VW e-Golf Touch svelata al CES di Las Vegas

VW e-Golf Touch svelata al CES di Las Vegas

8 gen, 2016

VW e-Golf Touch con comandi gestuali per la produzione in grande serie

e-Golf Touch con sistema di infotainment di ultima generazione

La Volkswagen offrirà uno dei primi modelli compatti con comandi gestuali

Nuovo sistema di infotainment con homescreen da 9,2 pollici configurabile

Fonte: Volkswagen Group Italia

 

Las Vegas, Nevada. USA. 7 Gennaio 2016. Dieci informazioni importanti riguardo la nuova e-Golf Touch e le novità infotainment

  1. La Volkswagen presenta in anteprima mondiale la versione pre-serie di una generazione di sistemi di infotainment di nuovo sviluppo.
  2. Il sistema top di gamma della nuova generazione di infotainment si gestirà grazie a comandi gestuali anche sui modelli compatti.
  3. Il sistema di infotainment presentato al CES 2016 sulla e-Golf Touch corrisponde già oggi alla futura versione di serie fin nei minimi dettagli.
  4. Il nuovo sistema top di gamma comprende un touchscreen ad alta risoluzione da 9,2 pollici (1.280 x 640 pixel) con una pregiata superficie in vetro.
  5. L’homescreen del nuovo sistema top di gamma è configurabile; i contenuti del display sono rappresentati da icone funzionali.
  6. Le icone funzionali dello schermo da 9,2 pollici possono essere configurate con contenuti relativi a dieci argomenti (per esempio, musica e telefono).
  7. All’inizio dell’estate, la Casa di Wolfsburg offrirà un nuovo sistema di comando vocale con concept migliorato per la Golf.
  8. La nuova amplificazione elettronica della voce semplificherà molto dal punto di vista acustico la comunicazione con i passeggeri del vano posteriore.
  9. La personalizzazione di una Volkswagen potrà in futuro essere salvata nel cloud e trasmessa così ad altre vetture.
  10. Smartphone notifications consentirà in futuro di leggere e rispondere agli SMS anche durante la marcia.

La Volkswagen al CES 2016

Al CES 2016 di Las Vegas, la Volkswagen è rappresentata da due automobili all’avanguardia: il van BUDD-e a emissioni zero e la e-Golf Touch, anch’essa a trazione 100% elettrica. Il BUDD-e è un prototipo che garantisce un vero e proprio viaggio nel tempo ai visitatori del Salone, trasportandoli direttamente nel 2019.

La e-Golf Touch, con un sistema di infotainment di recente sviluppo, dimostra invece come tecnologie che al CES 2015 sembravano appartenere a un futuro ancora molto lontano, ad appena un anno di distanza sono praticamente mature per la produzione di serie.

A Las Vegas debuttano, inoltre, numerose nuove soluzioni elettroniche destinate anch’esse di qui a poco a entrare nella produzione in serie. Le novità presentate dalla Volkswagen al CES sottolineano che l’auto attraversa attualmente una fase di profondo cambiamento.

Un cambiamento a 360° il cui minimo comune denominatore è però uno solo: l’elettronica. Questa gestisce in primis la trazione, sempre più spesso di tipo elettrico; è alla base del funzionamento dei diversi sistemi di assistenza, in grado di reagire più velocemente di qualsiasi persona; porta Internet in auto e l’auto in Internet, portando infine a una modifica della concezione di strumentazione, indicazioni ed elementi di comando.

I display trasparenti rappresentano la componente visibile delle interfacce uomo-macchina (HMI) di prossima generazione regalando uno stile nuovo e minimalista alle vetture. Grazie alle funzioni HMI interattive si aprono nuovi canali di comunicazione tra uomo e auto. In questo modo, i dispositivi elettronici che usiamo nella vita di tutti i giorni (smartphone, tablet, smartwatch e fotocamere) salgono a bordo della vettura, combinando le loro potenzialità e i loro modelli di comando con quelli dell’auto. Questo processo di fusione è reso più veloce da computer sempre più potenti e software sempre più intelligenti. Si tratta di veri e propri salti evolutivi che, come accennato in precedenza, modificano profondamente il mondo dell’auto. Il CES di Las Vegas è una vetrina privilegiata per tutte le principali novità internazionali riguardanti l’elettronica, come sottolineato dall’anteprima mondiale di due straordinarie vetture Volkswagen.

