Tecnologia Bosch per un mondo connesso

Tecnologia Bosch per un mondo connesso

8 gen, 2015

Primo equipaggiamento al Consumer Electronics Show (CES) 2015

Le soluzioni per rendere la vita più semplice, sicura e confortevole

- Il termostato e gli elettrodomestici intelligenti rendono la vita più confortevole

- Soluzioni per la mobilità intelligente: maggiore sicurezza e risparmio sulla strada

- Guida assistita ed eBike nel mercato dedicato ai veicoli intelligenti

- Dispositivi intelligenti, software e sensori per l’Internet delle cose

Fonte: Robert AG

 

Las Vegas, USA. 7 gennaio 2015 – Internet e la globalizzazione hanno reso il mondo sempre più connesso. Bosch propone soluzioni tecnologiche che possono aiutare ad integrare questo continuo processo di sviluppo. All’International Consumer Electronics Show (CES) 2015 Bosch ha presentato soluzioni intelligenti progettate per rendere la vita dei consumatori più efficiente e sicura, nel rispetto dell’ambiente, riducendo i costi: dai sensori alle soluzioni per un uso intelligente dell’energia, dalla eMobility alla guida automatizzata, dai software intelligenti alle smart city, dalla telematica alla termotecnica, dagli elettrodomestici agli elettroutensili.

La conversione dell’energia è un tema molto importante per Bosch che offre soluzioni per le abitazioni civili e per gli insediamenti industriali, combinando tecnologie e servizi. Bosch combina il know-how di diverse aree di competenza, per esempio, l’esperienza nel campo dei sistemi è alla base degli impianti di sicurezza e per il controllo del riscaldamento. L’azienda offre, inoltre, soluzioni software e tecnologia dei sensori, nonché,  servizi per la produzione, gestione e consumo di energia e di calore, il controllo remoto e la gestione dei processi aziendali. L’Internet delle cose permette ai dispositivi e ai sistemi presenti negli edifici di comunicare tra loro. Secondo le previsioni di Bosch, entro il 2015 circa il 75% della popolazione mondiale avrà accesso a Internet. Saranno sei miliardi i dispositivi connessi alla rete. Questo sviluppo favorirà importanti cambiamenti nel settore dell’energia e della tecnologia delle costruzioni nei prossimi anni e aprirà la strada a nuovi servizi e modelli di business. Bosch vanta già una notevole esperienza in questo campo con 50.000 sistemi di riscaldamento intelligenti venduti e metà delle vendite nel settore della videosorveglianza relative a videocamere gestite via Internet.

Nel settore della mobilità, Bosch ha presentato lo seguente:

 

Soluzioni per la mobilità intelligente: maggiore sicurezza e risparmio sulla strada

In occasione del CES Bosch ha dimostrato come stia lavorando per rendere l’auto parte attiva del mondo Internet offrendo ai guidatori un’ampia gamma di vantaggi. Già oggi, Bosch possiede il know-how in tutti i settori più importanti ed è in grado di fornire dispositivi che consentono di connettersi con il mondo esterno.

Questa soluzione intelligente è resa fisicamente possibile grazie alla Connectivity Control Unit (CCU), una piccola scatola connessa alla rete interna del veicolo che comprende un modulo GSM per le comunicazioni e un modulo GPS che fornisce i dati relativi alla posizione effettiva dell’automobile. La CCU di Bosch è disponibile in varie configurazioni per l’applicazione su veicoli per il trasporto di passeggeri, camion e motocicli.

Bosch ritiene che a partire dal 2016 tutti i nuovi veicoli commerciali a lunga percorrenza prodotti in Europa e negli Stati Uniti saranno provvisti di soluzioni per la connessione in rete.

La consociata Bosch Software Innovations offre un pacchetto software modulare che può essere usato in modo flessibile. Per esempio,dal 2011 costituisce la base per un’infrastruttura di ricarica per l’elettromobilità connessa in rete e di facile utilizzo installata a Singapore, dal 2013 è alla base di un sistema completo di gestione delle flotte i cui primi clienti sono tedeschi e, a partire dal 2015, verrà usata nell’ambito di un innovativo concetto di trasporto intermodale a Stoccarda.

I nuovi servizi telematici di Bosch garantiscono una maggiore trasparenza e una panoramica più chiara ai gestori di flotte. Infatti, i dati relativi ai viaggi e alla manutenzione vengono inviati a Bosch per l’analisi attraverso l’interfaccia del sistema di diagnostica “on board” (OBD) del veicolo. In base a questi dati il gestore della flotta sarà in grado di ottimizzare i periodi di utilizzo dei veicoli e gli intervalli di manutenzione. Grazie al sistema di tracciamento GPS integrato, sono disponibili anche altri servizi, come il giornale di bordo elettronico e il sistema di allerta in caso di furto, che riducono i costi generali di un veicolo.

