Peugeot 308 2,0 litri BioFlex

Peugeot 308 2,0 litri BioFlex

4 set, 2007

Fonte: Peugeot Automobiles

4 settembre 2007. La 308 sarà lanciata sul mercato nel corso del 2008, con un 2.0 benzina.

L’Europa e la Francia si sono impegnate a sviluppare la filiera biocarburante con obiettivi ambiziosi a breve termine, per quel che riguarda la percentuale di introduzione, al fine di ridurre la quota dei carburanti fossili. 

In vista di ciò, nelle stazioni di servizio in Francia verrà progressivamente proposto un nuovo carburante. E’ il superetanolo (E85), composto da una miscela con il 15% di benzina senza piombo e l’85% di di origine agricola.

Questo nuovo carburante non è compatibile con le motorizzazioni benzina classiche, solo i veicoli adattati possono utilizzare il superetanolo. Funzionano dunque indifferentemente con benzina, superetanolo o con tutte le miscele dei due combustibili (benzina /superetanolo).

Secondo alcuni esperti, il risparmio totale massimo di CO2 legato all’utilizzo dell’E85 potrebbe essere del 70%, se si considera l’insieme del ciclo, dalla produzione alla combustione (principio dal « pozzo » alla ruota)

Basandosi sull’esperienza fatta in Brasile, Peugeot commercializzerà, a partire da settembre 2007, in Svezia, nei Paesi Bassi e in Francia veicoli che possono utilizzare il superetanolo e che avranno la denominazione BioFlex.

Per la Francia, i primi modelli proposti sono delle 307 SW e Station 1,6 litri  BioFlex 110 CV che avranno come segno distintivo esterno il logo BioFlex specifico di questa tecnologia.

Nonostante i maggiori costi dell’adattamento tecnico, Peugeot si impegna a promuovere questa tecnologia proponendo le 307 SW e Station 1,6 litri  BioFlex 110 CV con il livello di allestimento Confort Pack allo stesso prezzo della versione benzina corrispondente.

308 Biodiesel

Va ricordato che tutta la gamma di motori HDi del Marchio (ossia una Peugeot su due vendute nel mondo nel primo semestre) può utilizzare, senza necessità di ulteriori modifiche tecniche, miscele di gasolio con un quantitativo di estere di olio vegetale (Diestere a base di colza) fino al 30%. In questa configurazione, la riduzione complessiva delle emissioni di CO2 è dell’ordine del 18%.

308 120 g

Infine, in questo stesso polo, troviamo una 308 equipaggiata con una motorizzazione 1.6 litri HDi da 80 kW (˜110 CV) abbinata ad un cambio manuale robotizzato a sei marce (BMP6) che emette solo 120 g di CO2 al km.

Così, sulla 308 con tecnologia HDi, che beneficia intrinsecamente di un eccellente rendimento termodinamico, si abbinano le tecnologie del Filtro Attivo Antiparticolato con additivo e del cambio manuale robotizzato. Quest’ultimo permette, in modo automatico, grazie alla gestione elettronica, un risparmio di carburante di circa il 5%.

Quest’insieme permetterà, nel 2008, di ridurre le emissioni di CO2 a una soglia di 120 g/km nel ciclo misto, il che corrisponde a consumi di circa 4,5 litri/100 km.

Ricordiamo che il gruppo PSA Peugeot Citroën è il leader europeo dei veicoli a bassi consumi con un tasso di penetrazione, nel 2006, del 38 %  del mercato dei veicoli con emissioni pari o inferiori a 120 g di CO2 al km, pari a 450.000 veicoli.

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: bioetanolo bioflex etanolo peugeot 308 bioflex salone francoforte

Lascia una risposta

 
Pinterest