Chevrolet compie 100 anni

Chevrolet compie 100 anni

31 mar, 2011

Fonte: Chevrolet

Tutto iniziò nel 1911.

fa, , svizzero, pilota e progettista di automobili, insieme ad  un noto finanziere di Boston, William Durant, fondò la Chevrolet Motor Company.

Cominciò dunque l’era del posizionamento dell’azienda

Nel 1911 esce dalla fabbrica il primo modello Chevrolet chiamato Classic Six, che montava un motore a 6 cilindri, 40 cavalli e raggiungeva una velocità massima di 105km orari

Nel 1914, quando fu creato il logo a cravattino della Chevrolet e i due fondatori decisero di posizionare la loro azienda emerse una discussione che indusse Chevrolet a lasciare l’azienda, non essendo d’accordo con la direzione “Value for money” voluta da Durant.

Nel 1915 uscì il modello 490, il cui nome veniva proprio dal prezzo di 490$.

Nel 1917 Chevrolet diventa una delle divisioni di GM

Il periodo 1920 – 1950 fu il periodo dell’espansione, con l’estensione del business anche in Europa con la costruzione della prima fabbrica europea chiamata General Motors Continental, in Belgio, in una vecchia abbazzia, dove venivano costruite 25  vetture al giorno

Altro avvenimento importante di questa espansione fù l’arrivo di Harvey Earl in General Motors, uno dei più grandi designers del 20esimo secolo – qui lo vedete ritratto con un suo modello

E anche se gli anni ‘30 furono anni diffcili per il mondo dell’automobile, Chevrolet introdusse una serie di innovazioni che rivoluzionarono  il mondo dell’auto :  Chevrolet fù la prima a sostituire la scomoda e pericolosa manovella con l’avviamento automatico. Nel 1934 venne introdotta la sospensione anteriore a bracci indipendenti per una guida più confortevole. Il primo esempio in tal senso fu con la commercializzazione nel ‘35 del primo SUV Suburban,  che rivoluzionò il mercato con il suo concetto “carryall” cioè un auto per trasportare tutti.

Il periodo 1950 – 1960 fù quello più glorioso per la Chevrolet : un periodo di rinnovamento e grande creatività, in termini di design e tecnica.

Nel 1953  arrivò la più famosa Chevrolet : la Corvette, l’unica vettura sportiva di serie.

Nel 1955 Chevrolet presenta la sua “piece de resistance” ingegneristica, un nuovo motore V8 che venne paragonato ad un gattopardo, raggiungendo una velocità massima di 181km/h, record assoluto a quell’epoca.

Per Chevrolet il 1955 fu il miglior anno, battendo Ford con 1,646.681 vetture e vincendo 13 gare su 25 nella competizione NASCAR.

Oltre alla tecnologia anche il design rappresentò una pietra miliare della Chevrolet :  basta vedere i modelli icona che uscirono negli anni successivi : La Bel Air sempre nel 57 , l’Impala protagonista di tanti films, nel ‘59

Il periodo 1960 – 1970 vede l’incoronazione di 2 vetture che hanno fatto la leggenda della Chevrolet : la Corvette Stingray nel 63, considerata ancora oggi una delle più belle vetture della automobilistica, e la Camaro Z28 coupé.

Gli anni 1970 furono difficili per il mondo dell’automobile, con la crisi del petrolio e le varie regolamentazioni imposte dai governi.

Le grandi vetture erano oramai fuori moda; Chevrolet era pronta con la Nova nel 1974 seguita dalla famosa Vega un anno dopo e nel 1980 con un offerta premium come la Caprice.

Il 1979 fù un anno da celebrare visto che Chevrolet raggiunse i 100 milioni di veicoli venduti.

Per tornare al nostro secolo e al nostro continente, nel 2005 viene rilanciata la Chevrolet in Europa e in 4 anni vengono vendute oltre 500,000 unità.

Nel 2010 siamo campioni del mondo nella serie WTCC con la Cruze e abbiamo già iniziato bene il 2011 con 2 vittorie in Brasile.

Festeggeremo i nostri 100 anni con l’arrivo alla fine di quest’anno in Europa della Volt, la prima vettura elettrica ad autonomia estesa

Dove ci hanno portato questi 100 anni di innovazioni e di spirito imprenditoriale?

Nel 2010 Chevrolet ha venduto 4 milioni e 271 mila vetture, un 21,4% in più dell’anno precedente.

Chevrolet è il marchio più importante della GM in termini di vendite, rappresentando il 51% del volume totale GM.

Chevrolet è anche il 4° marchio automobilistico mondiale.

Per darvi un idea, nel mondo , ogni 7,4 secondi viene venduta una Chevrolet

In Europa, abbiamo raddoppiato le nostre vendite dal 2004 al 2008, fino ad ottenere nel 2010  la piu alta quota mai raggiunta : 2,5%.

E puntiamo a raggiungere il milione di vetture nel medio termine.

Torniamo alla storia.

La Chevrolet non rappresenta solo un successo di business, fa parte della cultura Americana

Lo vediamo nella Musica : Chevrolet viene citata in oltre 600 canzoni, in ogni tipo di musica, specialmente nella musica Rap, ma anche rock, hip hop e country

Le vetture più citate sono Impala, Corvette e Camaro

I cantanti che hanno citato il nostro marchio o le nostre vetture nelle loro canzoni sono delle stars di fama mondiale; ne cito qualcuno : David Bowie, Eminem, Eric Clapton, I Beach Boys, Robbie williams e Bruce Springsteen che scrisse pure una canzone intitolata Chevrolet Deluxe

Bruce era infatti un grande amante della Chevrolet – qui lo vediamo ritratto nella sua bellissima Bel Air del 1957. 

