Le principali novità di eCarTec di Monaco di Baviera

Le principali novità di eCarTec di Monaco di Baviera

31 ott, 2014

di Marcelo Padin

Direttore Editoriale Electric Motor News

Con la collaborazione di Simone Rambaldi

 

, Germania. 24 ottobre 2014. Si è svolto a una nuova edizione di , la fiera dedicata alla tecnica dei veicoli elettrici dove abbiamo trovato delle novità interessanti che in alcuni casi sono già applicate ai mezzi attuali ed in altre verranno prese in considerazione per i futuri sviluppi di nuovi veicoli e sistemi.

 

La start-up con sede in Slovenia fondata nel 2010 si è posta come obiettivo quello di sviluppare un nuovo motore “in wheel” puntando al settore dei veicoli elettrici.

Dopo tre anni di intense ricerche e lavoro hanno presentato all’eCarTec 2014 l’innovativo motore elettrico multifase “in wheel” a magneti permanenti, usando un nuovo brevetto (in attesa di rilascio) di tecnologia modulare.

Tradotto in parole povere, si parla di un motore sulla ruota che oscilla tra potenze da 1 a 120 kW secondo i dati ufficiali, ottimi per applicazioni in scooter e moto elettriche, in veicoli elettrici di tre e quattro ruote, in veicoli commerciali elettrici, bus elettrici e persino in veicoli ibridi.

Questo motore include l’elettronica di controllo, eliminando così molti componenti e semplificando l’ingombro e le problematiche d’installazione sui diversi mezzi.

Le foto di Gem Motors

 

 

Letrika punta all’alto voltaggio

Il sistema Letrika HV rappresenta un’ottima soluzione per diversi tipi di veicoli ibridi o elettrici.

Il powertrain è costituito da un inverter ad alto voltaggio che si abbina in maniera efficiente sia con i motori sincroni a magneti permanenti che con motori asincroni ad induzioneIn pratica vengono specificate due cose, la prima che l’inverter è ad alto voltaggio (quindi ha determinate caratteristiche costruttive di isolamento), in secondo luogo che è adatto sia per motori a magneti permanenti che per motori ad induzione, poichè non tutti gli inverter possono lavorare in entrambi i tipi di motore.

Secondo il costruttore sloveno, le specifiche opzioni di design possono essere sviluppate a seconda delle richieste di ogni cliente, considerando il tipo di veicolo che utilizzerà questo sistema.

Le Foto di Letrika

 


Motori e controlli elettronici dalla slovena Kolektor

Kolektor Group a portato un controllo elettronico ottimizzato per motori elettrici brushless, in grado di essere applicato in modo integrato allo stesso propulsore, oppure di funzionare separatamente e di interagire con diversi motori elettrici ed altri servizi all’interno del veicolo.

Kolektor ha eseguito uno sviluppo del concetto modulare già esistente, ottimizzandolo per le diverse applicazioni e con diversi valori di voltaggio e amperaggio.

 

 

Le foto di Kolektor


 

Nello stand Bosmal, la Fiat 500 EV, il buggy EledriveEco e pacco batterie per autobus

A coloro che conoscono il mondo dell’auto il nome Bielsko Biala non passa inosservato, considerando che in questa città polacca si trova uno stabilimento di un’importante casa automobilistica.

Proprio a Bielsko Biala ha la sede Bosmal, che in occasione di eCarTec 2014 non è stata avara di proposte, con un buggy elettrico, la Fiat 500 EV e persino un pacco batterie per autobus elettrici.

Riguardo il buggy, si tratta dell’EledriveEco, equipaggiato con un motore da 14.9 kW raffreddato a liquido ed un pacco batterie al litio polimeri da 9,5 kWh. Secondo il costruttore, l’autonomia è di oltre 90 km ed è in grado di raggiungere la velocità massima di 100 km/h.

Altri dati tecnici forniti parlano di coppia di 75 Nm, tempo di ricarica di 6 ore (10°, 230 Volt) e peso in ordine di marcia di 799 kg.

Per quanto riguarda la Fiat 500 E, è stata dotata di un motore elettrico sincrono trifase da 45 kW di potenza nominale e 120 Nm di coppia massima. Il powertrain è alimentato da batterie al Li Ion da 14 kWh e la promessa di un’autonomia di 110 km con una velocità massima di 135 km/h.

I dati ufficiali parlano di un peso complessivo in ordine di marcia di 1075 kg e di un tempo di ricarica di 8 ore.

Impact Clean Power Technology con sede a Varsavia, ha messo in mostra nello stesso stand Bosmal diverse configurazioni di pacchi batterie per applicazioni stazionarie, nei bus elettrici, e nei treni e filobus; in tutti i casi sulla base di accumulatori agli ioni di litio.

Nel caso dei moduli per applicazioni in bus elettrici, la tensione è di 86,4 volt, 21 Ah e 320 kWh; accreditato di oltre5 mila cicli di carico scarico e 15 anni di vita utile.

 

Le foto dello stand Bosmal


Forsee Power e la batteria modulare

Il costruttore francese Forsee Power Sas ha presentato a Monaco di Baviera la batteria modulare raffreddata a liquido adatta a tutti i tipi di veicoli a trazione elettrica.

L’architettura particolare permette un ottimo lavoro in tutti i tipi di clima anche estremi, in sicurezza ed assicurando lunga vita utile alla batteria.

L’elettronica avanzata permette di monitorare ogni singola cella e la rispettiva temperatura, in modo di prevenire surriscaldamenti o sovraccarichi. La stessa elettronica permette di gestire il bilanciamento delle celle ed interagire con il Forsee Power Battery Management Controller in modo di avere un’affidabile interfaccia per la prevenzione e soluzione di ogni problema.

Questa batteria è in produzione di serie già disponibile sul mercato e nei dati tecnici si parla di voltaggi oscillanti tra 65 e 454 con potenze tra i 18 ed i 124 kW.

 

 

Foto Forsee Power

 

Mille standard di ricarica … e colonnine stile vintage

Il capitolo delle ricarica è stato molto ricco nella fiera di Monaco di Baviera… e mentre qualcuno presenta design vintage del tipo vecchie pompe di benzina anni ’40 come ha messo in mostra l’olandese Ratio Electric; altri come ABB presentano delle vere e proprie torri voluminose; ma la curiosità maggiore è stata data dalla quantità di standard di ricarica messe in mostra in un pannello … con undici diversi tipi di attacchi … alla faccia della semplificazione !!!

 

 

L’austriaca con bici e scooter elettrici

La storica azienda austriaca Lohner ha presentato all’eCarTec di Monaco di Baviera la bicicletta Stroler ed il particolare scooter elettrico Lea.

Se desiderate un veicolo di classe particolare, unico nel suo genere, a due posti, elegante e sostenibile, che non fa alcun rumore e non emette gas di scarico, che si può può caricare in qualsiasi presa elettrica e che basta asportare la batteria con voi per ricaricarla in qualsiasi presa elettrica in casa, la bicicletta a pedalata assistita Lohner Stroler è quello che fa per voi, aggiungendo anche l’aspetto importante di guidare il prodotto di un marchio che ha fatto la storia dei veicoli elettrici.

È possibile ordinare la Lohner Stroler subito. Lohner Stroler sarà disponibile in una gamma totale di cinque colori da novembre.

Lo scooter Lohner LEA continua la storia di successo della del L125-Roller, che era unico già a partire dal 1950. I tempi sono cambiati – le persone, i loro bisogni, il loro stile di vita. La tecnologia Smart ora è necessaria e la risposta è elettromobilità.

Lohner Lea ha portato la mobilità urbana in una forma e la leggenda è tornata!

Il designer Valentin Vodev ha molto sottilmente ripreso alcune caratteristiche della L125, ma a sua volta l’ha completamente re-interpretato. Nel progettare la parte posteriore ha preso un approccio completamente nuovo. Il linguaggio stilistico della L125 è diventato contemporaneo con il Lea, che è e rimane un cult.

Lea offre un ampio vano portaoggetti nella parte anteriore per cellulare e molto altro ancora, con spazio per due caschi nella parte posteriore, in modo che il vano portaoggetti diventa ideale durante la guida per riporre la borsa, il sacchetto della spesa e il tuo iPad. Grandi superfici laterali, un frontale imponente, le belle linee uniche ed eleganti distinguono il Lea dalla massa degli altri scooter.

Il Lea è stato costruito e progettato intorno alla tecnologia. Il telaio è stato progettato fin dall’inizio per soddisfare le esigenze di mobilità elettrica. La parte portante del telaio è il contenitore delle batteria che si trova tra le due ruote. Pertanto, il nuovo Lea ha un basso baricentro. Questo gli conferisce caratteristiche di guida unica e sicure, che trasformano una crociera attraverso la città in un’esperienza deliziosamente piacevole.