  • Il BUDD-e è il primo prototipo Volkswagen basato sul nuovo pianale modulare per veicoli elettrici MEB. Il van a emissioni zero fornisce un’anticipazione della definizione Volkswagen dei concetti di avanguardia ed ecocompatibilità in ambito automobilistico alla fine di questo decennio (vedere cartella stampa dedicata).
  • Forte di un sistema di infotainment di prossima generazione, la e-Golf Touch (anch’essa Zero-Emission-Vehicle) è espressione di uno dei trend più importanti dell’immediato futuro per quanto riguarda la connettività: il comando intuitivo a gesti. Questo sistema verrà introdotto dalla Volkswagen in quasi tutti i segmenti, anche su bestseller come la Golf.

e-Golf Touch

Comandi gestuali per la produzione in grande serie

Piattaforma modulare di infotainment di nuova generazione. Il prototipo Golf R Touch, presentato al CES 2015, è stato il primo esemplare di un modello Volkswagen prodotto in grande serie a essere dotato di comandi gestuali.

Con la e-Golf Touch, la Casa tedesca presenta un anno dopo la nuova generazione del pianale modulare di infotainment (MIB) e così, per la prima volta, una versione pre-serie di questa intuitiva tecnologia di comando. A bordo della e-Golf Touch si ritrova il nuovo sistema top di gamma del MIB con un display ad alta risoluzione da 9,2 pollici (1.280 x 640 pixel).

Tutte le funzioni e le indicazioni si inseriscono in una superficie pregiata e trasparente. A sinistra, orientati verso il guidatore, sono presenti quattro comandi touch (Menu, Home, Car, App) e una manopola. L’homescreen del sistema top di gamma, larga 209 mm e alta 104,6 mm, è composta da un ampio settore principale e da due sezioni configurabili (nella parte destra dell’homescreen), rispettivamente 42 mm di altezza e 60 mm di larghezza. Queste possono ospitare dieci diversi contenuti, per esempio Media (incluse immagini delle cover) e Telefono (incluse foto dei contatti). Inoltre, è possibile trascinare il campo principale sull’intera superficie dell’homescreen, per esempio per ingrandire la visualizzazione della mappa di navigazione o per aprire le App per smartphone con tecnologia MirrorLink, di Android Auto (Google) o di CarPlay (Apple) tramite l’App Connect di Volkswagen.

Comando vocale perfezionato

La Casa di Wolfsburg presenta poi per la prima volta la nuova generazione del comando vocale nella e-Golf Touch. Questo sistema colpisce per la soluzione di gestione notevolmente migliorata, dove i comandi vocali, implementati e consigliati nella finestra di dialogo corrispondente, vengono visualizzati in una nuova struttura sullo schermo. L’utente dispone così sempre dei comandi vocali più utili al momento. Il lancio sul mercato della nuova versione del comando vocale nei primi Paesi (come gli Stati Uniti) è previsto già all’inizio dell’estate.

· Comando vocale con Keyword Activation. La Volkswagen è, inoltre, la prima Casa automobilistica a introdurre la nuova funzione di comando vocale Keyword Activation. Grazie ad essa, chi guida ha la possibilità di utilizzare l’apposita funzione direttamente pronunciando un comando come “Ciao Volkswagen”. Non è quindi più necessario premere l’apposito tasto, come avvenuto finora.

Ricarica wireless. Quando si parla di ricarica wireless in abbinamento a un’auto elettrica, si pensa subito alla ricarica induttiva della batteria della vettura. Nel caso della e-Golf Touch, però, la ricarica wireless serve a ricaricare senza cavi gli smartphone. La Volkswagen ha integrato questo sistema per la ricarica induttiva nell’apposito vano per cellulare (sotto il sistema di infotainment). Per la prima volta è poi possibile caricare in modalità wireless lo smartphone anche nel vano posteriore (nei braccioli posteriori). La e-Golf Touch è inoltre dotata di una nuova porta USB di tipo C, con trasmissione dati tramite USB Highspeed. Nel contempo i dispositivi vengono ovviamente anche ricaricati. In futuro si prevedono così tempi di ricarica notevolmente inferiori.

Amplificazione elettronica della voce. L’amplificazione elettronica della voce utilizzata a bordo della e-Golf Touch migliora la comunicazione tra guidatore/passeggero anteriore e passeggeri posteriori sotto il profilo acustico. Il sistema sfrutta il microfono dell’impianto vivavoce e gli altoparlanti posteriori. Il livello del volume dell’amplificazione elettronica della voce viene adattato in automatico alla velocità della vettura. In presenza di un volume elevato della musica, l’amplificazione elettronica della voce viene adeguata di conseguenza.