Questa vettura è attualmente all’asta fino a giovedì prossimo.

Il prezzo iniziale è di 390mila dollari e non potrà che crescere perchè è una Chevrolet!

Bruce era un fan della Chevrolet.

 La leggenda vuole infatti che Springsteen abbia composto canzoni come “Born to run”, “Thunder Road” e “Backstreets”  proprio viaggiando a bordo della sua Chevy decapottabile sulle strade del New Jersey che lo resero famoso.

Quello stesso anno uscì sulle copertine di Time e Newsweek nei quali venne dato molto risalto alla sua Bel Air

Bruce Springsteen, detto il Boss, è sempre stato molto attratto dalle Chevrolet; qui lo vediamo accanto alla sua Corvette nera del 1960 che guida ancora oggi

Ma non c’è solo la musica

Anche nel cinema lo stile americano Chevrolet è fortemente ancorato

Basti pensare che le nostre vetture sono state protagoniste in oltre 100 films  tra cui Transformers, Bourne Ultimatum, l’ispettore Callaghan, Iron Man, Pulp fiction, 8 Mile e tanti altri che hanno veicolato l’immagine positiva del nostro marchio e la nostra americanità

Quale è oggi il posizionamento di Chevrolet?

Pressapoco quello voluto da Durant 100 anni fa, quello di offrire vetture di qualità ad un prezzo accessibile

Oggi il nostro posizionamento europeo vede il connubbio tra “Passione” per via del mito americano e “Praticità” per il cliente europeo.

PASSIONE per le corse e il design.

PRATICITA per funzionalità e value for money

La passione esiste da quando Louis Chevrolet gareggiava all’inizio del 1900…. e è continuata attraverso la produzione di vetture di serie sportive.

Lo dimostrano anche i risultati  alle gare di Le mans, Nascar e WTCC.

Nella passione, il design ricopre una parte fondamentale : qui vediamo degli esemplari che hanno fatto la storia dell’automobile: la Chevrolet special Deluxe che è pure il titolo di una canzone di Springsteen, la Corvette C1, l’Impala e la Firebird Harley Earl. 

La praticità è il secondo elemento del posizionamento : qui vediamo la Chevrolet  Orlando , la Kingswood estate Wagon ed una Chevrolet del Times.

Spaziosità e funzionalità sono caratteristiche importanti nelle vetture Chevrolet, che rappresentano bene lo stile di vita americano.

Questo è un annuncio pubblicitario che vede protagonista la Chevrolet Standard Six a 445$ che corrisponde ai 11,400$ di oggi se consideriamo l’inflazione.

Anche se può sembrare caro, all’epoca questo era un vero affare. Un ottimo rapporto qualità prezzo.

Come festeggeremo i nostri 100 anni.

Al salone di Parigi l’anno scorso, abbiamo presentato i vincitori del progetto creativo Young Creative Chevrolet e annunciato la nostra partnership con SOS villages alla sfilata di Franck Sorbier dove sfilavano modelle e oldtimers della Chevrolet.

Per celebrare i nostri 100 anni regaleremo 100 vetture a 100 villagi SOS in Europa

Il concorso Young Creative Chevrolet, un concorso per studenti delle più importanti scuoli artistiche europee, è un’altra bellissima opportunità di fare parlare di noi, dei nostri 100 anni, attraverso la creatività dei miglior studenti.

Quest’anno il tema indicato sarà dunque il centenario

Abbiamo selezionato tutte le discipline disponibili, aumentato il numero di scuole iscritte, ottenendo un ottimo riscontro da parte degli studenti – sono più di 130 gli studenti italiani che parteciperanno

Ci sarà poi una giuria internazionale che selezionerà i migliori progetti europei di 15 paesi; speriamo di conquistare il podio.

Parliamo adesso di SOS Villages.

In Italia abbiamo 7 villaggi e dunque saranno coinvolti 7 concessionari locali. Queste le città che vedranno protagonista il marchio Chevrolet.

Tutte le vetture saranno quelle di nuova generazione, da Orlando in poi, bianche con un adesivo Chevrolet sul lato come potete vedere sulla foto.

In concomitanza di ogni evento sarà organizzata una festa per i bambini nel villaggio, il concessionario consegnerà ufficialmente la vettura al direttore del villaggio. A queste feste saranno invitati VIP, dal sindaco fino alla celebrità locale.

Il nostro centenario rappresenterà anche un anno ricco di novità:

Chevrolet lancerà 7 nuove vetture quest’anno in italia

Il crossover Orlando che abbiamo lanciato a fine febbraio e che sta riscuotendo già un grande successo,

La nuova Captiva,

L’Aveo 5 e 4 porte

La Cruze 5 porte,

Le vetture sportive come Corvette e Camaro nelle versioni Coupé e Cabrio

E quindi, a fine anno, la Volt.

Nel medio termine Chevrolet Italia competerà nel 90% dei segmenti – rispetto all’attuale 50%

Abbiamo parlato del passato con la storia dei nostri 100 anni, del presente con le operazione SOS Villages e Young Creative Chevrolet

Parliamo adesso del futuro : con la Volt entriamo in una nuova era, essendo questa vettura unica nel mondo delle elettriche : autonomia estesa fino a 600km, vettura per uso quotidiano (spazio passeggeri e bagaglio, performance), bassi costi di esercizio.

Un’ unica proposta che ci rende ancora pionieri del futuro

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: 100 anni anniversario louis chevrolet storia

Lascia una risposta

 
Pinterest