Škoda Greenline e Green Tec

Škoda Greenline e Green Tec

13 set, 2011

Consumi contenuti ed emissionii ridotte: Škoda Greenline e Green Tec

Fonte: Škoda

Francoforte, Germania. 13 settembre 2011. Le versioni GreenLine e Green tec, disponibili per tutti i modelli ŠKODA, rappresentano una proposta concreta della Casa ceca nell’ambito dell’ottimizzazione dei consumi. Oltre all’indicatore di marcia consigliata sul display, presente su tutti i modelli, le efficienti varianti GreenLine e Green tec sono equipaggiate con ulteriori accorgimenti che garantiscono una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2.
Tra le misure adottate sulle versioni GreenLine spiccano:

- sistema start/stop
- dispositivo per il recupero dell’energia in frenata
- taratura specifica della centralina motore
- pneumatici a bassa resistenza al rotolamento
- modifiche aerodinamiche alla carrozzeria e al sottoscocca.

Le vetture con pacchetto Green tec, non disponibili per il mercato italiano, presentano solo una parte degli equipaggiamenti specifici previsti per le varianti GreenLine.

Non solo i Clienti privati, ma anche le Aziende apprezzano sempre più queste tecnologie, che consentono di ridurre i consumi delle loro flotte.

Un elemento tecnico fondamentale per i pacchetti orientati alla riduzione dei consumi è il dispositivo start/stop, grazie a cui il motore si spegne a vettura ferma con il cambio in folle. Successivamente, premendo il pedale della frizione, il motore si avvia automaticamente in poche frazioni di secondo. Grazie a questo sistema, i rilevamenti effettuati in base agli standard in vigore a livello europeo hanno evidenziato un risparmio di carburante nel ciclo combinato da 0,2 a 0,4 litri ogni 100 chilometri, con una riduzione delle emissioni di CO2 da 5 a 10 g/km.

Le versioni GreenLine e Green tec sono inoltre dotate del sistema di recupero dell’energia in fase di frenata, in grado di generare energia invertendo le polarità del generatoree accumulandola nella batteria, in modo che il motore non sia costretto a generarne tramite la dinamo.

Gli pneumatici a bassa resistenza al rotolamento completano il pacchetto di misure che contribuiscono allariduzione dei consumi.

La tecnologia GreenLine – che garantisce un sensibile abbattimento dei consumi e una riduzione delle emissioni di CO2 pari all’8% – prevede per la Fabia, la Fabia Wagon e la versatile MPV Roomster l’impiego dell’efficiente motore Diesel 1.2 TDI CR DPF 75 CV (55 kW). Per Fabia e Fabia Wagon, il pacchetto Green tec è offerto in abbinamento alle motorizzazioni benzina 1.2 12V HTP 70 CV (51 kW), 1.2 TSI 86 CV (63 kW) e 1.2 TSI 105 CV (77 kW) e Diesel 1.6 TDI CR DPF 90 CV (66 kW). Per la Roomster Green tec è invece possibile scegliere tra il 1.2 TSI 86 CV (63 kW) e il 1.2 TSI 105 CV (77 kW).

Per la Octavia, la ŠKODA propone quattro versioni GreenLine e Green tec con motore Diesel e due varianti Green tec in abbinamento a un propulsore TSI. Grazie all’efficiente motorizzazione 1.6 TDI CR DPF 105 CV (77 kW), la Octavia GreenLine consuma solo 3,8 litri di gasolio ogni 100 chilometri, con emissioni di CO2 pari a 99 g/km, mentre il valore di emissioni della Octavia Wagon GreenLine si attesta a 107 g/km. Il pacchetto Green tec è disponibile per entrambe le varianti di carrozzeria, e in abbinamento al motore 1.6 TDI CR DPF 105 CV (77 kW) garantisce un consumo nel ciclo combinato pari a 4,2 l/100 km, con 109 g/km di CO2. Infine, la Octavia Green tec con motore 1.4 TSI 122 CV (90 kW) consuma 5,8 litri di carburante ogni 100 chilometri, a fronte di emissioni di CO2 pari a 134 g/km.

Anche la Superb e la Superb Wagon GreenLine sono equipaggiate con il propulsore Diesel 1.6 TDI CR DPF 105 CV (77 kW), che consente a entrambi i modelli di percorrere 100 chilometri con 4,4 litri di gasolio, con emissioni di CO2 pari a 114 g/km: valori che rendono le varianti GreenLine dell’ammiraglia ŠKODA le migliori della categoria in termini di eco compatibilità. In futuro, anche per la gamma Superb saranno disponibili le versioni Green tec, con la possibilità di scegliere tra due motorizzazioni: il benzina 1.4 TSI 125 CV (92 kW) e il Diesel 2.0 TDI CR DPF 140 CV (103 kW), entrambi abbinati al cambio manuale a 6 marce. Grazie agli pneumatici a bassa resistenza al rotolamento da 16”, al dispositivo start/stop, al sistema di recupero dell’energia in fase di frenata e a una specifica taratura del cambio, la Superb Green tec a benzina porta le emissioni di CO2 a soli 138 g/km (139 g/km per la Wagon), mentre con il motore Diesel il valore è pari a 128 g di CO2/km (129 g/km per la Wagon). I modelli Superb Green tec saranno riconoscibili dalla “I” verde nelle sigle TSI e TDI presenti sul portellone posteriore.

Ridurre i consumi anche nel segmento SUV è possibile. Con il parsimonioso quattro cilindri 1.6 TDI CR DPF, che eroga una potenza di 105 CV (77 kW), la Yeti GreenLine percorre 100 chilometri con 4,6 litri di gasolio, con emissioni di CO2 pari a 119 g/km. Questa versione è disponibile esclusivamente con trazione anteriore e cambio manuale a cinque marce. Le varianti Green tec sono invece alimentate da un motore a benzina 1.4 TSI 122 CV (90 kW) o da un Diesel 2.0 TDI CR DPF 140 CV (103 kW), entrambi con trazione interiore e cambio manuale a sei rapporti.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: salone francoforte skoda green line stop&start

Lascia una risposta

 
Pinterest