Novità infotainment

Connettività di prossima generazione

Exit screen. All’arresto della vettura, sull’homescreen del sistema di infotainment vengono già oggi visualizzate brevemente determinate indicazioni, come per esempio “Non dimenticare il telefono”. La gamma delle funzioni di queste Exit screen è stata notevolmente ampliata. Così, la Exit screen visualizzata prima di abbandonare il veicolo offre per la prima volta un accesso personalizzato e semplificato (one-touch) a funzioni legate a una situazione specifica.

Nell’arco di pochi secondi è così possibile, per esempio, gestire direttamente la programmazione della climatizzazione autonoma a motore spento. A questo scopo, il sistema di infotainment apre per un periodo di tempo specifico le funzioni definite in precedenza. La Exit screen sarà disponibile su tutte le prossime generazioni della vettura. Analogamente, è in fase di sviluppo un pannello configurabile dove verranno visualizzati messaggi all’ingresso a bordo.

Personalizzazione 2.0

Il numero dei sistemi comfort e di assistenza e la gamma delle possibilità di regolazione di questi ultimi crescono sempre di più a ogni generazione. Molti di questi sistemi vengono impostati individualmente e utilizzati dai diversi guidatori di un’auto. Numerose impostazioni personali devono pertanto essere riattivate ogni volta.

Per semplificare questo processo, la Volkswagen ha sviluppato la personalizzazione 2.0. Le impostazioni individuali di un guidatore vengono riunite in un “account utente” e salvate nel cloud tramite l’ID Volkswagen Car-Net. Così, se il guidatore sale a bordo di una Volkswagen compatibile, può richiamare velocemente le impostazioni immettendo l’ID Car-Net nel sistema di infotainment e salvarle sulla nuova vettura.

In questo modo, chi guida ha sempre a disposizione le proprie impostazioni personali. Si tratta di un highlight particolarmente comodo quando si prenota una vettura a noleggio o si utilizza un’auto aziendale. Grazie all’App Volkswagen Car-Net è poi possibile modificare le proprie impostazioni nell’account utente e salvarle nel cloud. L’App consente poi di prendere dimestichezza con una nuova Volkswagen. Ovviamente tutti i dati dell’utente sono protetti dall’accesso di terzi e possono essere cancellati completamente in un batter d’occhio.

Media Control 3.0. Con l’App Volkswagen Media Control è possibile gestire in tutta comodità mediante tablet quasi tutte le funzioni principali del sistema di infotainment. Volkswagen Media Control è quindi una specie di sistema di Rear Seat Entertainment dei giorni nostri. Basta collegare in tutta semplicità il tablet al sistema di infotainment tramite hotspot WLAN e il gioco è fatto. Le funzioni comandabili comprendono la radio, tutte le fonti multimediali (per esempio USB, CD o DVD, disco fisso e ricerca brani musicali online) e la navigazione. Al CES 2016, la Casa tedesca presenta la terza generazione di Media Control, che verrà lanciata sul mercato già all’inizio dell’estate. Sono state integrate le nuove funzioni riportate di seguito:

  • Streaming video tra tablet con comando a distanza.
  • Comando a distanza della riproduzione di supporti multimediali su tablet tramite il sistema di infotainment. In questo modo è possibile, per esempio, riprodurre un film in sincrono su due tablet: utilizzo tipico quando sono presenti bambini a bordo.
  • Streaming audio di una playlist sul sistema di infotainment tramite tablet o smartphone (riproduzione in sincrono dei suoni tramite gli altoparlanti della vettura). Tutti gli utenti dell’App in auto possono personalizzare la playlist attiva con il proprio dispositivo.
  • Estensioni funzionali. Per quanto riguarda le estensioni funzionali, la Volkswagen si è concentrata sul tema della manutenzione. Il nuovo Assistente alla manutenzione consiglia, per esempio, di passare agli pneumatici invernali con temperature costantemente basse, mentre l’Assistente alla ricarica per i modelli elettrici mostra le stazioni di ricarica più vicine, fornendo anche indicazioni sulla durata del processo. In caso di incidente è invece utile la funzione di Notifica incidente, grazie alla quale vengono raccolte tutte le informazioni necessarie. Il servizio Posizione di parcheggio visualizza sullo smartphone la posizione di parcheggio attuale della vettura e il percorso per raggiungerla (ora anche tramite Google Street View), mentre Informazioni percorso suggerisce colonnine di ricarica lungo il percorso, fornendo anche informazioni sulle norme di circolazione stradale nel caso in cui si oltrepassi un confine nazionale. Con la funzione Assistente calendario è infine possibile gestire online la disponibilità di un’auto aziendale condivisa tra più colleghi.

