Mitsubishi Concept GC-PHEV – Open space

Mitsubishi Concept GC-PHEV – Open space

10 mar, 2014

Fonte: Mitsubishi Motor Corporation

 

Ginevra, Svizzera. 4 marzo 2014. Pronto al debutto assoluto in Europa nel corso del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra 2014, Concept GC-PHEV fonde quasi settant’anni di tecnologia 4WD Mitsubishi ai principi ingegneristici del nuovissimo Outlander PHEV a basso impatto ambientale – l’ultimo capitolo nella storia dei SUV full-size.

 

La nuova frontiera dei SUV – Immaginare

Presentato lo scorso novembre al 43° Motor Show di Tokyo, Concept GC-PHEV (dove “GC” sta per “Grand Cruiser”) è un SUV full-size a trazione integrale permanente dotato di un’avanzata propulsione ibrida elettrica plug-in (PHEV).

Fedele alla lunga tradizione dei veicoli 4WD Mitsubishi, inaugurata nel lontano 1936 da PX33*, Concept GC-PHEV rappresenta il prototipo dell’auto moderna secondo MMC: uin mezzo spazioso, robusto e potente, in grado di cullare i passeggeri su qualsiasi tipo di terreno (dove consentito) in totale sicurezza per lavoro o per svago, nel pieno rispetto dell’ambiente.

* In qualità di prima autovettura giapponese a trazione integrale, il modello PX33 ha rappresentato una pietra miliare sia per Mitsubishi che per l’intero settore automotive. All’epoca ne sono state realizzate ben quattro unità sperimentali.

 

Design solido e scolpito – Dominare

Il design di Concept GC-PHEV è pensato per creare all’interno dell’abitacolo un’atmosfera rassicurante ma anche comoda e accogliente, al pari di un vero e proprio open space.

Lo styling esterno coniuga volumi muscolosi e linee nette, producendo una carrozzeria tridimensionale scolpita che sembra essere stata intagliata in un blocco unico di materiale. L’anteriore, in particolare, si presenta possente, deciso e maestoso grazie ad alcuni sapienti accorgimenti, fra cui le luci diurne in posizione rialzata per garantire la massima visibilità, i fari incassati nel paraurti, la griglia alta a stecche longitudinali e l’ampia piastra di protezione.

Al posteriore, il portellone, perfettamente integrato nel generoso paraurti, conferisce al veicolo un aspetto originale e accattivante senza rinunciare alla funzionalità, mentre la visibilità è aumentata dall’impiego speciali sotto-cristalli.

Non mancano inoltre elementi aerodinamici in vari punti della carrozzeria, quali le barre mobili della griglia anteriore, per una migliore aerazione del motore, o l’assenza di montanti B per amplificare il senso di apertura, praticità e libertà di Concept GC-PHEV.

Inoltre, Concept GC-PHEV sfoggia, come le altre due concept car* presentate dalla Casa nipponica al Salone di Tokyo, la nuovissima identità visiva che Mitsubishi Motors andrà a introdurre gradualmente nei prossimi anni con ogni nuovo modello crossover e SUV. Simbolo della funzionalità e della sicurezza tipiche dei SUV, è un’identità visiva fatta di elementi verticali (cromati o luminosi) che abbracciano il frontale dei veicolo sui due lati della griglia.

*Concept XR-PHEV e Concept AR, anch’essi in mostra al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra 2014.

 

PHEV “all-terrain” – Scattare

Concept GC-PHEV è provvista di un sistema elettrico plug-in in grado di regalare un’esperienza di guida poderosa, stabile e appagante anche dal punto di vista delle credenziali ecologiche – proprio come ci si aspetta da un moderno SUV full-size.

Applicando la stessa piattaforma ingegneristica di Outlander PHEV a un ben più dotato SUV full-size di fascia alta all-terrain (dove consentito), Concept GC-PHEV inaugura la nuova frontiera delle tecnologie elettriche ibride plug-in.

In questo caso, la propulsione PHEV è composta da un’unità benzina V6 sovralimentata di tipo MIVEC da 3 litri, una frizione, una trasmissione automatica a 8 rapporti, un motore elettrico ad alto rendimento e una batteria a elevata capacità installata sotto il pianale di carico posteriore per garantire una distribuzione ottimale del peso lungo il veicolo.

*Se consentito dalla legge

Come su Outlander PHEV, questo nuovo sistema alterna in automatico le modalità EV e ibrida/e a seconda delle condizioni di guida, della carica residua e di altri fattori.

In fase di progettazione del veicolo, gli ingegneri Mitsubishi Motors hanno evoluto ulteriormente il concept PHEV;

- Cambio automatico a otto rapporti: integrato nel sistema PHEV. In modalità EV ottimizza l’efficienza del motore elettrico a tutte le velocità (entro i limiti legali). In modalità ibrida, ricava potenza dall’unità endotermica, che viene assistita dal motore elettrico ad alto rendimento solo quando necessario.

