La Morgan elettrica con cambio manuale

La Morgan elettrica con cambio manuale

12 mar, 2012

Elettrica sportiva a cinque marce manuale per essere rivelata da Morgan al Autoshow Ginevra. (Stand n °: 6161)

Un’auto sportiva elettrica con un cambio manuale a cinque marce è stata realizzata da Morgan con il supporto degli specialisti della tecnologia britannici Zytek e Radshape. Indicata come un concept per testare la reazione del mercato, la nuova roadster potrebbe entrare in produzione, se susciterà una domanda sufficiente.

“Volevamo vedere quanto ci si può divertire in una vettura sportiva elettrica, per cui ne abbiamo costruita una per prova”, ha spiegato il direttore di Morgan . “L’E Plus combina il look tradizionale Morgan con l’alta tecnologia costruttiva e un propulsore che eroga una coppia notevole istantaneamente a qualsiasi velocità. Con il cambio manuale sia per aumentare l’autonomia e il coinvolgimento del guidatore, sarà una vettura fantastica da guidare “.

La E Plus si basa su una versione su misura del telaio in alluminio leggero Morgan vestito nella versione riveduta del corpo ‘tradizionale’ dalla nuova BMW V8-powered Plus 8, lanciata a Ginevra. L’alimentazione è fornita da un nuovo modello del motore elettrico da 70 kW di Zytek (94bhp) 300 Nm, che ha già dimostrato il suo valore con i costruttori di veicoli statunitensi.

Montato nel tunnel della trasmissione, l’unità Zytek aziona le ruote posteriori attraverso un tradizionale cambio manuale a cinque marce. La frizione viene mantenuta, ma poiché il motore eroga una coppia a partire da velocità zero, il conducente può scegliere di lasciarla inserito quando lo desidera e può guidare la macchina come una convenzionale automatica.

“Una trasmissione multi-velocità consente al motore di trascorrere più tempo operativo nella sua migliore condizione, dove si usa l’energia in modo più efficiente, soprattutto a velocità elevate su strada”, ha spiegato l’amministratore delegato di Zytek Automotive . “Ci permette anche di garantire una riduzione degli ingranaggi per permettere accelerazioni rapide e rendere la vettura più attraente per i conducenti più esigenti.”

Il programma fornirà due veicoli concept. Il primo, con il cambio manuale a cinque marce e batterie Li-ion, sarà utilizzato per la valutazione tecnica preliminare mentre il secondo sarà più vicino alle specifiche del potenziale produttivo, con tecnologie alternative per le batterie ed eventualmente un cambio sequenziale.

“La capacità superba della vettura finita rispecchia la passione con la quale il team Zytek ha applicato la sua notevole esperienza”, aggiunge Morris. “Il progetto è una vera e propria collaborazione volta a fornire il maggior piacere di guida in un veicolo a zero emissioni. Ha funzionato molto bene, con Radshape, specialista nella manifattura in alluminio che ha prestato particolare attenzione a mantenere la rigidità del telaio e la distribuzione del peso per garantire dinamiche eccellenti e qualità di guida e tenuta in curva”.

La ricerca collaborativa e lo sviluppo del progetto sono parzialmente finanziati da una sovvenzione di 100.000 £ del Programma Network del governo britannico Niche Vehicle Network Programme, che è gestito dal CENEX per promuovere lo sviluppo e la commercializzazione di nuove tecnologie nei veicoli low-carbon.

, direttore delle vendite e del marketing di Zytek, ha detto che uno dei motivi che hanno spinto i membri del consorzio a partecipare è quello di mostrare la facilità con cui la tecnologia delle loro azienda può essere integrata con altre piattaforme di guida. “Con la coppia massima da zero giri, la trazione elettrica è in grado di fornire una risposta immediata, ovvero una esperienza di guida emozionante. La nostra intenzione è di dimostrare che guidabilità, prestazioni e raffinatezza sono in grado di soddisfare comodamente le aspettative dei clienti più esigenti di Morgan, con una soluzione tecnica facilmente implementabile progettata per standard mondiali”.

La prima esperienza di Zytek con un un’auto sportiva elettrica ad alte prestazioni fu nel 1997, quando trasformarono una Lotus Elise a trazione elettrica. I premi vinti grazie a quel design hanno portato a programmi di ingegneria con Chrysler e General Motors, seguiti da una relazione a lungo termine con Daimler per sviluppare e costruire propulsori elettrici per la Smart fortwo (a motore elettrico). Nel settore motorspor, Zytek è stata la prima azienda a far correre un ibrido a Le Mans e la prima a dare la tecnologia kers in dotazione ad una monoposto di Formula 1 che vincesse un Gran Premio.

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Neil Heslington salone di ginevra Steve Morris Tremble Steve

Lascia una risposta

 
Pinterest