App Connect + WiFi

App Connect riproduce le App compatibili di uno smartphone sullo schermo del sistema di infotainment. Prendiamo, per esempio, l’iPhone. Se lo smartphone è collegato al sistema di infotainment, l’App per il telefono può essere utilizzata a bordo tramite il touchscreen del sistema di infotainment. Grafica e struttura dei comandi risultano identiche a quelle dell’iPhone stesso. Analogamente, sono disponibili, per esempio, il comando vocale Siri di Apple o le App dedicate a mappe e musica. Tutti gli attuali smartphone a partire da Android 5.0 e Apple iOS 8.1 sono compatibili grazie ad App Connect e alle piattaforme qui integrate, ovvero MirrorLink, Android Auto (Google) e CarPlay (Apple). A prescindere dalla piattaforma era però finora necessario collegare lo smartphone al sistema di infotainment tramite cavo. Al CES 2016, la Volkswagen presenta invece in anteprima mondiale App Connect + WiFi e, quindi, la seconda generazione di App Connect, utilizzabile senza bisogno di cavi (innanzitutto in abbinamento a CarPlay Wireless e MirrorLink 1.2 Miracast). Dopo aver installato l’applicazione, lo smartphone può rimanere addirittura in borsa o nella tasca della giacca. Su percorsi più lunghi si consiglia ovviamente di alimentare lo smartphone per via induttiva (quindi, ancora una volta senza cavi) riponendolo nel guscio di ricarica della Volkswagen.

Volkswagen Car-Net. Tra i vari servizi online di Volkswagen

Car-Net figurano i pacchetti Guide & Inform, Security & Service, App Connect ed e-Remote. Al CES 2016, la Casa di Wolfsburg presenterà numerosi nuovi programmi ed estensioni funzionali per Volkswagen Car-Net. In futuro sarà inoltre possibile integrare uno smartwatch.

·  e-Remote diventa Volkswagen Car-Net App. L’App Car-Net
e-Remote, sviluppata per i veicoli ibridi plug-in ed elettrici della Casa tedesca, viene riconfigurata e, in futuro, sarà disponibile anche per i veicoli con motorizzazione benzina o Diesel. In questo processo vengono ampliate le funzioni dell’App. Il programma multifunzionale stesso ha un nuovo nome: Volkswagen Car-Net App. Una delle nuove funzioni è quella di Importazione del calendario. Ma non è finita qui. Importando le informazioni sulla destinazione dallo smartphone (tramite gli eventi di Facebook o il calendario di Google), i dati vengono acquisiti a richiesta nel menu Navigazione “Percorsi frequenti” nella sequenza corrispondente alle voci del calendario. Da qui, le informazioni possono poi essere integrate direttamente nella guida a destinazione. Un’altra nuova funzione è la cosiddetta Pianificazione intelligente del percorso. In questo caso, l’App calcola il percorso ideale per raggiungere diversi POI selezionati. Per esempio, il guidatore inserisce diversi negozi come POI in una determinata sequenza: un negozio di scarpe, una gioielleria e un supermercato. La Volkswagen Car-Net App propone in automatico il percorso migliore, che viene poi trasmesso al sistema di infotainment.

·  Nuova App per MirrorLink. Un nuovo programma divertente ed estremamente utile per l’utilizzo con MirrorLink è My Rules, ovvero “Le mie regole”. My Rules supporta infatti chi guida in diverse situazioni. Questa App, infatti, può essere programmata eseguendo semplici passaggi e quindi personalizzata in base alle proprie esigenze. L’App si basa sul principio “Se succede questo, poi succede questo” (in inglese “If-this-then-that”). Di seguito sono riportati tre esempi di queste programmazioni o, per meglio dire, di questi inserimenti in cui a un evento durante la marcia segue un’interazione dell’auto. Esempio 1, rifornimento / spia riserva accesa: “Guidami fino al distributore più vicino non appena si attiva l’avvertimento dell’indicatore livello carburante che segnala la riserva”. Esempio 2, temperatura oltre 25 gradi / previsioni del tempo che danno sole: “Riproduci la canzone Summer in the City”. Esempio 3, fine settimana / l’auto si avvicina al supermercato: “Messaggio: non dimenticare la spesa del fine settimana”.

