Storia. Il concept Citroën Survolt del 2010

Storia. Il concept Citroën Survolt del 2010

10 set, 2015

Cinque anni fa nel 2010, Citroën ha proposto il concept car elettrico Survolt, dotato di linee innovative e tecnologie particolari.

Come tutti i giorni, rovistando negli archivi di Electric Motor News abbiamo trovato la presentazione di questa vettura avvenuta nel Salone di Ginevra del 2010 e per rinfrescare la memoria, vi proponiamo il comunicato ufficiale di presentazione di questo concept car a trazione elettrica

Fonte: Archivio Electric Motor News

 

Survolt : glamour, trasgressiva, « ad alto voltaggio »

(letteralmente, « su di giri », alimentata con  tanti Volt NDt) !

Parigi, Francia. 2 marzo 2010. Survolt è in linea con la strategia Citroën sui veicoli elettrici distintivi, avviata con il concept-car Revolte presentato all’ultimo salone di Francoforte. Survolt si stacca dai canoni classici e propone una visione totalmente diversa, coniugando il glamour e l’eccentricità della haute couture con il dinamismo della competizione automobilistica.

La voglia di superare i propri limiti, di andare oltre, di osare e creare è propria del DNA della Marca Citroën. Rompere le convenzioni, riscrivere le regole, rivoluzionare le linee, sorprendere sempre sono sfide eccitanti, il leitmotiv della Marca che, durante i suoi 90 anni, ha sempre proposto prodotti innovativi, in anticipo sui  tempi. Survolt è uno di quelli. Survolt è la versione sportiva ed estroversa di Rivolte, da cui eredita i geni.

Come un accessorio raffinato, tocco di eleganza che valorizza l’insieme, Survolt è la risposta Citroën in un universo automobilistico a volte noioso. Survolt rompe i protocolli e trasgredisce i codici, per una nuova interpretazione della city car chic, sportiva ed elegante. Survolt nasce in controtendenza, immagina il futuro del coupé raffinato, trait d’union tra eleganza, glamour e passione per la competizione, reinventando l’approccio in modo impertinente con una catena di trazione elettrica.

Survolt, innovativa e sensuale

Con le dimensioni compatte (3,85 m di lunghezza, 1,87 m di larghezza e 1,20 m di altezza), Survolt si appropria dei codici stilistici delle auto sportive, per dare vita a un concept inedito e rivoluzionario.

Nella parte anteriore, il badge dei veicoli distintivi domina con eleganza la calandra ovoidale, con il doppio chevron che si irradia al centro. Lo sguardo, affascinante e profondo, attira e cattura, promessa di trasgressioni diventate improvvisamente possibili. I sottili fari orizzontali, presi a prestito dai coupé sportivi, attraggono in modo irresistibile. Una griffe luminosa composta da led  aggiunte un tocco contemporaneo e tecnologico.

Survolt è disegnata per volare sulla strada, incurante dei chilometri. Questo coupé basso ed elegante gioca con il contrasto tra il cofano dalle linee arrotondate e le fiancate piene e scolpite, sottolineate dai passaruota marcati, promessa di prestazioni e sensazioni.

Il movimento dell’aria accompagna un design fluido, che strizza l’occhio all’emozione e alla sensualità. La si immagina agile, precisa e dinamica che, sotto linee raffinate e lussuose,  nasconde con difficoltà una struttura grintosa e potente. La parte posteriore del concept car riprende l’elegante griffe luminosa di Revolte. Lo spoiler, riferimento essenziale nel mondo dello sport automobilistico, completa la linea discreta di Survolt.

Survolt, innovativa e potente, sa essere anche seducente, e mostra i sui lati migliori per sfilare anche sulle passerelle sportive. Diventa bicolore, con nuance fucsia e grigio antracite, gioca con i materiali e i volumi. Le sue linee sono ora satinate, ora brillanti. Le tinte si staccano definitivamente dall’universo sportivo classico, mascolino e codificato. Survolt riprende le caratteristiche di Revolte e sposa ancora una volta due universi opposti, si allontana dalle convenzioni e crea il proprio linguaggio di forma.

La presenza di materiali come il metallo cromato e l’alluminio riporta inesorabilmente alla sfera del lusso e della competizione. Survolt è un perfetto connubio tra il mondo dell’haute couture e quello della competizione sportiva. Questa alleanza unica e inedita condivide la medesima filosofia e gli stessi codici, per prestazioni, tecnologia di punta ed eccezionalità.

Survolt, sportività raffinata

Il cockpit di Survolt è studiato come un’unità fluttuante, scrigno di vetro incastonato tra due archi cromati, magnifici pezzi di alta gioielleria. Trasgredire le convenzioni del lusso per legarle con raffinatezza a quelle dello sport: questo è il leitmotiv di Survolt.

L’abitacolo di Survolt è immaginato come l’incontro tra due mondi, agli antipodi per natura. Questa simbiosi da vita a un universo organico, fluido e tecnico, dal quale nasce il posto di pilotaggio. Tutto è studiato per offrire benessere e raffinatezza ai due occupanti, per un piacere unico e un’esperienza eccezionale.

L’impiego di ampie superfici vetrate offre luminosità e sensazioni di spazio, esattamente il contrario di quanto offre oggi un’auto sportiva.

Survolt, oltre la potenza e le sensazioni

Survolt, in anticipo sui tempi, conquista per la tecnologia innovativa e rispettosa dell’ambiente. Come Revolte, attivista moderna, Survolt è animata da una modalità di propulsione elettrica, innovazione che abbina sportività e prestazioni al rispetto dell’ambiente e allo sviluppo durevole. Questa soluzione tecnologica, ancora molto rara nel mondo della competizione, mostra un abbinamento che sembra ancora impossibile. Ma Citroën osa, Citroën crea, Citroën trasgredisce le convenzioni e ne cattura l’essenza. Questa modalità di propulsione, ineccepibile dal punto di vista ambientale, allea piacere di guida, sensazioni, prestazioni e dinamismo, e grande confort nel totale silenzio.

Con Survolt Citroën propone una nuova visione dell’auto, una prospettiva inedita, coerente con i suoi 90 anni di di marca innovativa, all’insegna della creatività e della tecnologia.


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Citroën Survolt salone ginevra storia

Lascia una risposta

 
Pinterest