diesel Hybrid è azionata da un potente motore termico CDTI da 92 kW (125 CV) da 1,7 litri con un filtro antiparticolato esente da manutenzione e da due motori elettrici, valutati a 30 kW e 40 kW, rispettivamente. A seconda delle condizioni di guida, i motori elettrici forniranno energia supplementare al motore diesel oppure spingeranno l’Astra a piena alimentazione elettrica. Un sofisticato controller determina la modalità di propulsione.

I motori elettrici aumentano le già elevate prestazioni del motore turbodiesel, offrendo una sensazione di prestazioni che altrimenti sarebbe ottenibile solo con un motore di elevata cilindrata.

Prestazioni di accelerazione di meno di 8 secondi da 0-100 km orari (62 mph) sono previste con il concept Astra Diesel Hybrid.

Con un consumo di carburante inferiore a 4 litri/100 km (nel ciclo combinato), l’Astra Diesel Hybrid è progettata per avere un consumo inferiore del  25 per cento di carburante rispetto un simile modelo Turbodiesel. Questo valore è raggiunto attraverso parametri operativi del sistema ibrido, che comprendono lo stop completo del motore a scoppio allo stop e la propulsione elettrica  piena e completa al momento del lancio. I motori elettrici sono utilizzati anche per la decelerazione, dove l’energia cinetica viene recuperata e immagazzinata nella batteria. Durante la frenata e la decelerazione, i motori elettrici funzionano come generatori per caricare il pacco batteria.

Come con la concept car GMC Graphyte, impiegando la tecnologia full hybrid dual mode, l’Astra Diesel Hybrid incorpora separatamente i due sistemi elettrici di bordo. Il sistema di azionamento utilizza un sistema ad alta tensione, mentre l’altro converte l’energia elettrica per far funzionare un sistema da 12 volt che per il sistema di sicurezza e gli impianti ausiliari quali le luci, l’HVAC e il sistema audio.

Dall’esterno, Astra Diesel Hybrid, con il suo unico tetto panoramico in vetro, non ha un aspetto molto diverso da una versione di produzione di Astra GTC. All’interno, tuttavia, il contagiri a grappolo del indicatore è stato sostituito con strumenti che forniscono il feedback sul funzionamento del sistema di propulsione ibrida, come la trazione fornita dai motori elettrici, la trazione proveniente dal motore diesel, o entrambe. Un altro display calibra il livello di carica della batteria. Inoltre, una video animazione sul display informativo grafico situato nella consolle centrale raffigura lo stato di propulsione corrente del veicolo secondo come lo si sta guidando.

 

Dati Tecnici

Opel Astra Diesel Hybrid Concept Vehicle

Tipo di veicolo:  trazione anteriore, concept cinque posti, veicolo basato sulla Opel Astra GTC

Dimensioni (mm / a):

lunghezza: 4290/169

Larghezza: 1729-1768

altezza: 1.433 / 56.4

Motore diesel:

1,7 CDTI da 92 kW/125 CV e 280 Nm/£ 206-ft di coppia; con filtro antiparticolato esente da manutenzione

Motori elettrici:

due da 30 kW e 40 kW; integrati all’interno della trasmissione

Due modalità Full Hybrid: variabile elettrico a controllo elettronico con meccanica di lock-up

Batteria:

Tipo: 1,3 kW al NiMH (Varta)

Peso: 35 kg / 77 £

posizione: vano ruota di scorta

Prestazioni:

0-100 kph / 62 mph = meno di 8 secondi

Consumo di carburante:

meno di 4 litri diesel/100 km nel ciclo MVEG

.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Opel Astra Diesel Hybrid salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest