Smart micro hybrid drive (mhd)

Smart micro hybrid drive (mhd)

4 dic, 2007

Ancora più ecologica ed economica grazie alla funzione di start/stop automatico

Smart fortwo micro hybrid drive è una versione particolarmente ecologica ed economica di smart fortwo. Dotata del propulsore da 52 kW con funzione di start/stop automatico, il modello sarà disponibile, nel gennaio 2008, in versione coupé e cabrio nei tre diversi allestimenti: pure, pulse e passion. Per celebrare il lancio sul mercato di smart fortwo mhd, al Bologna Motor Show viene presentata in anteprima un’edizione speciale di coupé caratterizzata da body panels in crystal white e tridion argento e da esclusivi cerchi in lega a nove razze. Il prezzo di questa edizione speciale di smart fortwo micro hybrid drive è particolarmente conveniente.

drive utilizza le fasi di esercizio al minimo per spegnere temporaneamente il motore ed interrompere consumo di carburante, emissioni di scarico ed acustiche. Insieme al cambio manuale automatizzato presente sul veicolo di serie, i Clienti possono utilizzare comodamente questa funzione di start/stop. Alcuni studi hanno dimostrato che nel traffico quotidiano i veicoli si fermano mediamente ogni 1,3 chilometri.

Potente alternatore-starter azionato a cinghia

Il cuore del sistema è rappresentato da uno speciale alternatore-starter azionato a cinghia che svolge contemporaneamente le funzioni di motore di avviamento e dinamo. Il sistema, non appena il guidatore rilascia il pedale del freno, è in grado di avviare in una frazione di secondo il motore a combustione interna. Questo consente di rinunciare ad un motore di avviamento di tipo tradizionale che agisce sul volano dell’albero motore. Abbinata a rapporti di trasmissione leggermente modificati, questa strategia consente un risparmio di carburante pari a circa l’8% in base al consumo globale a norma CE. Il consumo si riduce, infatti, di circa 0,4 litri per 100 chilometri (da 4,7 litri a 4,3 litri circa). In base alla situazione del traffico, si può avere un risparmio di carburante di circa il 13%, con una corrispondente riduzione delle emissioni di CO2, che passano da 112 grammi a circa 103 grammi per chilometro.

Il sistema è stato sviluppato da smart in collaborazione con Valeo GmbH e Gates Corporation. Il gruppo meccanico comprende l’alternatore-starter STARS 137 prodotto da Valeo. L’alternatore eroga una coppia di 42 Nm ed una corrente massima di 120 Ampere a 14 volt, sufficiente per garantire un affidabile avviamento del motore, anche in presenza di temperature estremamente rigide (fino a -25°C).  Per assicurare un collegamento a basso attrito e durevole del gruppo dell’albero motore all’alternatore-starter, entrambi i componenti sono stati dotati di pulegge maggiorate, mentre la pompa dell’acqua è azionata a cinghia. La potenza è trasmessa da una cinghia poly-V a 6 scanalature prodotta da Gates.

La tensione della cinghia è particolarmente importante, a causa delle variazioni di carico che si verificano durante la funzione start/stop. A tale scopo è stato adottato un ammortizzatore coassiale, fissato all’alternatore-starter e sostenuto dal blocco motore. L’alternatore-starter è in grado di applicare la corretta tensione alla cinghia, assicurando che entrambe le sezioni vengano azionate dal motore a combustione interna quando è in funzione, e che la sezione complementare della cinghia tirata dallo starter nella fase di avviamento sia in grado di trasmettere la coppia richiesta in modo affidabile.

Unità di comando con centralina elettronica separata

Le attività del sistema sono controllate da un’unità di comando separata con centralina elettronica integrata, installata sotto l’alloggiamento della batteria. Questa centralina comunica con le altre centraline a bordo del veicolo per mezzo di un bus di trasmissione dati CAN. Un cavo trifase trasmette la potenza dell’alternatore fino ad un massimo di 120 Ampere. La centralina regola la potenza sia dello starter che dell’alternatore, mentre una batteria AGM accumula l’energia per l’impianto elettrico di bordo. L’elettrolito è contenuto in tampone di vetro assorbente. Grazie alle proprietà fisiche, questa batteria risulta più resistente alle variazioni di carico (maggiore resistenza ai cicli) rispetto alle batterie al piombo-acido di tipo convenzionale con elettrolito in acido solforico.

La centralina elettronica dell’alternatore-starter azionato a cinghia spegne il motore a combustione interna nelle fasi di esercizio al minimo, ad esempio davanti ad un semaforo rosso, agli incroci ed in coda. Per garantire maggiore economicità e comfort, l’elettronica spegne il motore alle velocità inferiori a 8 km/h, quando il guidatore preme il pedale del freno, segnalando l’intenzione di fermare la vettura. Il motore riparte non appena il guidatore rilascia il pedale del freno, garantendo così una risposta immediata. La funzione di start/stop può essere disattivata, se necessario, tramite un pulsante sulla consolle centrale, fino al successivo avviamento del veicolo (accensione off/on).

I principali dati tecnici della nuova smart micro hybrid drive:

Cilindri/valvole R3/4 valvole per cilindro
Cilindrata 999 cc
Alesaggio/corsa 72 x 81,8  mm
Potenza max. stimata 52 kW/71 CV a 5.800 giri/min
Coppia max. 92 Nm a 4.500 giri/min
0-100 km/h 13,3 s
Velocità massima 145 km/h
Consumo di carburante * 4,3 l/100 km (dato provvisorio)
Risparmio di carburante In media 8 % circa,13 % circa nel traffico urbano

(dati provvisori)

Emissioni di CO2 103 g/km (dato provvisorio)

* Euro-premium secondo il consumo globale a norma CE

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: motor show bologna motore ibrido smart micro hybrid smart micro hybrid drive stop&start

Lascia una risposta

 
Pinterest