Škoda al Salone dell’Automobile di Shanghai 2017

Škoda al Salone dell’Automobile di Shanghai 2017

19 apr, 2017

Fonte: Volkswagen Group Italia

 

Verona, Italia. 18 aprile 2017. Škoda festeggia l’anteprima mondiale della prima concept car a trazione esclusivamente elettrica al Salone dell’Automobile di Shanghai (19–28 aprile 2017). Con Vision E, il Marchio della Freccia Alata sottolinea la propria strategia per il futuro dedicata all’elettromobilità. In breve i dati più importanti.

Concept Vision E: la prima concept elettrica di Škoda; sviluppata sulla base della piattaforma MEB del Gruppo

DATI: due motori elettrici con una potenza di sistema pari a 225 kW; trazione a quattro ruote motrici; fino a 500 chilometri di autonomia; velocità massima 180 km/h; sistemi di guida autonoma di Livello 3

Dimensioni: lunghezza 4.688 mm, larghezza 1.924 mm, altezza 1.591 mm, passo 2.851 mm

Design degli esterni: linea del tetto che discende dolcemente verso il posteriore sottolinea il carattere da coupé; frontale d’impatto con fascio di luce a LED per l’intera larghezza della vettura; gruppi ottici sottili di forma triangolare dal look cristallino, con tecnologia LED Matrix; montante centrale assente e porte posteriori che si aprono in senso contrario alla marcia; telecamere per la visione a 360° del perimetro della vettura; assenza degli specchietti retrovisori esterni; cerchi in lega dal design futuristico; posteriore scultoreo; gruppi ottici posteriori in tecnologia LED

Abitacolo: interni spaziosi; eliminazione del tunnel centrale anteriore e posteriore per un’ampiezza ancora superiore; elevati rapporti di spazio; linee stilistiche orizzontali; sedili singoli a guscio girevoli per un accesso e una discesa all’insegna del comfort anche grazie all’assenza dei montanti centrali; posizione di seduta rialzata; display touch per conducente e passeggero anteriore; touchscreen centrale al centro della plancia; Phonebox nei pannelli delle portiere

Sistemi di assistenza alla guida: numerosi sistemi avanzati per maggiore sicurezza e comfort; novità: assistenza nella guida in colonna, Autopilot per la marcia in autostrada; Car Park Autopilot

Commandi innovativi: HMI digitale; comandi gestuali; comando vocale; Eye Tracking; dispositivo di riconoscimento della stanchezza del conducente Driver Alert; Heart Rate Monitor

Infotainment e Škoda Connect: nuovi sistemi di infotainment; display touch capacitivi nel glass-design Škoda; passeggeri “always on” grazie all’hotspot WLAN e al modulo LTE

Simply Clever: ricarica a induzione (senza contatto) tramite il pianale; grazie alla ricarica rapida, l’80% della capacità della batteria viene ripristinato in appena 30 minuti; sedili scorrevoli all’indietro e volante scorrevole durante la marcia autonoma; sedili girevoli fino a 20 gradi

e-Mobility Škoda: sviluppo di vetture con motore puramente elettrico; elevata autonomia, tecnica di ricarica di facile utilizzo, economicità straordinaria

Obiettivi: entro il 2025, oltre alle vetture ibride plug-in, previste cinque auto a trazione esclusivamente elettrica nella gamma di modelli; da quella data, un modello Škoda su quattro venduti in tutto il mondo sarà un ibrido plug-in o una vettura puramente elettrica

 

Vision E, la prima concept car elettrica di Škoda

Il primo prototipo a trazione esclusivamente elettrica nella storia di Škoda

Due motori elettrici con una potenza di sistema di 225 kW

Autonomia fino a 500 km grazie alla potente batteria agli ioni di litio e al sistema intelligente di recupero dell’energia

Marcia autonoma di Livello 3

Ulteriore esempio del moderno linguaggio stilistico Škoda con elementi di design dal look cristallino

La mobilità elettrica come elemento centrale della strategia di crescita Škoda a livello globale

Prospettive per il futuro: nel 2025, un’auto su quattro di nuova immatricolazione della Marca sarà una versione ibrida plug-in o elettrica

Škoda presenta un’anteprima del futuro dell’Azienda in occasione del Salone dell’Automobile di Shanghai (19–28 aprile 2017). Grazie alla concept car Škoda Vision E, la Casa automobilistica boema esprime con forza la propria strategia di crescita. La prima concept elettrica di Škoda che vanta una storia lunga più di 120 anni, si chiama Škoda Vision E e, con il suo design futuristico, evidenzia caratteristiche inconfondibili del linguaggio stilistico della Casa. Elementi tipicamente Škoda sono l’elevata spaziosità, i sistemi di assistenza di ultima generazione e i servizi Škoda Connect, oltre a numerose idee “Simply Clever”. Il motto “Simply Clever” caratterizza anche la mobilità elettrica del Marchio della Freccia Alata: elevata autonomia, tecnica di ricarica di facile utilizzo, economicità straordinaria. Entro il 2025, la gamma Škoda comprenderà, oltre ai modelli ibridi plug-in, anche cinque auto a trazione esclusivamente elettrica. Così un’auto del Marchio su quattro, vendute in tutto il mondo, sarà dotata di trazione ibrida plug-in o puramente elettrica.

“Con il prototipo Vision E, presenteremo sotto ogni punto di vista il volto e le tecnologie Škoda di domani. Basti pensare, per esempio, al linguaggio stilistico ulteriormente ottimizzato della Casa boema e alle tecnologie avveniristiche. Škoda Vision E è la prima vettura a trazione puramente elettrica della nostra Azienda a rendere al contempo possibile una marcia autonoma di Livello 3”, dichiara il . “Per quanto riguarda Vision E, abbiamo trasferito le tipiche caratteristiche Škoda in un modello a trazione elettrica: linguaggio stilistico caratteristico con elevata offerta di spazio, tecnologie innovative e sistemi di assistenza di ultima generazione, a cui si aggiungono numerose idee “Simply Clever”. Senza dimenticare un’autonomia di tutto rispetto”, prosegue Maier.

Škoda Vision E si basa sulla piattaforma MEB (pianale modulare per veicoli elettrici) del Gruppo e monta due motori elettrici per una potenza di sistema di 225 kW. Così Škoda Vision E accelera in modo uniforme e al contempo dinamico, raggiungendo una velocità massima di 180 km/h. Grazie alle batterie agli ioni di litio efficienti e potenti e a un sistema intelligente di recupero dell’energia, il modello vanta un’autonomia fino a 500 chilometri. Škoda Vision E può inoltre viaggiare anche in modalità di guida autonoma di Livello 3.

Il design della Vision E

Škoda Vision E misura 4.688 mm di lunghezza, 1.924 mm di larghezza e 1.591 mm di altezza. Il passo lungo (2.851 mm) e gli sbalzi anteriori e posteriori ridotti danno vita a interni estremamente spaziosi e confortevoli, come di consueto nei modelli del Brand. Il concept innovativo della vettura coniuga la posizione di seduta alta tipica dei SUV e gli eccellenti rapporti di spazio di una berlina. Il profilo laterale è dinamico e la linea del tetto discende dolcemente nello stile di una coupé.

“Con il linguaggio stilistico Škoda, negli ultimi anni abbiamo dato vita a diversi sensazionali prototipi che mostrano la strada che il Marchio intende percorrere verso il futuro”, dichiara , Responsabile del Design degli esterni presso Škoda. “La nuova concept car Škoda Vision E definisce ora il passo successivo verso un design orientato al futuro.”

Lo stile del modello colpisce per le proporzioni armoniose, le superfici pulite, le linee precise e gli angoli ben definiti. Tratti altrettanto caratteristici sono i profili decisi su cui si viene a creare uno straordinario gioco di luci e ombre che trasmette un senso di dinamismo. Le strutture cristalline dei gruppi ottici anteriori e posteriori e altri dettagli sottolineano, con la loro forma tridimensionale, l’alta qualità costruttiva e definiscono il carattere del modello, che si contraddistingue per l’uso di tecnologie moderne. Il design diventa così espressione dell’eleganza senza tempo e della funzionalità tipica della modernità, tratti distintivi delle auto del Marchio della Freccia Alata.

Il linguaggio stilistico della Casa boema è stato continuamente evoluto nel corso degli ultimi anni. In questo contesto, le concept car hanno anticipato diversi dettagli (Škoda Vision D del 2011, seguita dai prototipi Škoda Vision C del 2014 e Škoda Vision S del 2016), riscontrati poi nei modelli di serie della Marca. Ora, con la Škoda Vision E, si passa a un nuovo livello.