Il nuovo Lea andrà in produzione nella primavera del 2015 e può essere pre-ordinato anche subito.

Le foto dello scooter e l’e-bike Lohner

 

 

con batterie al Litio e 3000 W di potenza

Il modello Inno Scooter Retro L da due posti visto in fiera era equipaggiato con batterie al litio polimeri in grado di offrire 80 km di autonomia secondo i dati ufficiali. Le batterie lavorano alla tensione di 48 Volt e 42 Ah, la ricarica avviene in circa 8 ore. Il motore è a magneti permanenti in corrente continua e lo scooter possiede una velocità limitata elettronicamente a 45 km/h come da codice della strada europeo.

 

L’Istituto Metron  della Slovenia

Nel padiglione delle aziende dalla Slovenia, la presenza dell’Istituto Metron per lo sviluppo del veicolo elettrico è stata molto discreta; ma loro possiedono un record assoluto di autonomia del quale è giusto parlare.

Infatti con una vettura da loro sviluppata sulla base di una Mazda 5, equipaggiata con motore Letrika da 50 kW di potenza nominale, batterie al Li-polimeri, 240 Ah e 86 kWh; l’auto è in grado di raggiungere la velocità massima di 186 km/h. Questa vettura ha fatto il viaggi tra Bled e Dubrovnik nel mese di ottobre 2014 in mezzo al traffico normale, ad una velocità media di 65 km/h; percorrendo i 736 km con un “pieno” di energia; record da fare invidia persino alla Tesla Model S.

 

Il camion elettrico

Durante la 6 ° edizione del eCarTec a Monaco di Baviera, che ha avuto luogo dal 21 al 23 ottobre, EMOSS a presentato in anteprima il nuovo modello CM 1820.

L’EMOSS CM 1820 è un camion full electric da 18 tonnellate, sulla base di un telaio MAN. Con la sua batteria di 200 kWh, in grado di percorreere distanze di fino ad 300 km (186 miglia), mentre il sistema di carica da 44 kW permette di fare il pieno delle batterie entro 4,5 ore. Il sistema di azionamento elettrico fornisce 230 kW di potenza e 2.700 Nm di coppia, che può facilmente competere con tutti i camion convenzionali.

L’e-Truck è stato al centro dell’attenzione, così come è stato il più grande veicolo elettrico a partecipare alla fiera.

Le foto del camion Emoss

 

 

I Paesi Bassi si promuovono attraverso i veicoli elettrici

“We are Holland, ready to market” (Siamo l’Olanda, pronta per il mercato). Cosi recita la brochure che I Paesi Bassi hanno distribuito in occasione di eCarTec con interessanti dati che riportiamo in seguito.

Nel piccolo Paesi dei polder, ci sono 28.460 punti di ricarica installati in collaborazione tra il settore pubblico ed il privato; ci sono tre aree metropolitane da 50 km2 con oltre 7 milioni di pendolari al giorno e si prevede di incrementare la mobilità elettrica dai 40.880 veicoli elettrici attualmente circolanti a 200 mila nel 2020.

 

Oprema Ravne presenta un concept car

Si chiama Chebela ed al momento è un prototipo di city car elettrica, presentata da Oprema Ravne con sede a Ravne, in Slovenia, con la collaborazione di altre aziende del Paese.

Velocità massima di 90 km/h, potenza di 15 kW, carrozzeria modulare 2+2 oppure 2 posti cargo e previsto per un’omologazione in categoria L7E.

Il telaio è tubolare in alluminio, acciaio e fibra di carbonio con un peso senza batterie di 400 kg ed i motori sono previsti nelle ruote.

Si tratta di motori trifase a magneti permanenti, con sistema di recupero di energia in frenata e potenza nominale da 7,5 kW a 224 Volt, con coppia nominale di 280 Nm.

 

Batterie cilindriche al litio

CPEC Power Co. Ltd, produttore cinese di batterie cilindriche al litio-ion, con sede a Shenzhen ha portato all’eCarTec le batterie cilindriche al LiFePO4/graphite.

Questi modulo possono fare parte di diversi pacchi batterie ideali per applicazioni in veicoli elettrici; considerando la possibilità di avere diverse misure e ingombri.

Esposto in fiera c’era il pacco standard da 48 Volt, 50 Ah, del peso di meno di 28 kg che misura 380 mm per 260 mm x 260 mm.