- Dai due motori elettrici (anteriore e posteriore) di Outlander PHEV a un solo motore, per limitare il peso e le perdite per attrito.

Autore di performance incisive con riserve di potenza più che copiose, il propulsore PHEV rende l’esperienza di guida solida e piacevole, consentendo al veicolo di affrontare anche fondi stradali irregolari o trainare agevolmente roulotte e rimorchi. Senza contare, inoltre, l’eccellente risposta, l’accelerazione fluida e la silenziosità intrinseca del sistema, paragonabile a quella delle auto di lusso.

La batteria a elevata capacità di Concept GC-PHEV funge anche da fonte di energia esterna. La presa di bordo (100 V in c.a.) può produrre fino a 1500 watt di energia elettrica, più che sufficienti per alimentare le attrezzature da campeggio, godersi altre occasioni di svago all’aperto e, soprattutto, avere sempre a disposizione una sorgente d’emergenza per gli elettrodomestici. Con la sola batteria, il sistema PHEV è in grado di fornire una quantità di energia pari a quella consumata da una famiglia media in un giorno – valore che può raggiungere i 13 giorni se si utilizza il motore endotermico per caricare la batteria.

 

Super-All Wheel Control – Guidare

Introdotto per la prima volta su Lancer Evolution e applicato in seguito ad Outlander PHEV, l’avanzato sistema di controllo dinamico integrato Super-All Wheel Control (S-AWC) – deputato principalmente al controllo della ripartizione della coppia e della forza di frenata applicata a ciascuna ruota – è stato messo a punto per regalare a Concept GC-PHEV una manovrabilità ultraprecisa e una stabilità incrollabile.

In questa nuova applicazione, l’S-AWC si basa su un sistema 4WD permanente che include: differenziale posteriore + differenziale a slittamento limitato (LDS) elettronico all’anteriore + un secondo differenziale a slittamento limitato elettronico al centro + controllo anti-imbardata attivo elettrico (E-AYC) al posteriore. Il sistema E-AYC si serve del motore elettrico per dosare esattamente la ripartizione della coppia fra le due ruote posteriori, a vantaggio della stabilità.

Dal punto di vista delle funzionalità per il fuoristrada (dove consentito) la riduzione delle marce è affidata a un’unità di sub-trasmissione montata nella parte centrale

In base alle condizioni del fondo stradale e alla modalità di trazione selezionata, il sistema S-AWC collabora con il PHEV per aiutare il conducente a mantenere la traiettoria desiderata in curva e ottenere prestazioni off-road sorprendenti (dove consentito).

 

Tecnologie di connessione a bordo – Comunicare

Concept GC-PHEV è equipaggiato con le più avanzate tecnologie di connessione offerte da Mitsubishi Motors, basate su sistemi informatici di prossima generazione.

Questa tecnologia è destinata a rivoluzionare il tempo trascorso in viaggio. Comunicando con la rete informatica del veicolo, il sistema di bordo online carica tutte le informazioni relative allo stato dell’auto in tempo reale e le collega con il traffico nelle vicinanze, i semafori e altri dati per consigliare al conducente come migliorare l’efficienza di guida.

Il sistema include anche un’opzione di segnalazione di guasti e malfunzionamenti, che avverte il guidatore della necessità di riparazioni o altri interventi di manutenzione.

 

Parabrezza a realtà aumentata (AR) – Prevedere

Nell’intento di ampliare gli orizzonti delle soluzioni di interconnessione automobilistiche, Concept GC-PHEV propone innovativi sistemi di interfaccia, tra cui l’esclusivo parabrezza AR (a realtà aumentata) e un ampio touchscreen Tactical Table al centro dell’abitacolo.

Il parabrezza AR sfrutta la tecnologia della realtà aumentata per riportare tutte le informazioni indispensabili direttamente sul parabrezza durante la marcia. In questo modo, il conducente potrà visualizzarle nel campo visivo davanti ai suoi occhi, senza distogliere lo sguardo dalla strada. Le informazioni proiettate sul parabrezza includono: guida stradale collegata al navigatore satellitare, distanza rispetto al veicolo che precede collegata al sistema di sicurezza attiva e avviso di cambio corsia.

Il parabrezza AR presenta anche informazioni di tipo “Caution Tracking” che, attraverso comunicazioni veicolo-veicolo e pedone-veicolo, avvisano il conducente di eventuali veicoli o soggetti in avvicinamento da punti d’ombra o incroci.

 

Tactical Table – Raccoglire, creare e condividere

Cuore pulsante dell’abitacolo, il touchscreen Tactical Table è uno strumento di nuova concezione che sfrutta le tecnologie di interconnessione di bordo per intrattenere gli occupanti in modo completamente nuovo.