Smartphone notifications. Viaggiando in auto, a ognuno di noi è già capitato che lo smartphone segnalasse acusticamente e visivamente l’arrivo di un messaggio vocale o dell’ultimo aggiornamento di una newsletter. Purtroppo non è possibile controllare il messaggio, perché, come noto, l’utilizzo degli smartphone è pericoloso e vietato durante la marcia. Con Smartphone notifications, la Volkswagen ha trovato una soluzione a questo problema. Il guidatore può così essere informato sulle ultime novità in modo del tutto legale e senza distrazioni. Di seguito una panoramica del funzionamento del sistema. Dopo aver collegato lo smartphone al sistema di infotainment tramite WLAN, gli avvisi (notification) del cellulare vengono visualizzati per qualche istante sulla strumentazione e sul display del sistema di infotainment sottoforma di menu pop-up. Se poi si desiderano maggiori informazioni, è anche possibile farsi leggere a voce alta l’intero testo. Fino a una velocità di 5 km/h, l’aggiornamento viene visualizzato completamente, mentre questa funzione è disattivata a partire da 6 km/h per motivi di sicurezza. In quest’ultimo caso, vengono mostrati solo i titoli o le prime parole del messaggio.

· Social media notifications. Al CES di Las Vegas, la Volkswagen presenta anche la prevista estensione funzionale in due fasi delle Smartphone notifications. Queste consentiranno non solo di visualizzare le notifiche di social network come Facebook e Twitter, ma anche di rispondere direttamente alle stesse.

Fase 1: Durante la marcia, il guidatore può rispondere alle notifiche di Facebook e Twitter (che, come descritto, vengono visualizzate come messaggio pop-up) tramite l’apposita opzione. Le opzioni di risposta sono le stesse utilizzate sui social (per esempio, come in un “Retweet”). In futuro, la risposta sarà possibile anche tramite comandi vocali. Fino a una velocità di 5 km/h, è anche possibile immettere testo libero tramite la tastiera.

Fase 2: Nella seconda fase, la vettura avrà una propria identità e, quindi, un proprio account su Twitter. Sulla base di una propria timeline, l’auto posta i propri messaggi, che sono comunque sottoposti al vaglio del guidatore. Se la velocità attuale scende al di sotto dei 20 km/h per un determinato periodo di tempo, la vettura posta per esempio: “Accidenti, traffico! Scusate, arriverò tardi. Procedo a passo di lumaca a 15 km/h”. Se la temperatura scende sotto lo zero, con il controllo elettronico della stabilizzazione ESP attivo, uno dei messaggi possibili potrebbe invece essere: “Gente, attenzione oggi. Qui ci sono -2 gradi e si slitta che è un piacere! #Grazie ESP”. Conoscenti e membri della famiglia “amici” della vettura sono così informati in modo automatico circa situazione della vettura e condizioni di viaggio.

In English

VW e-Golf Touch unveiled at

  • Bringing gesture control to mass production cars:
  • The e-Golf Touch has some surprises in store with a new infotainment system of the next generation
  • Volkswagen will offer one of the world’s first compact cars to feature gesture control
  • The new infotainment system has a configurable 9.2-inch home screen
  • Ten key facts – e-Golf Touch / Infotainment news
  • Volkswagen presents the world premiere of the close-to-production version of a newly developed infotainment system generation.
  • The top system of the new infotainment generation will also be launched with gesture control in compact cars.
  • The infotainment system presented in the e-Golf Touch is – apart from a few details – already the system that is set to go into the future production model.
  • The new top system has a high resolution 9.2-inch touchscreen (1280 x 640 pixels) with a stylish glass surface.
  • The new top system’s home screen can be configured, and the display content can be displayed in function tiles.
  • These function tiles on the 9.2-inch screen can be configured to contain content on ten different themes (e.g. Music or Phone).
  • Volkswagen plans to launch a new voice control system with an improved control concept for the Golf in the early summer.
  • New “electronic voice amplification” will make it much easier to communicate with the passengers sitting in the back.
  • In future, it will be possible to save the personalization of a Volkswagen in the cloud and thus transfer it to other cars.
  • Smartphone notifications will also make it possible to read and reply to SMSs while driving.
  • To the point – Volkswagen at the CES 2016

Source: Volkswagen Group

Wolfsburg, Germany and Las Vegas, USa. January 7th,2016. Volkswagen is represented at the CES 2016 with two ground-breaking, progressive cars: the zero-emission BUDD-e van and the e-Golf Touch, which is also an electric vehicle.