Esterni

Il frontale della Škoda Vision E è caratterizzato dal cofano d’impatto. Nella parte inferiore, un ampio fascio di luci a LED corre lungo l’intera larghezza della vettura, terminando alle estremità nei sottili fari di forma triangolare. Tutti i gruppi ottici nella parte frontale e laterale sono di colore bianco. Assente la classica calandra del radiatore. Al suo posto, il cofano anteriore si estende sotto l’ampio fascio di luci fin nelle prese d’aria inferiori.

I gruppi ottici della Škoda Vision E vantano la tecnologia LED Matrix, che garantisce un’illuminazione della carreggiata completa e adatta alle varie situazioni di marcia. I fari con tecnologia LED ad alta efficienza creano luci anabbaglianti e abbaglianti precise, rivolte verso la zona antistante la vettura e distribuite in modo uniforme. Per analizzare la situazione del traffico, il sistema di illuminazione è collegato in rete con una telecamera anteriore. Sulla base dei dati così registrati, la ripartizione della luce può essere definita con precisione in qualsiasi momento.

Sotto le prese d’aria, che corrono per l’intera larghezza della vettura, si apre un altro sottile fascio di luci a LED. Lo spoiler anteriore, in basso, rappresenta la chiusura formale del frontale. Grazie al connubio di elementi classici del design Škoda e di dettagli nuovi, Škoda Vision E appare estremamente compatta, robusta e dinamica.

Il profilo della vettura si contraddistingue per il parabrezza fortemente inclinato e la linea del tetto che discende dolcemente. Questa combinazione sottolinea l’estetica in stile coupé. È inutile cercare un montante centrale nell’accezione classica del termine, o i tipici specchietti retrovisori esterni: le porte, ad azionamento elettrico, si aprono in senso contrario alla marcia e assicurano una salita e una discesa estremamente comode. Anche il bagagliaio è azionato elettricamente. Al posto degli specchietti retrovisori esterni, le telecamere trasmettono sul display nell’abitacolo quanto accade intorno alla vettura. Questa soluzione migliora l’aerodinamica del modello e le funzioni che prima fungevano gli specchietti retrovisori esterni (per esempio, il riconoscimento di veicoli).

La marcata linea “tornado”, dall’andamento ascendente verso il lato posteriore, va dai gruppi ottici anteriori a quelli posteriori e crea un accattivante gioco di luci e ombre sulle superfici della carrozzeria. Nella zona anteriore della vettura, sotto la linea “tornado”, si apre un altro fascio di luci a LED, una linea sottile che corre fino al centro della vettura, sottolineando così la forma a cuneo del modello e delineandone al contempo il profilo.

I listelli sottoporta inferiori appaiono robusti e grintosi. Nei parafanghi, all’altezza del montante anteriore, sono presenti aperture di aerazione. I futuristici cerchi in lega leggera, ampiamente dimensionati, enfatizzano la personalità del prototipo. L’inconfondibile passo lungo è un chiaro indizio visivo che preannuncia l’ampio abitacolo interno.

Anche il posteriore combina il design scultoreo con le forme cristalline. All’estremità inferiore dell’ampio lunotto fortemente inclinato, la linea “tornado” laterale sfocia senza transizioni in uno spoiler posteriore a filo. I gruppi ottici posteriori, con il loro vetro sfaccettato, si allargano verso l’estremità esterna in una forma a triangolo e arrivano fino alla parte posteriore delle fiancate.

Tutte le funzioni d’illuminazione dei gruppi ottici posteriori della Škoda Vision E sono nell’innovativa tecnologia LED. Le fonti luminose a LED sono particolarmente efficienti sul piano energetico e creano un forte contrasto. In questo modo, la segnalazione offerta da tutte le funzioni d’illuminazione rilevanti risulta particolarmente armoniosa e d’impatto.

Sotto i gruppi ottici corre un’altra linea dal profilo netto, che riprende e prosegue la linea corrispondente della fiancata. L’andamento deciso della linea e dello spoiler posteriore creano una superficie curvata verso l’interno che ospita i gruppi ottici posteriori e il logo illuminato di bianco. Al di sotto della linea posteriore si apre un altro fascio di luci a LED, prima che il posteriore termini verso il basso con una grembialina nera. Come tutte le vetture a trazione esclusivamente elettrica, l’impianto e i terminali di scarico non vengono utilizzati.

Le linee marcatamente orizzontali e la dinamica forma a cuneo fanno emergere il carattere sportivo di Škoda Vision E già da ferma. La combinazione di elementi di design nuovi e di caratteristiche tipiche della Marca rendono Vision E una rappresentante interessante del linguaggio stilistico Škoda in evoluzione.

Interni

Grazie alle ampie superfici vetrate, gli interni appaiono luminosi e trasparenti. Il proseguimento logico delle linee orizzontali sottolinea la struttura chiara e l’ampiezza dell’abitacolo. Quattro sedili singoli a guscio, con schienali innovativi, mettono in risalto lo stile moderno della vettura.

I sedili sono collocati in posizione leggermente rialzata, offrendo così un’ottima visibilità. Inoltre, possono essere ruotati fino a 20 gradi. All’apertura delle porte i sedili si orientano verso l’esterno per favorire l’accesso. Una volta chiuse, tornano in posizione iniziale, un’idea “Simply Clever” che assicura ulteriore comfort grazie allo sviluppo e alla parte meccanica ottimizzati dal punto di vista ergonomico. Poiché il design dell’abitacolo prevede l’assenza del tunnel centrale nella parte anteriore e posteriore, l’abitabilità interna che si crea è straordinaria.

Accanto al display della plancia, sul quale vengono visualizzati i classici dati della vettura, si trovano ulteriori display per i passeggeri. Al centro del cruscotto trova alloggiamento il display touchscreen centrale con il quale conducente e passeggero anteriore possono gestire e visualizzare tutte le principali funzioni e servizi.

Inoltre, il passeggero anteriore e i passeggeri posteriori hanno a disposizione display dai quali possono controllare numerose funzioni comfort quali informazioni e infotainment. Il display per il passeggero anteriore è collocato nella consolle della plancia mentre quelli per i passeggeri posteriori sono alloggiati negli schienali dei sedili anteriori. Inoltre, i passeggeri anteriore e posteriori possono controllare il loro programma individuale di intrattenimento tramite i propri display touch. L’elemento di comando per il passeggero anteriore si trova nel bracciolo destro, quello per i passeggeri posteriori tra i due sedili singoli posteriori. I display dedicati consentono di richiamare le impostazioni personali, i dati e le informazioni dello smartphone.

All’interno di ogni pannello delle portiere è integrato un Phonebox che permette la ricarica a induzione per gli smartphone dei passeggeri. Nei listelli decorativi delle porte e sotto la plancia è integrata una luce ambiente regolabile in dieci tonalità di colore.

Non appena la vettura procede a guida autonoma, i sedili anteriori possono essere spostati all’indietro garantendo così il massimo relax. Il volante viene sollevato offrendo il massimo spazio e un comfort assoluto.

Il sistema di propulsione

La Škoda Vision E è un concept alimentato in modalità esclusivamente elettrica e si basa sulla piattaforma MEB (pianale modulare per veicoli elettrici) del Gruppo. Grazie alla potenza di sistema di 225 kW, Škoda Vision E accelera in maniera istantanea. Tra le caratteristiche tipiche dei motori elettrici rientra la disponibilità della coppia massima già alla partenza, elemento che dona ampia dinamicità alla vettura. La velocità massima raggiungibile è di 180 km/h. Le potenti batterie agli ioni di litio e un intelligente sistema di recupero dell’energia permettono un’autonomia fino a 500 chilometri.

La gestione intelligente consente ai due motori elettrici di lavorare in sinergia con la massima efficienza e di azionare tutte e quattro le ruote. La trazione delle ruote anteriori e posteriori avviene di volta in volta in funzione del fabbisogno per garantire sempre i massimi livelli di stabilità, sicurezza e dinamica.

La batteria agli ioni di litio raffreddata a liquido è straordinariamente potente ed è collocata nella parte inferiore del pianale della vettura, in una zona protetta anche in caso di impatto, e in posizione centrale tra l’asse anteriore e quello posteriore. Il posizionamento dell’accumulatore ad alta tensione, dalla forma appiattita, contribuisce anche a una ripartizione del peso favorevole tra asse anteriore e posteriore e al baricentro basso della Škoda Vision E.