Tutt’altro che un dispositivo “a senso unico” in grado solo di ricevere dati, Tactical Table rivoluziona la vita dei passeggeri, consentendo ad esempio di utilizzare gli smartphone per raccogliere informazioni sul viaggio, creare cartine o itinerari e condividere il tutto con gli altri attraverso i sistemi di comunicazione di bordo.

 

Tecnologie di sicurezza attiva – Proteggere

Concept GC-PHEV si avvale dei più recenti sistemi elettronici di sicurezza “attiva” della Casa che, uniti alle tecnologie di connessione di bordo, proteggono auto e occupanti monitorando lo spazio antistante il veicolo e i punti ciechi.

Il sistema specifico per Concept GC-PHEV include:

- Cooperative Adaptive Cruise Control: insieme al sistema Lane Keep Assist, fornisce assistenza visiva in autostrada e lungo le arterie principali condividendo informazioni sull’accelerazione/decelerazione del veicolo che precede tramite comunicazioni veicolo-veicolo e veicolo-infrastruttura. In questo modo, l’indicazione della distanza di sicurezza risulta molto più accurata e, in caso di traffico congestionato, è possibile adottare uno stile di guida più efficiente.

- Lane Keep Assist: fornisce il supporto necessario ad evitare che il conducente cambi inavvertitamente corsia per stanchezza o distrazione. Il sistema include una speciale funzione di riconoscimento della segnaletica che, grazie alla telecamera di bordo, riconosce e indica al conducente i segnali stradali e attiva il limitatore di velocità per le emergenze.

- Fari intelligenti: con gli abbaglianti accesi, la telecamera di bordo rileva la posizione dei veicoli incrocianti o dei pedoni e oscura parzialmente l’illuminazione per non compromettere la visibilità.

Quanto all’assistenza multi-direzionale, il sistema elettronico di sicurezza “attiva” comprende otto telecamere a infrarossi – due sopra il parabrezza, una su ciascun montante A, una dietro ciascun finestrino posteriore e due in cima al portellone, sui lati – che sorvegliano la periferia del veicolo. L’elaborazione delle immagini in alta definizione permette al sistema di rilevare all’istante e con esattezza eventuali fattori di rischio in prossimità del veicolo. Inoltre, il sistema si serve di un Night Eye Multi-around Monitor che avverte tempestivamente il conducente in caso di ostacoli o altri veicoli in avvicinamento.

Il sistema elettronico di sicurezza “attiva” Mitsubishi integra anche molte altre pratiche funzioni, fra cui:

· Pedestrian Collision Mitigating Auto-braking : sistema formato da radar e telecamera che rileva la presenza di pedoni davanti al veicolo con il buio o in altre situazioni critiche e, oltre a notificarla al guidatore, applica automaticamente i freni per evitare collisioni o limitare potenziali lesioni.

· Rearward Blind Spot Vehicle Warning : il sistema aiuta a prevenire le collisioni segnalando al conducente la presenza di veicoli in avvicinamento da dietro. Inoltre rileva e segnala la presenza di veicoli o altri oggetti dietro il veicolo durante le manovre in retromarcia, ad esempio quando si parcheggia o si esce dal box.

· Sistema di supporto per la guida in sicurezza : promosso dalla Polizia di stato giapponese, il sistema migliora la sicurezza utilizzando la comunicazione tra veicoli e infrastrutture stradali per segnalare al conducente la presenza di semafori sulla strada e l’avvicinamento di pedoni, altri veicoli e ciclisti agli incroci, invitandolo a rallentare.

· Controllo spostamento accidentale del veicolo : quando, in presenza di oggetti immediatamente davanti al veicolo individuati da una videocamera anteriore, i sensori rilevano l’utilizzo involontario dell’acceleratore al posto del pedale del freno, il sistema interviene per limitare la potenza del motore e contenere l’avanzamento della vettura. Il sistema invita inoltre il guidatore a una maggiore prudenza.

· Driver Monitor : grazie alla telecamera a infrarossi installata davanti al conducente e ai sensori integrati nello sterzo e nel posto di guida, il sistema controlla i movimenti delle palpebre e i cambi di postura del conducente per valutarne il livello di attenzione. Se il conducente compie manovre anomale, ad esempio uno sbandamento, dimostra un livello di concentrazione insufficiente o sposta lo sguardo dalla strada, il sistema lo allerta immediatamente e lo invita a fermarsi.

 

Dati tecnici

Lungh. x largh. x alt: 4930 mm / 1940 mm / 1980 mm

Posti 4

Efficienza dei consumi mod. ibrida > 15,0 (secondo il ciclo giapponese JC08)

Autonomia plug-in > 40 km

Motore termico

Tipo: V6 MIVEC sovralimentato da 3 litri

Potenza max. (netta) 250 kW

Tipo di carburante Benzina

Motore elettrico

Potenza max. 70 kW

Batteria Capacità 12 kWh

Trazione 4WD permanente

Trasmissione Cambio automatico a 8 rapporti

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Mitsubishi Concept GC-PHEV salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest