Roma-CapoNord-Venezia a bordo di una Tesla

Roma-CapoNord-Venezia a bordo di una Tesla

10 giu, 2016

10.000 km solo elettrici, oltre 770 cavalli e zero emissioni. Una missione tutta italiana

Fonte: TeslasFuture

 

7 Giugno 2016. Dall’8 al 16 Luglio 2016, TeslasFuture: questo è il nome dell’importante viaggio volto a dimostrare le enormi capacità della mobilità elettrica, con una spedizione Roma-CapoNord-Venezia a bordo di una Tesla Model S che utilizzerà esclusivamente i per percorrere 10.000 km senza una goccia di carburante. Ed a costo zero.

Una Model S P85D Ludicrous (0-100 km/h in 3s), cinque italiani e temerari sostenitori della mobilità elettrica, oltre settecentosettanta cavalli a disposizione, diecimila kilometri da percorrere, milleduecento km al giorno per otto giorni ed un unico obiettivo: dimostrare le grandi possibilità della mobilità elettrica e sostenibile. Questi i numeri di una esclusiva missione tutta italiana che confuterà i luoghi comuni sulla mobilità elettrica: autonomia, ricarica e percorrenza.

Da un’idea di , Signature Tesla owner, in ordine alfabetico il viaggio vedrà la partecipazione anche di (fondatore di e di ), (imprenditore e titolare di Grafiche Nardin), (Training e Learning Manager di Banca Mediolanum) ed (figlio di Adriano e studente di Telecomunicazioni).

Il viaggio, che ha già suscitato l’interesse di istituzioni e media, inizierà l’8 Luglio da Roma, città italiana più importante e più a sud da cui è possibile partire oggi facendo affidamento solo sulle stazioni di ricarica Tesla (i Supercharger, ndr). L’arrivo è Capo Nord, oltre il circolo polare artico, ambitissima meta di viaggio per chi ama le sfide. CapoNord, tuttavia, è importante anche per un secondo aspetto: è in Norvegia, paese tra i maggiori esportatori di petrolio ma anche una nazione che si sta mobilitando ed accordando, tra i vari partiti politici interni, per stoppare la vendita di auto diesel e benzina dal 2025. Il rientro, e quindi la conclusione della missione, prevede l’arrivo a Venezia il 16 Luglio, data che coincide con la festa del Redentore a cui il team prenderà parte, a conclusione della missione svolta.

“Per ora, abbiamo prenotato esclusivamente l’Hotel a Honninsvag, a Capo Nord. Le altre prenotazioni le gestiremo live, in auto, durante il viaggio. Seppur a bordo dell’ammiraglia Tesla, quindi, il viaggio è e resta del tutto avventuroso, il che avvalla ancor più la nostra tesi: fare lunghissimi viaggi con un’auto elettrica, senza particolari ansie da autonomia, oggi è già possibile” – commenta Adriano Ruchini.

Nel dettaglio, i 10.000 km solo elettrici dimostreranno come la mobilità elettrica sia già una realtà, e non una incerta visione futura. Il viaggio permetterà anche di descrivere, spiegare ed illustrare tutti i potenziali scenari di sviluppo, dimostrando la completa sostituibilità dell’auto elettrica rispetto all’auto tradizionale. Il team farà affidamento sui Tesla Supercharger per comodità visto che sono stati progettati ed implementati proprio per i clienti Tesla. Tuttavia, la missione sarebbe sostenibile anche utilizzando moltissime altre colonnine, tra le centinaia, presenti in tutte le tratte da qui a Capo Nord.

La missione TeslasFuture si inserisce in un contesto di pochissime spedizioni simili al mondo effettuate con un’auto elettrica, ancor più rare se prendiamo come riferimento le auto Tesla. La missione sarà costantemente raccontata ora dopo ora, giorno dopo giorno, su sito teslasfuture.com e su tutti i canali web e social del Tesla Club Italy così da permettere al pubblico di seguire tutto lo svolgimento ed il racconto live degli step raggiunti. Go electric, Go!

.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: adriano ruchini andrea ruchini federico lagni giancarlo orsini marco nardin Tesla Club Italy tesla revolution tesla supercharger

Lascia una risposta

 
Pinterest