 

Il nuovo Iveco Daily elettrico

Il nuovo Iveco Daily elettrico da 3,5 a 5 tonnellate era disponibile anche per il test drive in occasione della fiera bavarese.

Alimentato da 3 batterie FIAMM al sodio SONIK da 36 Volt, il veicolo viene proposto sia in versione furgone che nella variante minibus e viene accreditato di un’autonomia di 200 km, con una velocità massima di 80 km/h.

Il veicolo, secondo i dati ufficiali dichiarati dal costruttore, è stato collaudato senza nessun problema in condizioni di traffico normale per un totale di 130 mila km.

 

La sportiva che arriva dall’Ungheria

L’azienda con sede in Ungheria, da molti anni attiva nel settore dei veicoli elettrici e anche nelle competizioni a cavallo tra gli ultimi anni dello scorso secolo ed i primi anni del nuovo millennio, ha messo in mostra la sportiva elettrica Leila.

“Le vettura possiede i quattro motori sulle ruote ed è omologata per la circolazione in Ungheria”, ha detto Attila in occasione della fiera bavarese.

 

.

 

Qualcomm Halo e la ricarica a induzione

Qualcomm Halo ha messo in mostra diversi sistemi di ricarica a induzione con architetture differenti; che permettono di soddisfare le necessità di una gamma articolata di veicoli.

Nello stand la dimostrazione veniva fatta con una Nissan Leaf, mentre esposti in bella vista c’erano le piastre con le diverse architetture messe a nudo.

Qualcomm Halo lavora in stretta collaborazione con la Formula e, ed uno degli obiettivi è quello di impostare dei sistemi di ricarica a induzione non soltanto nelle monoposto da gara, ma quello che è più importante per una disponibilità degli utenti di veicoli elettrici.

 

EO Smart connecting car 2

La seconda evoluzione del EO Smart connecting car 2 è il risultato delle ricerche, lo sviluppo e l’ottimizzazione del concept EO Smart connecting car.

Come nel caso del precedente concept, il veicolo elettrico si può guidare in modo normale, in diagonale e può girare su se stesso grazie al particolare sistema di sterzo nelle quattro ruote. Il computer di bordo permette il parcheggio automatico, mentre nelle prossime evoluzioni si può già pensare al sistema di guida automatica senza la necessità del conducente.

L’auto è stata disegnata da un team di nove ingegneri, un designer ed alcuni studenti che hanno sviluppato il progetto tra l’Ottobre del 2011 ed il mese di Luglio del 2014. E’ stato costruito un modello di studio impiegando soluzioni già definitive; mentre molti dei sistemi di guida e d’interazione continuano ad essere sviluppati mentre il veicolo è già funzionante.

 

Il Suncruiser

L’Istituto Tecnico di Meccanica di Bochum ha costruito il Suncruiser, omologato in categoria L7e. Il veicolo da tre posti è stato dotato di celle solari all’arseniuro di gallio da 3m2 di superficie.

La vettura misura 4180 mm di lunghezza, 1600 mm di larghezza e 1278 mm di altezza, con un peso complessivo di 340 kg senza il conducente. La velocità massima è di 110 km/h e l’autonomia è di 700 km alla velocità costante di 65 km/h.

L’auto possiede un motore sincrono a magneti permanenti, da 8,4 kW di potenza e coppia massima di 110 Nm, è alimentato da batterie Panasonic al Li-ion che lavorano a 100,8 Volt e possiedono 15,871 kWh del peso complessivo di 62,51 kg.

 

 

offre linee e mobilità di altri tempi

Il disegno è tipico degli anni ’50, semplice, facile da usare, con bassi costi di esercizio mentre tecnicamente presenta un basso centro di gravità, sospensioni pneumatiche e telaio regolabile con inclinazione dinamica della piega in curva.

Il veicolo Veloschmitt è versatile, adatto per il privato o per uso commerciale, possiede un sistema di azionamento simili a quelli dei Pedelec, con autonomia oscillanti tra i 25 ed i 45 km.

Viene offerto in diversi allestimenti di una gamma molto articolata, che parte da 6300 Euro fino ad arrivare al top of the line di 8150 Euro.

 

 

Tutte le foto dell’eCarTec

 

 


Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: eCarTec emoss Gem Motors Electric Drive inno scooter intermotor Lohner monaco di baviera munchen Veloschmitt willisits

Lascia una risposta

 
Pinterest