Prima giornata di Ecomondo a Rimini

Prima giornata di Ecomondo a Rimini

9 nov, 2013

Ad “ – Mobility for Sustainability”: il futuro è già presente
Prima giornata inaugurale del Salone Nazionale dedicato alla mobilità sostenibile all’interno della diciassettesima edizione di e della  settima di KEY ENERGY : grande affluenza di pubblico, Istituzioni e numerosi spunti di riflessione nel salotto dell’agorà

Fonte: H2R

, Italia. 8 novembre 2013. L’auto che rivendica un ruolo importante nella nostra quotidianità è sempre più green, ma bisogna fare i conti con un mercato prevalentemente costituito da mezzi a combustione interna tradizionali e dunque i produttori investono molto in tecnologie all’avanguardia che limitino le emissioni dannose, migliorando l’efficienza e garantendo al contempo prestazioni ottimali. L’auto è sempre più “connessa” all’interno delle smart cities, si interfaccia con gli smart phones e diventa lei stessa uno strumento in grado di interagire con le connettività personali.  Ma l’Italia non è pronta all’integrazione, perché mancano le infrastrutture ed un appello corale viene lanciato alle Istituzioni affinchè diano ascolto alle molte opportunità offerte dal comparto automotive.

Di questo e molto altro si è discusso nell’agorà  di H2R, in occasione della Conferenza di apertura  “La mobilità sostenibile al centro della green economy” e durante le presentazioni dei Partner della manifestazione.

Le Case automobilistiche si impegnano a sviluppare tecnologie intelligenti ed appropriate ad ogni segmento di riferimento: c’è chi copre a 360 gradi ogni alimentazione (la tradizionale, l’ibrida il plug-in…) come Bmw  (che a H2R lancia la I-3 completamente elettrica, in grado di interfacciarsi con ogni device, di individuare le colonnine di ricarica e prenotare il servizio o di provvedere ad una ricarica intergrata all’interno del proprio domicilio) e Mercedes-Benz che accanto a modelli a combustione interna ottimizzati investe in elettrico, ibrido, metano e che a H2R parla del felice esperimento di noleggio flessibile CAR2GO, 500.000 clienti all’attivo in 25 città mondiali, di cui il 10% nella sola città di Milano, tanto da prevedere la prossima apertura a Roma, Bologna e Firenze tanto per incominciare. C’è chi inneggia al “metano al centro della green economy” (Fiat) non nascondendo un crescente interesse per il biometano (biogas opportunamente depurato) da fonte di energia rinnovabile e invoca un adeguamento normativo per riversare il biometano nella rete di metano già disponibile. Nessun compromesso per la sicurezza è il messaggio lanciato da Volvo, che con una diminuzione del 50% di incidenti in 5 anni ottimizza ogni modello incluse versioni ibride che secondo la Casa sono le maggiormente fruibili dal mercato attuale: Volvo V6 Plug-in hybrid, insignita delle 5 stelle EURONCAP per la sicurezza esibisce il suggestivo “Pure Tension Pavillon”, padiglione di uno studio di L.A. (USA) vincitore di un concorso di architettura mondiale proposto da Volvo Italia in grado di ricaricare la vettura autonomamente (cellule fotovoltaiche) e di venire ripiegato e stivato nel bagagliaio. Anche Nissan offre ogni alimentazione in gamma, ma  è il primo produttore elettrico al mondo e investe anche nell’ibrido e nell’idrogeno elettrico, lamenta mancanza di infrastrutture in Italia,ma al contempo crede nell’uso specifico di auto elettriche in città. Ad H2R oltre alla Leaf elettrica esibisce e-NV200 veicolo commerciale elettrico adatto al trasporto di merci nelle zone a traffico limitato di tutta Europa, che in versione comby (adibita al trasporto di persone) ha vinto l’appalto come taxi ufficiale di Barcellona e di New York. Dopo la Eco-up a metano della scorsa edizione, il debutto in anteprima italiana  a H2R 2013 di Volkswagen Nuova e-up! (100% elettrica), di prossima commercializzazione: si stima che con € 3,00 di corrente sia in grado di coprire un percorso di 100 Km (calcolato sul costo medio in Germania), mentre Ford (secondo produttore elettrico mondiale) presenta la Focus elettrica dotata di un pacco batterie eccezionali in termini di autonomia ed annuncia, per l’anno prossimo il lancio della C-MAX ibrida elettrica plug-in e della Mondeo full hybrid.

Gli studi Bosch effettuati per offrire prodotti che migliorino la qualità della vita, nel settore automotive confermano che il mercato dell’elettrico resterà di nicchia fino al 2020 ed auspica una elettromobilità  accessibile a tutti, eppure l’eccellenza italiana si muove ed investe in questo futuro apparentemente lontano , ma che , come fa notare il Professor Naso, Direttore CIRPS dell’Università della Sapienza, è un futuro già presente: ieri l’altro vi era l’esigenza di reti intelligenti di fonte primaria, ieri si cercava il vettore, oggi siamo nella fase di connessione tra vettore e utilizzatore. Ma chi parte a bordo di un ‘auto elettrica in Italia potrà mai raggiungere una città Europea, senza infrastrutture adeguate?

In attesa di un maggiore investimento richiesto al Governo, Enel si muove all’interno di Green e-Motion un programma che unisce 43 partners europei volto all’”interoperabilità” delle reti (simile al roaming dei cellulari, per intenderci) che mira ad una standardizzazione dei collettori volta a raggiungere 80.000 stazioni entro il 2015, creando un forum di confronto tra tutti i Paesi (Regioni) coinvolti, community ideale di confronto su altri progetti legati  alla mobilità elettrica europea. Altri protagonisti italiani al servizio della ricerca e dell’ottimizzazione dell’offerta hanno dato la loro testimonianza nel salotto della mobilità sostenibile raccontando del nuovo Centro Prove di Messina di CNR ITAE dove prodotti particolari della ricerca (celle a combustibile, batterie etc) vengono messi  disposizione di piccole e medie imprese o come l’esperienza del Centro di eccellenza italiana di Ricerche di Casaccia (Roma) dove la ricerca di  Enea verso nuove tecnologie contribuisce allo sviluppo economico sostenibile di  un comparto che, nonostante le difficoltà, dimostra di voler investire energie e contributi in tale direzione.

Appuntamento alla seconda giornata del più qualificato e frequentato happening della Green Economy,per nuove importanti occasioni di incontro : vi aspettiamo nell’agorà alle ore 11.00 per il convegno a cura del Corporate Vehicle Observatory di Arval sull’argomento”L’evoluzione delle soluzioni digitali per la mobilità”;

alle ore 14.30 appuntamento al convegno organizzato da InterAutoNews e H2R per un confronto su problematiche ed opportunità volte allo sviluppo del green business nell’Auto, con un successivo dibattito sui risultati del sondaggio indetto da InterAuto News e H2R che evidenzia l’atteggiamento dei Concessionari nei confronti della mobilità sostenibile.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: ecomondo h2r rimini

Lascia una risposta

 
Pinterest