Ricarica per induzione

Una delle numerose idee “Simply Clever” riguarda il processo di carica intelligente. Questo avviene per induzione, per esempio tramite un’apposita piastra di ricarica nel proprio garage. La vettura viene posizionata con l’asse anteriore sopra la piastra. Questo “charging pad”, come viene chiamato, è collegato alla rete elettrica e, di notte, carica completamente e in modo automatico le batterie della vettura senza colonnina di ricarica o bobine per cavi, secondo il principio dell’induzione, senza quindi alcun contatto. Esiste anche un processo di carica veloce con il quale si ricarica l’80% della capacità della batteria in soli 30 minuti.

La guida autonoma

Con Vision E, Škoda offre un’anteprima non solo della mobilità elettrica del futuro, ma anche delle forme di guida automatizzata o autonoma realizzabili già nell’immediato futuro. “Con il prototipo Vision E vengono raggiunti i prerequisiti per la guida autonoma di Livello 3. Škoda Vision E può muoversi autonomamente in caso di guida in colonna, percorrere tratti di autostrada con l’Autopilot, mantenere la carreggiata, effettuare manovre di scarto e di sorpasso, cercare autonomamente parcheggi liberi ed entrare e uscire dai parcheggi da sola”, afferma Christian Strube, Membro del Consiglio di Amministrazione Škoda per lo Sviluppo Tecnico. Per svolgere queste funzioni intervengono numerosi sensori con diversi raggi d’azione e telecamere che monitorano la situazione del traffico.

Sistemi di assistenza alla guida

Škoda Vision E è dotata di numerosi sistemi di assistenza che incrementano la sicurezza e il comfort e che sono offerti già oggi per diversi modelli della Casa automobilistica boema. Inoltre, sono presenti a bordo altri svariati sistemi innovativi. Tra essi rientra il sistema di assistenza nella guida in colonna che accelera o frena autonomamente, l’Autopilot per la guida in autostrada che sterza, evita, frena e accelera (nella misura in cui l’autostrada soddisfi le condizioni per la guida autonoma), il Car Park Autopilot che cerca e gestisce automaticamente i parcheggi liberi e l’“Educated Parking” che nota le posizioni di parcheggio preferite dal conducente e le cerca attivamente.

Il sistema “Educated Parking” risulta particolarmente significativo in abbinamento alla ricarica a induzione della batteria ad alta tensione. La particolarità consiste nella capacità del sistema di imparare. È sufficiente che il conducente effettui completamente per due volte la manovra di parcheggio affinché il sistema raccolga tutti i dati necessari allo scopo. Dopodiché questo è in grado di trovare e gestire autonomamente l’esatta posizione di parcheggio che risulta ideale per una ricarica a induzione efficiente.

Škoda Vision E è dotata di diversi scanner laser e radar intorno alla vettura per brevi, medie e lunghe distanze con l’aiuto dei quali vengono rilevate le vetture o gli ostacoli lungo percorso e intorno alla vettura.

Innovativi sistemi di comando

Škoda Vision E presenta un prototipo di gestione della vettura, che comprende nuovi sistemi che ottimizzano il comfort e la sicurezza durante la guida. L’innovativo sistema digitale Human Machine Interface (HMI) garantisce la massima flessibilità nella gestione di numerose funzioni a bordo della vettura. In questo modo è possibile attivare e gestire le funzioni di infotainment, comunicazione e navigazione sia tramite un elemento di comando sulla consolle centrale sia attraverso i rispettivi touchscreen.

Inoltre, Škoda Vision E è dotata di comandi gestuali disponibili per una serie di funzioni. Una telecamera rileva e identifica determinati movimenti della mano effettuati dal conducente nell’area della consolle centrale. In questo modo è possibile impartire istruzioni standardizzate quali la regolazione del volume del sistema audio o l’accettazione di telefonate con semplici gesti senza che il conducente debba distogliere lo sguardo dalla strada.

Tra le ulteriori novità adottate a bordo del concept rientra, per esempio, l’Eye Tracking che monitora permanentemente i movimenti degli occhi del conducente. Il sistema basato su telecamera è in grado di visualizzare le informazioni necessarie al conducente sempre al momento giusto e nella posizione ergonomicamente ideale su uno dei numerosi display dell’abitacolo. L’Eye Tracking, inoltre, può essere utilizzato per analizzare il livello di attenzione del conducente. In caso di diminuzione della concentrazione, viene attivato il dispositivo per il rilevamento di stanchezza del conducente Driver Alert che suggerisce di fare una pausa. Un ulteriore sistema che ottimizza la sicurezza e che viene presentato su Škoda Vision E è l’Heart Rate Monitor che controlla costantemente la frequenza cardiaca del conducente, inviando un avvertimento nel caso in cui rilevi valori di rischio. Qualora si verifichi effettivamente un problema medico, Škoda Vision E può utilizzare le sue funzioni di guida automatizzata anche per accostare la vettura sul ciglio della strada fino all’arresto completo senza l’intervento del conducente. In caso di necessità (per esempio in caso di infarto) questo sistema può chiamare i soccorsi.

Infotainment e Škoda Connect

Un collegamento in rete a 360° tra auto, conducente e passeggeri garantisce una guida estremamente confortevole e sicura. Tutte le opzioni di connettività offrono informazioni migliori, un intrattenimento completo e una sicurezza ancora maggiore. Škoda Vision E è dotata dei più recenti sistemi di infotainment. Tutti i display touch capacitivi sono realizzati nel glass-design tipicamente Škoda. Grazie al sistema di navigazione di ultima generazione con hotspot WLAN, che consente di connettere i dispositivi portatili di tutti i passeggeri, e al modulo LTE ultraveloce, i passeggeri di Škoda Vision E sono “always on”.

L’offerta di infotainment è integrata dai servizi online Škoda che comprendono navigatore, informazioni, intrattenimento e sistemi di assistenza. Tramite il portale Škoda Connect è possibile configurare i servizi già dal computer di casa e trasmettere alla vettura destinazioni, percorsi e destinazioni speciali.

I servizi Care Connect supportano i passeggeri della Škoda Vision E in molteplici situazioni. Il trasferimento dati avviene tramite una scheda SIM integrata nella vettura. Grazie alla Škoda Connect App è possibile usufruire di numerosi servizi online sullo smartphone.

Mobilità elettrica in stile Škoda

Škoda renderà la mobilità elettrica una parte integrante della quotidianità, sviluppando sia vetture con trazione ibrida plug-in sia auto a propulsione esclusivamente elettrica. Queste saranno apprezzate per le qualità tipiche della Casa boema: “Ampia autonomia, tecnologia di ricarica di facile utilizzo ed eccezionale economicità. Così la mobilità elettrica diventa “Simply Clever”, ossia tipicamente Škoda”, ha osservato Bernhard Maier, CEO Škoda. La mobilità elettrica riveste un ruolo fondamentale all’interno della strategia di crescita globale dell’Azienda. Entro il 2025, oltre alle vetture ibride plug-in, la Casa automobilistica boema inserirà nella propria gamma di modelli anche cinque auto a trazione esclusivamente elettrica. In questo modo, ogni quattro modelli Škoda venduti, uno sarà a trazione ibrida plug-in o esclusivamente elettrica. Le vetture elettriche copriranno segmenti diversi, così da rivolgersi a un ampio ventaglio di Clienti.

La Casa vanta una competenza approfondita nella progettazione di veicoli che si distinguono per le loro caratteristiche di adattabilità all’uso quotidiano, versatilità, funzionalità semplice e un eccezionale rapporto qualità/prezzo. Tali fattori rivestono un ruolo decisivo anche nei concept innovativi per la mobilità del futuro. La mobilità elettrica nel tipico stile Škoda consente di viaggiare localmente a emissioni zero con il massimo grado di affidabilità, adattabilità all’uso quotidiano ed economicità. I modelli Škoda a trazione ibrida plug-in ed esclusivamente elettrica rappresenteranno quindi un’offerta attraente.

