Kia Provo Concept a Ginevra

Kia Provo Concept a Ginevra

12 mar, 2013

Kia accende le strade con il concept Provo

Fonte: Kia Motors Europe

Francoforte, Germania. 4 marzo 2013 – Il nuovo Concept , presentato al 83 Salone Internazionale de l’Auto di Ginevra, mescola tecnologia ultra-moderna con uno sguardo agile e sicuro di sé per offrire una nuova emozionante vettura di segmento B per gli appassionati.

L’elegante, basso, ma muscoloso stile della coupé hatchback abbina un motore turbo a benzina con motori elettrici rigenerativi per una soluzione ibrida intelligente a questo divertente concept che proietta nel futuro i piani di espansione di Kia Motors nel segmento B.

Questa è una macchina progettata per il divertimento – puro e semplice. Ogni, piega e curva e la linea è stata fatta per portare Provo alla vita con un unico scopo – deliziare il suo proprietario e portare un sorriso sul volto del conducente.

La macchina è destinata ad essere sfacciata e allegra nella sua compattezza, suggerendo il divertimento nella strada.
Creato per fornire una nuova interpretazione del DNA da sportiva coupé del passato con tutti i vantaggi di tecnologia e materiali di ultima generazione, Provo unisce un ambiente pulito, esterno semplice ma muscoloso, con un trattamento interno splendido mescolando alta tecnologia e materiali di lusso che fisseranno gli impulsi da corsa sia su strade trafficate o in pista.

Dal suo contorno ripido con un splitter in stile aeronautico in fibra di carbonio, pannelli e piccole luci a LED anteriori a grappolo sul cofano lungo ed i fianchi scolpiti, il parabrezza a visiera ed il trattamento nettamente cut-off del posteriore (anche con uno splitter aerodinamico con un sistema di ventilazione regolabile secondo il flusso d’aria diretto), la Provo sembra in  ogni centimetro un esecutore propositivo.

Descritto da , Chief Designer presso la base stile europeo Kia a Francoforte, come “una vettura emozionale e muscolare servita a consegnare puro divertimento e prestazioni attuali della città ai driver basato sugli appassionati che desiderano affrontare le curve della strada aperta,” il Kia Provo non è solo un esercizio di stile. Esso combina un motore da 1.6 litri turbo GDI in produzione di 204 ps con un motore elettrico, tecnologia ibrida con smart-4WD, offrendo un ulteriore aumento di potenza alle ruote posteriori quando è necessario e consentendo anche a bassa velocità la trazione solo elettrica. Il pacchetto è completato dal cambio a sette marce DCT.

Guillaume continua: “Si tratta di una vettura del tutto fatta per i gusti e le condizioni degli europei. Progettato esclusivamente presso il nostro studio di Francoforte la provocazione è stata concepita come una dichiarazione sicura e risoluta di dinamismo e di energia per fornire un nuovo senso di divertimento nel segmento B. La potente formazione mostra un profilo equilibrato e raffinato all’interno di una forma compatta globale e la parte anteriore piccola e gli sbalzi posteriori migliorano l’equilibrio tra le sue proporzioni. “

Chiaramente una macchina Kia, la compatta Provo è 3,88 metri di lunghezza, 1,77 metri di larghezza e 1,35 metri di altezza, si presenta con un naso frontale ripido e in fibra di carbonio che trasmettono immediatamente il senso dello scopo.

Nascosto dietro un unico pezzo di vetro è l’ultima presa sul trattamento della griglia a ‘naso tigre’ Kia che collega direttamente nei gruppo ottici di ispirazione Schreyer, che sono costituiti da più di 850 piccoli LED. I LED programmabili possono essere utilizzati per fornire luci diurne, abbaglianti oppure confingurazione in stile razzi – oltre a mostre più divertenti e decorative per aggiungere il senso di divertimento di Provo!

Questo sottile pannello di vetro tagliente si ritrova nella parte posteriore del corpo della Provo e separa un propositivo splitter stile valance inferiore dal lungo pannello piatto scolpito del cofano con due pieghe in modo di suggerire, ma non copiare, le muscle car di un tempo.

Un avvolgente schermo frontale nasconde i montanti A e le porte senza cornice, dando un aspetto in stile visiera al vetro cabina con la conchiglia simile al tetto galleggiante sopra. Questo è diviso nella parte posteriore da tratti di colore che si alzano di montanti C in un aspetto della barra quasi roll-over.

Il colore viene utilizzato sul Provo per rafforzare la posizione quasi maschile con punte acuminate eco in tutta la progettazione. Ad alta intensità gli accenti arancioni in contrasto con il colore della carrozzeria ‘Metal Storm’ il grigio verde per attirare l’occhio a particolari aspetti della struttura e delle attrezzature, mentre la fibra di carbonio interagisce nelle superfici con materiali tradizionali e l’alluminio lucido o anodizzato per rafforzare la collegamento con le auto da pista che hanno ispirato Provo.

A piantare provo saldamente in contatto con la strada si distinguono i cerchi in lega lavorati 225/40 da 19 pollici. E con soli 2,53 metri di passo, l’handling emozionante e la tenuta di strada sono garantiti.