BUDD-e is a concept car that will take show visitors on a time journey to the year 2019.

The e-Golf Touch, on the other hand, with an infotainment system of the latest generation, shows that technologies that still seemed to be a long way off in the future at the 2015 CES are already close to production readiness just a year later.

Beyond that, there will be numerous electronic solutions making their debut at this year’s CES in Las Vegas, which will also be introduced in series production in the near future. The new developments presented at the CES by Volkswagen illustrate how the car is currently undergoing immense transformation. These changes originate from various sources, but they all follow the same compass: electronics. They control the drive, which will be electric increasingly often in the future.

They make assistance systems that can react faster than a human being possible. They bring the Internet into the car and put the car online, and they transform the instruments, displays and controls. Displays that are as clear as glass herald a new, clean style of car instrument panels as the visible level of the Human-Machine Interfaces (HMIs) of the future. Interactive HMI functions make new communication channels between humans and cars possible. It is also undeniable that the electronic devices that have become omnipresent in our everyday lives – such as smartphones, tablets, smartwatches and cameras – are also making their way into the car.

Their potential benefits and operating patterns blend with those of the car. This process of fusion is accelerated by ever more powerful computers and more intelligent software. This results in evolutionary leaps that, as already mentioned above, are set to transform the motor car. The CES, as a regular event that takes place every January in Las Vegas, reflects the most important developments in the world of electronics. This is being underscored this year by the world premieres of two of the most extraordinary Volkswagens ever:

  • The BUDD-e is the first Volkswagen concept car based on the new Modular Electric Drive Kit (MEB). This zero-emission van gives us a glimpse of how Volkswagen defines automotive avant-garde and sustainability as we head towards the end of the current decade. (See separate press kit.)
  • The e-Golf Touch – also a zero-emission vehicle – with a next generation infotainment system, reflects one of the key connectivity trends of the immediate future: intuitive gesture control, which is set to find its way into nearly every segment of the automotive sector thanks to manufacturers such as Volkswagen and models like the best-selling Golf.
  • Golf Touch – Bringing gesture control to mass production cars
  • The Infotainment Toolkit of a new generation. The Golf R Touch concept car shown at CES 2015 was the first mass production car from Volkswagen to feature a gesture control system. With the e-Golf Touch in January 2016, Volkswagen now presents a more advanced generation of the Modular Infotainment Toolkit (MIB) and thus, for the first time, an early series-production status of this intuitive control technology. The e-Golf Touch features the new top system of the MIB with a 9.2-inch high resolution display (1280 x 640 pixels). All of the functions and displays are embedded in a sophisticated, clear glass surface; on the left – facing the driver – there are four touch-sensitive buttons (Menu, Home, Car, App) and a rotary/push-button control. The top system’s home screen 8.2″/209 mm wide and 4.1″/104.6 mm high, consists of a large main area as well as two configurable tiles (on the right of the home screen), each of which is 1.7″/42 mm high and 2.4″/60 mm wide. They can be assigned any of ten different functions – for instance Media (incl. the cover art) or Telephone (incl. a photo of the person you are calling). Beyond that, it is also possible to drag the main area to fill the entire home screen, for example to display the navigation map as large as possible or to display the smartphone apps such as MirrorLink™, Android Auto™ (Google) or CarPlay™ (Apple) using Volkswagen’s App-Connect.
  • Voice control perfected. The e-Golf Touch will also feature the debut of Volkswagen’s latest generation of voice control technology. This system will impress with its significantly improved control concept, as the voice commands implemented and recommended in the relevant dialog are simultaneously displayed on the screen to accompany the command in a new format, meaning that the user can always see which voice commands make sense in a given situation. The new version of the voice control system will already be launched in the early summer of 2016 in the first markets such as the USA.
  • Voice control with keyword activation. As well as that, Volkswagen will also be the first manufacturer to present the new Keyword Activation voice recognition function in the e-Golf Touch. This feature allows the driver to start voice recognition simply by saying something like “Hello Volkswagen” to the system, instead of having to press a button, as customary in the past.
  • Wireless charging. In the context of electric cars, we automatically think of inductive charging of the car battery when we hear the term wireless charging, but in the case of the e-Golf Touch, wireless charging refers to wireless charging of smartphones, as Volkswagen has integrated an inductive charging system into the mobile phone tray (under the infotainment system). And for the first time, it is also possible to charge smartphones by wireless charging in the back, too – in the rear armrests. Beyond that, the e-Golf Touch is also equipped with a new USB Type C port, which permits high speed USB data transfer, with the phone being charged simultaneously, which will drastically reduce the time it takes to charge it in the future.
  • Electronic voice amplification. The electronic voice amplification used in the e-Golf Touch improves the acoustics, making it easier for the driver and front-seat passenger to talk to the back-seat passengers. This system uses the hands-free microphone and the rear loudspeakers. The volume of the electronic voice amplification is automatically adjusted to suit the speed of the vehicle. If the music volume is very high, the volume of the electronic voice amplification is reduced.
  • Infotainment news – Next generation connectivity
  • Exit screen. There are already some displays on the infotainment system’s home screen that are briefly displayed when parking, for example “Don’t forget your telephone”. The range of functions of this Exit screen is going to grow considerably: For the first time ever, the Exit screen will offer personalized, simplified access (One Touch) to functions that are relevant in the current situation before leaving the car. This makes it possible, for instance, to program the auxiliary heating system within a matter of seconds, as the infotainment system displays the predefined functions for a predetermined length of time. Volkswagen plans to offer the Exit screen in all future generations of vehicles. Analogously, an individually configurable Entry screen is also currently under development.
  • Personalization 2.0. The number of convenience and assistance systems and the associated range of configuration options increases with every new generation of vehicles. Many of these systems are individually adjusted and used by different drivers of the same car, meaning that a lot of personal settings need to be constantly reset. Volkswagen conceived Personalization 2.0 to make this simpler.
  • This allows the individual settings for one driver to be saved in a user account and saved to the cloud using Volkswagen Car-Net ID. If that driver then gets into another compatible Volkswagen, they can simply call up his Car-Net ID settings in its infotainment system and activate them in the new car in a flash. This effectively means that drivers always have their own individual settings with them – which is especially handy for using rental cars or switching between company cars. Using the Volkswagen Car-Net ID app it is also possible to change your settings in your user account and save the changes in the cloud. You can also use the app to familiarize yourself with a new Volkswagen in advance. Of course, all of the user’s data is protected against unauthorized access by third parties and can also be deleted in next to no time.
  • Media control generation 3.0. The Volkswagen Media Control app allows you to control almost all of the main infotainment functions conveniently using your tablet. Volkswagen Media Control is thus a kind of rear-seat entertainment system of the future. Simply connect the tablet via the WiFi hotspot with the infotainment system and you’re done. Controllable systems here include the radio, all media sources (e.g. USB, CD, DVD, hard drive, online song search) and navigation. At the CES Volkswagen is now presenting the third generation of Media Control. It is set to be launched on the market early this summer. The following new functions have now been added:
  • Video streaming between tablets with remote control.
  • Remote control of the media playing on tablets via the infotainment system. This makes it possible, for example, to play a movie simultaneously on two separate tablets in the back – the most typical use when travelling with children.