Inoltre, il sistema è anche in grado di rilevare un incidente, avvisando immediatamente il Bosch Communication Center, operativo 24 ore su 24 con personale multilingue, che, in caso di necessità, allerta i servizi di emergenza.

 

Guida assistita ed eBike

La mobilità del futuro è elettrica, automatizzata e connessa. Bosch ha presentato le tecnologie per la guida automatizzata: la vettura frena, accelera e avanza all’interno della propria corsia automaticamente. Inoltre, sono stati presentati i diversi sistemi di sensori radar oltre alle numerose soluzioni per l’elettromobilità, dalle eBike agli eScooter fino ai veicoli ibridi e a propulsione totalmente elettrica.

 

Dispositivi intelligenti, software e sensori

Bosch è leader mondiale nel settore dei sensori microelettromeccanici (MEMS), un’importante tecnologia che permette di connettere dispositivi tramite Internet. Attualmente uno smartphone su due è dotato di sensori Bosch. L’azienda vuole offrire soluzioni per la mobilità connessa, la produzione in rete e la realizzazione di edifici e sistemi di approvvigionamento energetico connessi in rete. I sensori intelligenti rappresentano il prossimo traguardo nello sviluppo tecnologico. Tali sensori dispongono di un’interfaccia radio e di un microcontroller che consentono di trasmettere dati via Internet. Con l’integrazione del software sarà possibile porre le basi per l’ulteriore sviluppo della micromeccanica, già presente nel settore automotive e dell’elettronica di consumo.

Tutti gli oggetti possono essere dotati di sensori e dispositivi wi-fi e avere un proprio indirizzo Internet per lo scambio di dati. La connettività è alla base dell’Internet delle cose ed è ciò che rende possibile un vita connessa. Bosch fornisce sensori per un’ampia gamma di usi nei settori automotive e dell’elettronica di consumo. Seguendo il trend tecnologico che spinge verso una gamma sempre più ampia di variabili misurabili, in occasione del CES 2015 Bosch Sensortec ha presentato in esclusiva mondiale un sensore multi-funzionale, in grado di ampliare la gamma delle applicazioni in settori come l’elettronica di consumo, i dispositivi indossabili e l’Internet delle cose.

Lo scopo è la trasmissione tramite Internet solo delle informazioni rilevanti. Il trattamento locale degli stessi richiede l’adozione del know-how di cui dispone Bosch. Grazie alla micromeccanica, l’Internet delle cose diventa realtà. Bosch punta a sviluppare nuove soluzioni in questo campo e, in virtù dell’importanza di questo settore, Bosch ha creato Bosch Connected Devices and Solutions GmbH che opera prevalentemente nei settori della domotica, dei trasporti, della logistica, della mobilità, e dell’industria connessa.

 

La nuova dimensione della ricarica: il sistema Wireless Charging di Bosch

Bosch è il primo fornitore al mondo che permette agli utenti di sfruttare i vantaggi della trasmissione induttiva dell’energia tramite dispositivi cordless. Con il sistema Wireless Charging, Bosch entra in una nuova dimensione della tecnologia della ricarica e apre la strada a nuovi modi di lavorare con strumenti cordless efficienti, economici e che consentono di risparmiare tempo. Questa tecnologia di ricarica si basa sul trasferimento dell’energia senza contatto. La bobina nel trasmettitore genera un campo magnetico alternato che penetra nella bobina contenuta nel ricevitore; ciò induce tensione e genera un flusso di corrente. Nel caso del sistema Wireless Charging di Bosch significa che il caricatore emette un campo magnetico che viene ricevuto dalla batteria e trasformato in corrente di carica. Tuttavia, l’energia trasferita è oltre 50 volte superiore a quella usata nei normali spazzolini elettrici (un watt), così da raggiungere gli stessi tempi di ricarica dei caricabatterie per utensili elettrici.

Il settore di business  Mobility Solutions è il più importante del Gruppo Bosch. Nel 2013 ha registrato un fatturato di 30,6 miliardi di Euro, equivalenti al 66 percento dei ricavi totali Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo auto motive (NB: A seguito di cambiamenti legislativi i dati del 2013 sono solo parzialmente confrontabili con i dati relativi al 2012). Il settore di business Mobility Solutions opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e propulsioni alternative, sistemi di sicurezza attiva e passiva, comfort e assistenza, informazione e comunicazione a bordo veicolo come car-to-car e Car2X e tecnologie, concept e servizi per l’aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all’evoluzione dell’auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bosch ces las vegas roberto bosch

Lascia una risposta

 
Pinterest