Modello ibrido plug-in dal 2019, cinque nuove vetture elettriche entro il 2025

La flessibilità caratterizza anche l’ampliamento a breve e medio termine della gamma di modelli Škoda e la sua integrazione con vetture a trazione ibrida plug-in e puramente elettrica. “Già per il 2019 è previsto il lancio in Europa della Škoda SUPERB con trazione ibrida plug-in, con cui Škoda inaugura l’era della trazione elettrica”, ha affermato Bernhard Maier, CEO della Casa boema. Il primo modello che abbina motore a combustione e trazione elettrica consentirà di viaggiare senza emissioni a livello locale, nel perimetro urbano e oltre. Negli anni successivi verranno lanciati ulteriori modelli ibridi plug-in in altri segmenti.

Parallelamente, grazie alla piattaforma di Gruppo MEB, Škoda sta progettando nuovi concept per una mobilità esclusivamente elettrica, dotati delle qualità tipiche dei prodotti della Casa boema. Durante il loro sviluppo, l’elevata flessibilità del MEB verrà sfruttata al massimo per poter offrire, anche nel contesto della mobilità elettrica, vetture dotate di interni particolarmente spaziosi. Altre caratteristiche che risultano particolarmente importanti nella quotidianità sono l’autonomia elettrica e i comandi comodi. Anche l’offerta di soluzioni “Simply Clever” di Škoda per aumentare il comfort e la funzionalità verrà integrata con novità concepite specificamente per la mobilità elettrica.

Prospettive future: mobilità elettrica, guida autonoma, digitalizzazione

Per Škoda lo sviluppo dei sistemi di propulsione elettrica è strettamente collegato a molte altre innovazioni che ricoprono un’importanza decisiva nella definizione della mobilità individuale del futuro. La mobilità elettrica si inserisce quindi nella progettazione di auto che viaggiano in modo completamento automatizzato, nella crescente digitalizzazione e nella diffusione di servizi di mobilità innovativi.

Lo sviluppo dei modelli Škoda con trazione esclusivamente elettrica avviene parallelamente all’implementazione in serie di ulteriori livelli di guida automatizzata. In futuro il conducente potrà affidare alla vettura un numero sempre maggiore di attività di guida; la massima precisione nella gestione di accelerazione, decelerazione e sterzo, nonché un rilevamento dettagliato dell’ambiente in cui viaggia, grazie a numerose telecamere e sensori, consentiranno di fare ulteriori passi avanti in questo ambito. Le vetture elettriche progettate da Škoda sono dotate di un’architettura di base concepita specificamente per integrare nell’elettronica di bordo queste funzioni applicabili a breve e medio termine.

Altrettanto rapidi sono i progressi nel settore della digitalizzazione. Già oggi con Škoda Connect i clienti possono approfittare di un’offerta di servizi digitali estremamente ampia; un’altra tecnologia che, in abbinamento alla mobilità elettrica, è particolarmente proiettata verso il futuro. Fin dal loro lancio, le vetture ibride plug-in ed elettriche del Marchio della Freccia Alata avranno a disposizione servizi aggiuntivi orientati specificamente alle esigenze della mobilità elettrica.

Un altro ambito di attività che sta offrendo nuove prospettive parallelamente al passaggio alla mobilità elettrica, è quello dei servizi di mobilità. Tra i settori che traggono vantaggio da questo sviluppo rientrano il car sharing e l’offerta di mobilità on demand, nonché numerosi servizi di assistenza direttamente collegati ai desideri di mobilità individuali. Anche in questi settori Škoda è in grado di identificare precisamente le esigenze dei Clienti e di soddisfare le loro richieste con soluzioni chiare, ben studiate e affidabili.

Dati tecnici

Due motori elettrici con potenza totale di 225 kW

Trazione integrale

Fino a 500 km di autonomia

Velocità massima 180 km/h

Ricarica induttiva con capacità massima di 11 kW

Ricarica rapida: 80% della capacità totale in 30 minuti

Nuovi sistemi di assistenza

Traffic Jam Assist

Autopilot per marcia in autostrada

Car park autopilot

Educated Parking

Gestione dei comandi:

sistema digitale Human Machine Interface (HMI)

comandi gestuali

comando vocale

Eye Tracking

Driver Alert

Heart rate monitor

Dimensioni:

lunghezza 4.688 mm

larghezza 1.924 mm

altezza 1.591 mm

passo 2.851 mm

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Bernhard Maier CEO Škoda Karl Neuhold Responsabile del Design esterno skoda salone shanghai skoda concept vision e

Lascia una risposta

 
Pinterest