Come backup di tali credenziali di prestazioni, Provo utilizza un ingegnoso e intelligente propulsore ibrido 4WD. Il quattro cilindri turbo da 1,6 litri GDI (iniezione diretta di benzina), il motore è ottimizzato per offrire è 204 ps rapidamente e progressivamente permettendo Provo di fornire un’iniezione di velocità e prestazioni spesso assente nelle vetture dle segmento B.

Ma, questo motore potente a combustione interna beneficia anche di un sistema rigenerativo alimentato da un motore elettrico di comando alle ruote posteriori in modo automatico quando richiesto in curva e in forte accelerazione – per dare un impulso di potenza di fino al 45 ps – o in un pulsante attivato modalità creep a bassa velocità per evitare le emissioni nel traffico cittadino o quando è necessario lo stop. Il sistema rigenerativo cattura la potenza durante la frenata nell’uso normale.

Svilppato all’interno dell’azienda, il team è stato in grado di far correre l’immaginazione libera, anche se in tipico stile Kia che offre funzionalità con stile esuberante – essenziale se lo scopo di Provo è quello di andare in produzione in futuro.

Guillaume ha commentato: “L’interno è molto, molto nero – come noi crediamo che dovrebbe essere quello di permettere agli automobilisti di concentrarsi sull’esperienza di guida. Ma abbiamo anche cercato di rendere gli aspetti funzionali della vettura per soddisfare le moderne esigenze degli automobilisti di oggi. “

L’apertura delle due porte laterali – via maniglie elettronica complanari push-up che funzionano con un clic – rivela che i pannelli in alluminio lucido presenti nei fianchi esterni scolpiti si estendono a creare un relativamente alto livello nel davanzale a due fasi della macchina – spaccato all’avanguardia per facilitare l’ingresso e l’uscita.

La sorpresa successiva è la costruzione della porta in sé – le porte sono realizzate in tre pannelli individuali – il pannello esterno, in fibra di carbonio e un pannello interno in neoprene ricoperto di sezione interna che caratterizza anche il colore del metallo Storm della carrozzeria. Gli apriporta interni sono rassicurantemente solidi in alluminio lucidato.

Il cruscotto è costituito da una distesa unica di fibra di carbonio, ma non si estende fino al pavimento – volutamente – al fine di mantenere il vano piedi chiaro e ordinato ad eccezione delle pedane in alluminio lucidato ed i pedali.

Riprendendo i fianchi scolpiti di Provo, il cruscotto è a grandi quadranti analogici su un display digitale e un display più piccolo centrale, ma perché il display è digitale può essere programmato per offrire una selezione di funzioni. Situati sul tunnel centrale ci sono due hub di controllo – il pulsante dello stop-start del motore ed il selettore di unità per il cambio sette marce DCT e un Multi-Media Control Interface.

Questo controllo consente al conducente di selezionare una serie di schermate – così come controllare le funzioni di infotainment. In modalità ‘normale’ l’autista vede un tachimetro, contagiri e le istruzioni del navigatore satellitare e dell’itinerario. In ‘crociera’ lo schermo è centrato su una mappa su larga scala, le istruzioni di viaggio e un tachimetro, mentre in modalità ‘track’ il display dispone di solo un grande displey del contagiri, una traccia-map e un lap-timer. C’è anche una completa modalità ‘divertimento’ che permette immagini di musica, radio e altre informazioni.

Il display montato in centro fornisce indicatori in funzione del modo d’uso con una serie di interruttori a levetta in alluminio sotto – tra cui un anodizzato in colore sangue arancione per le luci di emergenza.

Materiali moderni permettono la costruzione del sedile anteriore in un unico pannello ondulato che va da una soglia della porta all’altra – rivestito in pelle trapuntata. Gli schienali sono abilmente montati su un binario in alluminio girevole in modo che, invece di piegare in avanti, vanno verso il centro del veicolo, consentendo un facile accesso ai sedili posteriori.

Guillaume ha commentato: “Il concetto interiore di tutto è stato progettato intorno al non avere una grande console centrale, ma invece utilizzando la più recente tecnologia per fornire funzionalità eccellente in un ambiente pulito, chiaro e attraente.

“Utilizzando un cambio DCT siamo riusciti a liberarci di molti ingombri interni che ci permette di utilizzare lo spazio del pavimento per altri controlli risultanti in un ambiente molto più ordinato. E perché i sedili sono fissi e abbiamo la completa regolazione elettrica per la pedaliera e il piantone dello sterzo – per semplificare ulteriormente l’interno e dando una perfetta-fit per ogni pilota “.

Completano lo stile del cockpit i piccoli LED rossi fissati nelle porte multistrato, le prese d’aria e anche l’illuminazione ambientale soffusa. Il pannello del tetto incorpora anche i controlli delle finestra a leva in alluminio.

Anche se nessun programma di produzione specifico per Provo è in calendario, l’arrivo entro la fine dell’estate della nuova Kia Pro_Cee’d GT chiarisce che la società resta impegnata a fornire veicoli dinamici e incredibilmente attraenti in grado di distribuire piacere alla portata degli automobilisti di tutti i giorni. La Provo potrebbe essere una di queste vetture.

 

 

Share and Enjoy

  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon

TAGS: Gregory Guillaume Kia Europe Design kia provo motore ibrido salone ginevra

Lascia una risposta

 
Pinterest