  • Audio streaming a playlist via tablet or smartphone to the infotainment system (synchronized audio playback via the car’s loudspeakers). The current playlist can by customized by all of the users of the app who have a suitable device and are also in the car.
  • App Connect & WiFi. App Connect reflects the compatible apps on a smartphone on the screen of the infotainment system. For example, the iPhone: If the smartphone is linked to the infotainment system, the Telephone app can be used via the infotainment system’s touchscreen with the accustomed graphics and operating structure, just like on the iPhone. Similarly, Apple’s Siri voice control app or the Maps and Music apps can also be used. Using App Connect and the integrated platforms MirrorLink™, Android Auto™ (Google) and CarPlay™ (Apple) it is compatible with all current smartphones above Android 5.0 and Apple iOS 8.1. So far, however, it has been necessary to connect the smartphone to the infotainment system using a cable, whichever platform was concerned. Volkswagen’s presentation of App Connect & WiFi, and thus the wireless second generation of App Connect (initially in conjunction with CarPlay™ Wireless and MirrorLink™ 1.2 Miracast) at CES 2016, is a genuine world premiere. Once the function has been set up, the smartphone can even be left in the user’s handbag or jacket pocket. On longer journeys it is, of course, advisable to put the smartphone in the Volkswagen’s inductive charging cradle – which is also wireless – to supply it with power.
  • Volkswagen Car-Net. The various online services offered by Volkswagen Car-Net include the packages Guide & Inform, Security & Service, App Connect and e-Remote. At the CES, Volkswagen now presents numerous new programs and feature add-ons for Volkswagen Car-Net. In future it will also be possible to integrate a smartwatch.
  • e-Remote becomes Volkswagen Car-Net App. The Car-Net app e-Remote – which was developed for Volkswagen’s plug-in hybrid and electric cars – will be reconfigured and will in future also be available for gasoline and diesel-powered cars. As part of this process, the app’s functions are being expanded to give the multifunction program itself a new name: Volkswagen Car-Net App. One of the new functions is called Calendar Import. The clever thing about this is that when information about a destination is imported from your smartphone (via Facebook events or Google Calendar), the data can be transferred to the navigation system’s Frequent Routes menu in the order of the calendar entries, if so desired. From here the data can then be integrated directly in the route guidance. Another new extension is Intelligent Route Planning, where the app calculates the optimum route to several selected POIs. For example: The driver enters several different shops as POIs in a certain order – for instance a shoe shop, a jeweler’s and a supermarket. The Volkswagen Car-Net App then automatically suggests the best route and then sends it to the infotainment system.
  • New app for MirrorLink™. A fun and extremely useful new program for MirrorLink™ is called My Rules. My Rules helps to get things done, because with this app you can program everything in simple steps, allowing you to tailor it to suit your own needs. The principle behind the app is: basically just “if this, then that”. Here are three examples of this programming, or simply data input, that cause an event during the journey to result in an interaction with the car. Example 1: refueling/reserve indicator lights up: “Take me to the nearest gas station, as soon as the reserve indicator on the fuel gauge lights up.” Example 2: the temperature is above 25°C/the weather forecast is sunny: “Play the song ‘Summer in the City’.” Example 3, it’s the weekend and the car is approaching a supermarket: “Message‚ don’t forget the weekend shopping.”
  • Feature add-ons. For Volkswagen, the focus of the feature add-ons is on the service aspect. For example, the new Service assistant recommends switching to winter tires due to persistent low temperatures; the Charging assistant for electric cars shows the next charging stations that are within range and indicates how long it will take to charge; the Accident Note app, meanwhile, helps to record all the necessary information, should the worst happen; the Parking Position service shows where the car is parked on your smartphone and can even show how to get there on foot using Google Street View; the Route Info app suggests charging stations that are along the planned route and provides information on the applicable road traffic rules when you cross a national border; and last but not least, the Calendar assistant can be used to manage the availability of a shared company car online with your colleagues.
  • Smartphone notifications. Almost everyone had this experience before while driving: Your smartphone buzzes and flashes to notify you that a new voicemail or a newsletter with an urgent update has been received, but it is impossible to check the message, because – as we all know – it is not only illegal but also dangerous to use a smartphone while driving. Now Volkswagen has come up with a solution that allows drivers to stay informed, legally and without being distracted – with smartphone notifications. It works like this: as soon as the smartphone is linked to the infotainment system by WiFi, the messages (notifications) received by the smartphone are briefly displayed on the instrument cluster and the infotainment system’s display as a pop-up menu. If the driver wants to know more, the notification can also be read aloud completely. At speeds below 5 km/h (3 mph) the whole notification is displayed. Above 6 km/h (4 mph) this function is deactivated for safety reasons, in which case only the headlines or the first few words of the message are displayed.
  • Social media notifications. Beyond this, Volkswagen will present a two-stage extension of the smartphone notifications at CES in Las Vegas, which will not only allow the driver to have social media notifications from Facebook and Twitter displayed, but also to reply to them right away.
  • Step 1: The driver can reply to Facebook and Twitter messages that are displayed as a pop-up message, as described above, using the reply option while driving. The reply options correspond to those we are accustomed to in social networks (for instance like retweeting). In the future it will also be possible to reply by voice command. At speeds below 5 km/h (3 mph) it is also possible to enter free text using a keyboard.
  • Step 2: In the second stage of the extension, the car will be given its own identity and thus a Twitter account. On the basis of its own timeline the car can then post messages itself, although the driver will still have to approve them. If the current speed falls below 20 km/h (12 mph) for a predetermined length of time, the car could, for example, post: “Damn, there’s a jam! Sorry guys, I’m going to be late. I’m just crawling along at 10 miles an hour.” If the temperature falls below 0°C when ESP is active, the message could be: “Hey guys, drive carefully. It’s -2°C here and really slippery! #Thanks, ESP.” This allows friends and family who are “friends” with the car to automatically stay informed about the state of the car and road conditions.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ces las vegas volkswagen e-golf touch

Lascia una risposta

 
Pinterest