Rinspeed presenterà “Budii” al Salone di Ginevra 2015

Rinspeed presenterà “Budii” al Salone di Ginevra 2015

11 dic, 2014

“Abbiamo bisogno di ridefinire il rapporto tra uomo e macchina”

Fonte: Rinspeed

 

9 Dicembre 2014. Per quanto sia visionario e lungimirante, il designer automobilistico svizzero Frank M. Rinderknecht è interessato alla folle velocità degli sviluppi tecnici che ci costringe a ridefinire il nostro rapporto con l’automobile.

Il lungimirante svizzero dice:

“Fino ad ora, ciò che abbiamo associato principalmente all’auto è la mobilità, la libertà e l’individualità. E – consciamente o inconsciamente – siamo disposti a pagare un prezzo elevato per molti aspetti di questi privilegi. Dobbiamo solo guardare le statistiche sugli incidenti”.

La guida autonoma offre indubbiamente la possibilità di ridurre drasticamente alcuni degli inconvenienti del trasporto privato.

Ad esempio, il numero di incidenti stradali potrebbe scendere in tutto il mondo. Ma anche se sarà meno soggetto a sbagliare rispetto gli esseri umani, anche la miglior tecnologia non sarà perfetta.

“Questo è qualcosa che dovremo accettare,” crede il capo della Rinspeed, la centrale elettrica automobilistica svizzera di idee. “Non dobbiamo sviluppare un cieco, ma piuttosto una fede sana nelle nuove capacità dell’hardware e del software”. Perché a suo giudizio, le auto faranno solo quello che noi ordiniamo. “Saranno continuare ad imparare ogni giorno, e come risultato saranno sempre migliori a padroneggiare le complesse sfide del moderno trasporto privato. “

La società svizzera mostrerà al mondo ciò che potrebbe essere un tale apprendimento personalizzato di un “amico su ruote” al Salone di Ginevra 2015 con la “Budii”, un concept car trans-urbano. L’alimentazione elettrica è destinata a diventare la “miglior amica” del conducente e il suo pilota automatico è l’autista perfetto che si adatta rapidamente alle abitudini e le preferenze del suo “capo”. A tal fine, “Budii” sarà caratterizzato da una serie di innovazioni , che a seguito di una lunga tradizione di Rinspeed ruoteranno intorno agli esseri umani ed alle loro esigenze. Inoltre, ci vorranno i dati dal suo ambiente e le “esperienze” di altri veicoli lungo il suo percorso da tenere in considerazione.

L’auto per la città e la campagna circostante gestirà in modo indipendente gli spesso scomodi viaggi di routine quotidiane, mentre il “pilota” sarà ancora in grado di prendere il volante nei solito divertenti viaggi del fine settimana. Il sistema di sterzo è ingegnoso: il volante è supportato da un braccio robotizzato sensibile allo stato dell’arte, che permettera il guidatore e il passeggero anteriore di guidare. E se nessuno vuole farlo, lo sterzo semplicemente verrà “parcheggiato” in posizione centrale.

Rinderknecht è sicuro: “La transizione dalla tradizionale guida autonoma avverrà in più fasi. Di conseguenza, l’uomo e la macchina avranno ancora qualche anno per abituarsi a questa nuova forma di mobilità e la diversa interazione che comporterà l’interazione tra le persone e la tecnologia di cui entrambi avranno bisogno”.

Il Salone di Ginevra si terrà dal 5 al 15 Marzo, 2015. Il Rinspeed “Budii” è già il ventunesimo concept di proprietà degli svizzeri “Think Tank” e “Innovation Lab”.

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: frank rinderknecht rinspeed budii salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest