La storia della Baker Electric

La storia della Baker Electric

13 gen, 2013

Fonte: Conceptcarz

Dopo la loro presentazione pubblica al Salone Nazionale dell’Automobile del 1900 al Madison Square Garden, Baker Electric divenne rapidamente l’azienda nazionale più popolare produttrice di veicoli alimentati a batteria. Tra gli acquirenti di rilievo di questa vettura c’era Thomas Edison, che ha scelto una Baker come sua prima automobile.
Baker Stanhopes sono state commercializzate come tranquilla, gentile e particolarmente adatta per le donne o gli uomini professionali quali ad esempio i medici.

Gli annunci sottolineavano la Stanhope  come “l’incarnazione completa del perfezionamento” e la sua semplicità di funzionamento ha offerto la libertà alle donne di ‘essere presenti in livrea”. Onorevoli apprezzamenti anche del funzionamento pulito delle automobili elettriche, perché ha eliminato la necessità di indossare i disdicevoli vestiti di scorta dell’automobili per proteggere i bei vestiti da sporcizia e gas di scarico.

Nonostante la promozione della vettura come veicolo sicuro e tranquillo, la popolarità della Baker è dovuta in parte alle imprese corsaiole del suo produttore, .

Con una velocità massima di 12 mph (circa 20 km/h) solo le prime auto elettriche erano piuttosto lente, ma Baker era deciso a dimostrare che il suo impianto elettrico poteva essere in linea con la velocità dei veicoli a benzina e delle auto a vapore. Ha progettato un’auto elettrica da corsa che era di gran lunga più potente di una normale Baker e l’ha testata sullo nel mese di giugno del 1902. Durante il suo ciclo di prova Baker ha raggiunto la straordinaria velocità di 76 mph (122 km/h) – ma è caduto in mezzo alla folla che guardava, uccidendo due spettatori.

L’anno seguente Baker si è limitato a vetture vetture da corsa elettriche equipaggiate con la stessa potenza del motore 3/4 come la Baker di produzione ed è ancora riuscito a battere tutti i record di velocità per le due e per le dieci miglia di distanza, garantendo in tal modo la popolarità continua di Baker Electric Automobiles.

La Phaeton Stanhope

Fino al 1900 non vi era alcuna differenza distinguibile in apparenza tra le vetture a benzina, a vapore ed elettriche, tutti sono state costruite in stile ‘runabout’ standard. Il pubblico, però, ha cominciato a prediligere il motore anteriore nell’auto da turismo ed i produttori di auto a benzina e vapore hanno ristrutturato i vecchi modelli o introdotto nuovi modelli per conformarsi alla tendenza. Con poche eccezioni, i produttori di auto elettriche non hanno cambiato i loro disegni, in parte perché l’elettrico non sarebbe funzionale e non avrebbe beneficiato dei cambiamenti. La ragione principale per cui  l’impianto elettrico ha mantenuto il design innovativo era estetico, maschile, l’aspetto aggressivo del frontale dell’auto che montano motori da turismo non si addiceva a quelle elettriche, che prevedevano un immagine più elegante e raffinata.

Alimentata da batterie e da un motore elettrico, l’impianto elettrico non aveva i prodotti di scarto, sono semplice da usare, ed offriva di fatto una marcia regolare e tranquilla. Erano generalmente sicure e affidabili – non c’erano caldaie pericolose o fiamme, e mentre alcuni produttori si cimentavano nella produzione di auto elettriche di successo, l’impianto elettrico di solito aveva basse velocità di punta. Queste qualità di comfort, sicurezza e semplicità ha reso l’elettrica popolare con le donne alla moda ed i professionisti urbani, che hanno utilizzato le auto per visitare conoscenti, fare shopping per lavoro, e altri viaggi brevi. In alcune città, stazioni di ricarica sono state installate in quartieri commerciali, consentendo agli operatori il ‘rifornimento’, mentre facevano le commissioni. Inoltre per la distribuzione della ristorazione alla clientela benestante, molti delle Elettrauto sono state progettate come “salotti, mobili con tende della finestra, sedili rivestiti in materiali eleganti e altre decorazioni interne di lusso.

Aziende come di hanno commercializzato direttamente quei “city motor”. Baker ha presentato la sua elettrica come ” delicata, perfettamente pulita, piena di buon servizio, durevole, semplice da usare, e sempre pronta ad andare … ideale per l’uso cittadino”. La Stanhope elettrica divenne rapidamente l’auto più popolare a batteria del Paese dopo la sua introduzione nel 1900. Questo modello 1903 originariamente venduto a $ 1.600 e è un tipico esempio di auto elettrica al culmine della sua popolarità.
 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Baker Motor Vehicle baker stanhope cleveland Staten Island Speedway Walter C. Baker

Lascia una risposta

 
Pinterest